Utente
Buonasera,mi rivolgo a voi per un problema che mi preoccupa davvero molto,conseguente,penso proprio,a un concerto a cui sono stato esattamente due mesi fa,nella serata tra il 6 e il 7 ottobre. Era un concerto con musica forte,dove io sono stato per parte del tempo addirittura sotto il palco,ma cmq sempre vicino alle casse,poste sul palco. Prima di quella serata non avevo mai avvertito questo problema,quindi penso che la causa si possa attribuire a ciò: mi fischiano le orecchie,appena finito il concerto,essendo un concerto con musica così alta un'esperienza nuova,ero molto frastornato,ma così come me anche i miei amici. Essi però si sono spostati a metà concerto,per cui a differenza mia nei giorni immediatamente successivi il fischio alle orecchie è terminato,mentre a me è continuato,e persiste tuttora. Ho tappato le orecchie alternativamente per vedere se il fischio derivasse da un solo orecchio,ma sinceramente penso che venga da entrambi. Ci sono giorni in cui lo sento meno e giorni in cui lo sento di più; inizialmente ero molto preoccupato,ora un po' meno,però oggi leggendo che a molti gli acufeni non sono passati mi è tornata la preoccupazione...
In ogni caso,arriviamo al passo successivo: sono andato dalla mia dottoressa,anche se circa un mese dopo,a memoria,poichè ho ricercato un po' e lessi che il problema sarebbe potuto passare da solo dopo qualche tempo,ma purtroppo così non è stato. Mi ha indicato di fare un (riporto dai documenti) "esame audiometrico tonale impedenzometria",che ho fatto in data 19/11/12. Il referto ambulatoriale dice "Insorgenza di acufene... attalmente acufene intermittente,obiettività orl restante nella norma, si richiede es (esame suppongo) audioimp.
Raccomandazioni di comprovata evidenza scientifica:
Evitare
-l'esposizione a rumori intensi e prolungati
-di parlare in ambienti rumorosi
-l'abuso e il cattivo uso della voce
-che entri l'acqua nelle orecchie
-non usare cotton-fioc nel canale uditivo
-soffiare una narice per volta (e per altro al momento ho il raffreddore)"
Mi ha spiegato l'otorino che c'è bisogno di un esame con strumenti precisi,che farò in data 11/01/13 (lontanissima...). Io soffro molto nel non poter ascoltare musica dalle cuffie,è tutta la mia vita. Cerco di limitare la musica a volumi non alti,ma fatico veramente a starne completamente senza... evito in ogni caso l'uso delle cuffie.
Vorrei chiedere se ho serie ragioni di preoccuparmi,e se pensate che dovrò rinunciare per sempre ai concerti (cosa che mi farebbe soffrire tantissimo,dato che odio le discoteche ma amo andare ai concerti di musica rap/hip-hop) o se può bastare evitarli in questo periodo.
Inoltre,"soffro" dalla nascita di un'alta quantità di cerume,come faccio a evitare l'uso di acqua nelle orecchie? Le devo lavare.... Inoltre,nel caso fossero fattori influenti,ho problemi di scoliosi e anche al collo (mi viene sempre da girare la testa per scrocchiare le ossa del collo).
Attendo il vostro giudizio,grazie della disponibilità.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certo, sarebbe stato utile che tu ti fossi rivolto allo Specialista non appena iniziata la sintomatologia. Piu' passa il tempo e piu' la possibilità di guarigione si allontana. Il nervo acustico ha subito una sofferenza in seguito alla lunga esposizione al suono: la speranza è che non si sia verificato un danno permanente. Sicuramente, è importante che ti sottoponga ad un esame audiometrico tonale ed impedenzometrico. Per il futuro, è bene che tu non sottoponga ad ulteriori stress il tuo udito. Puoi lavarti tranquillamente i condotti uditivi esterni. Purtroppo, non possiamo fare altro che attendere i risultati degli esami. Rimango in attesa di tue notizie in merito. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore... effettivamente,ho pensato anche io di aver aspettato troppo... speriamo vada tutto bene; sicuramente con dei tappi per le orecchie,ma essendo giovane ed essendo i concerti il mio divertimento,soffrirei davvero tanto a doverci rinunciare.
La terrò aggiornata,dopo l'esame di gennaio scriverò nuovamente,grazie.
Nel frattempo,pensa che dovrei evitare la musica anche a basso volume,seppur ascoltata non tramite cuffie ma tramite casse (quindi non a stretto contatto con l'orecchio)? Giusto per informazione,grazie ancora.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Capisco la passione per la musica, per i concerti, ma conviene rischiare una sordità per cio? Puoi ascoltare la musica ad un volume normale. Ci aggiorniamo dopo che ti sei sottoposto all'esame audiometrico. Buon fine settimana
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno, trovo solo ora il tempo di aggiornarvi la mia situazione per via dei miei impegni di studio.
In data venerdì 11 gennaio mi sono sottoposto all'esame audiometrico: l'otorino, una dottoressa, mi è piaciuta molto, davvero cortese e disponibile. Ha notato subito la mia paranoia per questo problema e ha cercato di tranquillizzarmi; dopo l'esame mi ha detto che non ho subito danni all'udito - sui fogli, per me di difficile interpretazione, c'è scritto "normoacusìa" - che è la cosa più rilevante, e che gli acufeni potrebbero anche essere causati/intensificati dal fatto che ho i muscoli del collo piuttosto tesi (penso in relazione alla mia scoliosi),e che farei bene a rivolgermi ad un fisioterapista per dei massaggi e degli esercizi di postura. Inoltre, mi ha detto di prendere per un mese le compresse "Acufen", al mattino dopo colazione (sebbene nel foglietto sia suggerito prima di coricarsi), in quanto dovrebbero aiutare a sconfiggere gli acufeni, o se non altro ad alleviare il fastidio.
Sono andato lo scorso mercoledì dal fisioterapista, che reincontrerò per il primo massaggio domani; egli mi ha detto che devo cominciare a fare nuoto per almeno due volte a settimana per mettere a posto i problemi di schiena. Non vorrei andare fuori argomento vista la sezione nella quale scrivo, ma chiedo: l'acqua non è un problema per le orecchie? Inizialmente, su un foglio datomi dall'otorino nella prima visita di novembre c'era scritto di evitare che entri acqua nelle orecchie...
Domando a voi perchè non ne posso più di questi acufeni, sogno di poter tornare a vivere serenamente e ad ascoltare la mia amata musica a dei livelli ragionevoli, senza farmi paranoie chiedendomi se il volume sia abbastanza alto. La dottoressa inoltre mi ha detto che devo vivere come se non avessi il problema di acufeni, e se anche volessi andare ad un concerto potrei, con l'utilizzo di dei tappi, ma io non ce la faccio a vivere tranquillamente, spensieratamente come prima, tanti rumori mi danno fastidio.
Grazie per l'aiuto, attendo suggerimenti.

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono perfettamente d'accordo con il Fisioterapiasta circa l'utilità, nel tuo caso, di una terapia riabilitativa posturale e di massaggi al collo. Giusto anche il nuoto: sicuramente, l'acqua non potrà arrecare problemi. Circa l'ascolto della musica, come per tutte le persone "normali" puo' e deve essere ascoltata non ad altissimo volume, pena una sofferenz del nervo acustico. Fortunatamente, il tuo udito è risultato normale: Speriamo che, con il tempo, anche l'acufene rientri. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
Dottore, oggi sono stato in parafarmacia e facendo due parole col farmacista mi ha suggerito le compresse "Carvelin", dicendo che "Acufen" è vecchio e poco efficace.
Effettivamente, le compresse di Acufen che mi ha consigliato l'otorino non hanno avuto alcun effetto, almeno al momento.
Lei che ne pensa?

Comunque, ascoltare la musica dalle cuffie auricolari ad un livello basso è in ogni caso sconsigliato? So di insistere ma per me è importante, in ogni caso lei mi dica ciò che pensa sia meglio sinceramente, nel caso farò ancora a meno.

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non esiste un prodotto meglio dell'altro, nel tuo caso. Entrambi sono degli integratori e possono essere di aiuto ma, di certo, non garantiscono la guarigione del sintomo. Continua, pertanto, con la cura prescritta dal tuo Medico curante e non sostituire i farmaci di testa tua. Gli effetti della cura si vedono non prima di un mese dall'inizio della stessa. Puoi ascoltare la musica attraverso le cuffie purchè non ad altissimo volume.
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente
Buonasera. Gli acufeni non mi sono ancora passati nè, sinceramente, mi paiono diminuiti; ho terminato da diverse settimane l'assunzione di "Acufen". Crede che sarebbe bene prendere nuovi prodotti, come "Carvelin", per cercare quantomeno di alleviare il fischio? (la speranza sarebbe in realtà quella di rimuovere gli acufeni in realtà, comincia a pesare la cosa)
A fine marzo sarei intenzionato ad andare ad un concerto in un locale al chiuso: l'otorino che ho visto a gennaio mi disse che non è un problema, magari dovrei mettere dei tappi e devo evitare di tenermi vicino alle casse. Di sicuro accetto il compromesso, non starò sotto al palco. Per quanto riguarda i tappi, me ne ha forniti dei modelli da lavoro un parente, ma sono molto lunghi, non riesco neppure ad infilarli correttamente e non mi trovo a mio agio. Andrebbe bene comprare dei tappi "seri" , ad esempio in silcone? Grazie per la disponibilità.

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Onestamente, non ti comprendo: perchè vuoi rischiare di compromettere ulteriormente il tuo udito? Non sei rimasto scottato su quanto già accaduto? Poi, un domani te ne potrai pentire, ma sarà troppo tardi. Nel tuo caso,anche con i tappi, puoi subire un affaticamento del nervo acustico. Comunque, è bene che ti rifaccia visitare da uno Specialista. Probabilmente, con queste mie parole, siamo diventati nemici!
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente
Ma no, si immagina! AHAHAH
Certo, avrei preferito se lei avesse detto che non sarebbe un problema andare a un concerto , ma ovviamente deve dirmi le cose per come stanno, quindi va bene così.
Il fatto dottore è che ho già perso diversi concerti importanti, mia unica fonte di divertimento, e sto pensando che gli acufeni stiano a lungo termine, se non a vita, e quindi non vale nemmeno la pena di perdere occasioni di divertimento, ho 17 anni, se non ora quando... Certo, se con altre medicine /integratori gli acufeni potessero passare, potrei fare lo sforzo di non partecipare a questo concerto per me molto importante. Più tardi proverò a contattare una mia conoscenza in contatto con l' otorino, per sapere che ne pensa, sebbene come detto lei non fosse contraria all'assistere ad un (certo, con le dovute precauzioni). Non so davvero che fare, tutto ciò è assurdo. Mi è venuto in mente comunque che dopo il concerto molto intenso il fischio era passato, poi dopo due settimane sono andato ad un altro concerto, stupidamente, e dopo questo gli acufeni sono rimasti.

[#11]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Ormai sei un uomo e, pertanto, devi ragionare: Tutto si puo' fare con moderazione e criterio
Dr. Raffaello Brunori