Utente 236XXX
Salve, vorrei chiedere un consulto riguardo una faringite da reflusso.
Dopo un mal di gola con linfonodi al collo infiammati ho preso per quattro giorni un antibiotico e qualche giorno prima avevo assunto degli antiinfiammatori.
Il primo giorno ho avvertito un po' di nausea poi piu' nulla.
Dopo quattro giorni il mal di gola era passato ma avevo ancora gola rossa e mi sembrava di avere qualcosa in gola come un chicco di riso molto fastidioso inoltre avevo muco biancastro e bisogno frequente di schiarire la voce.Il fastidio persiste dopo tre settimane.
In seguito ho avuto anche episodi di diarrea e candida vaginale ora risolti senza alcuna cura in pochi giorni.
Penso che si adovuto tutto all'antibiotico anche la faringite da reflusso forse...
Mi sono recata da un otorino che con una semplice visita ha riscontrato una faringite da reflusso e mi ha prescritto lucen 20 una compressa al mattino per un mese e drenadol 2 compresse per 8 giorni.
Sto assumendo lucen da 14 giorni, la situazione e' leggermente migliorata ma ho ancora la sensazione di corpo estraneo in gola.
Premetto che non avverto bruciori allo stomaco o altri dolori e neanche acidita' di cui in realta' non ho mai sofferto se non sporadicamente dopo pasti abbondati o durante le gravidanze per brevissimi periodi.
Alcuni anni fa feci una gastroscopia dalla quale non risulto' nulla di preoccupante tranne cardias beante.
Ho effettuato anche un controllo alla tiroide dalla quale e' risultata tiroidite autoimmune per la quale non assumo farmaci in quanto la tiroide funziona benissimo per il momento.
Ho effettuato analisi del sangue risultate tutte nella norma.
Premetto che ho cambiato un po' l'alimentazione mangio meno cibi grassi, niente caffe' ma fumo qualche sigaretta.
La sensazione di corpo estraneo non la avverto durante la notte.
La mattina appena sveglia sembra sia passato, ma nel corso della giornata ricompare.
Vorrei sapere se la cura che sto facendo e' quella giusta, se si tratta di un problema preoccupante , se riusciro' a risolverlo e piu' o meno in quanto tempo, visto che mi procura ansia e a volte nervosismo perche' sono costretta a deglutire continuamente.Inoltre vorrei chiedere visti i sintomi se la diagnosi di faringite da reflusso è giusta e se puo' esserci qualche relazione con la tiroide.
Grazie

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La cura prescritta mi sembra idonea per la patologia diagnosticata, solo che gli effetti non si vedono in brevi tempi. A volte, necessita anche di un paio di mesi di trattamento. Forse, sarebbe il caso di passare a 40 mg al giorno.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 236XXX

Grazie mille per la risposta.
Ne parlero' con il mio medico.

[#3] dopo  
Utente 236XXX

Salve dottore vorrei chiederle se fare dei lavaggi nasali con acqua di sirmione puo' migliorare o peggiorare la situazione.
Grazie

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non comprendo l'utilità dei lavaggi delle fosse nasali: quale problema rileva al naso?
Dr. Raffaello Brunori

[#5] dopo  
Utente 236XXX

pensavo che magari scendendo anche in gola la soluzione potesse darmi sollievo.

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo no.
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente 236XXX

ok grazie mille per la risposta

[#8] dopo  
Utente 236XXX

Salve dottore ho contattato l'otorino proponendogli di passare da lucen 20 a lucen 40 poiche' il fastidio in gola si e' affievolito ma e' ancora presente ma lui mi ha detto di continuare per un altro mese con lucen da 20 una compressa al mattino.
Pensa che questa terapia sia giusta?
Tra quanto tempo avro' miglioramenti significativi?
Ovvero pensa che questo fastidio in gola passera' o dovro' sopportarlo per sempre?
Secondo la sua esperienza facendo la terapia che sto facendo io ora in quanto tempo piu' o meno risolvero' il problema?
Grazie

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Comprenda che, da lontano, non sono in grado di convalidare la diagnosi, né tantomeno il dosaggio della terapia. Se il Collega ritiene, nel suo caso, di non portare a 40 mg il dosaggio dell'inibitore di pompa, ci sarà un motivo. I tempi di guarigione o di sensibile miglioramento sono molto lunghi: occorrono almeno due mesi di terapia. Auguriamoci, che, nel suo caso, la patologia sia transitoria e non perenne.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente 236XXX

Grazie mille dottore le faro' sapere.