Utente
Salve A tutti e grazie in anticipo a ci vorrà aiutarmi.
È da un po' di mesi ormai che sento nell'orecchio sinistro come se ci fosse un qualcosa... La descriverei tipo una spugnetta che si gonfia, una massa... Un corpo estraneo, in pratica... Un qualcosa che si gonfia e va ad occupare uno spazio.
Non ho alcun dolore, solo questa sensazione di fastidio e disagio.
Leggendo un po' in giro mi sono fatto un'idea di cosa sia una disfunzione tubarica... Disfunzione a cui spesso si riconduce anche gnatologia e posturologia.
L'osservazione con otoscopio non ha evidenziato nulla, né cerume né lacerazioni. Hanno provato a darmi del RinoClenil per vedere se c'era del catarro non bisibile con l'otoscopio.
Volevo sapere che esame strumentale dovrei fare per vedere se c'è dffettivamente del catarro depositato all'interno dell'orecchio.
Oppure non so... Se non catarro potrebbe essere un'infiammazione / dermatite che risulta però invisibile all'otoscopio?
Che esami potrei fare?

Se devo dare qualche dettaglio in più chiedetemelo pure.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Se già non lo ha fatto, deve farsi visitare da uno Specialista che, oltre all'esame clinico, la sottoporrà ad un esame audiometrico tonale ed a una impedenzometria. Una volta in possesso delle relative risposte, si cercherà di fare una diagnosi.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Dottore, grazie per avermi risposto.
Ho entrambi i risultati fatti tempo fa: purtroppo questo orecchio è praticamente sordo (mi è successo da bambino, l'ho detto solo da adulto).
Quindi l'esame audiometrico tonale restituirebbe il solito risultato che già conosco.
Idem per l'esame impedenzometrico.
Già sono stato dallo specialista, a cui ho spiegato appunto questa situazione.
Mi ha esaminato il naso (ho il setto nasale deviato) ed ha ipotizzato un accumulo di catarro, non so su quali basi, onestamente.
Per questo mi chiedevo se esistesse un esame che potesse far capire cosa possa essere questa sensazione di corpo estraneo "all'interno"...

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Deve ripetere l'esame audiometrico ed impedenzometrico per un confronto con quello precedente e per capire il problema attuale
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Sì, d'accordo.
Mi spiego meglio: quei due esami hanno già stabilito che un orecchio non sente, risultato che verrebbe fuori anche oggi... Come potrebbero quindi aiutare a capire cosa è questa sensazione di corpo estraneo che sento nell'orecchio?
Non so se mi sono riuscito a spiegare...

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Io le ho dato un parere, poi, Lei decida. Ovviamente, uno Specialista che ha modo di studiare il suo caso potrà essere piu' mirato nelle ricerche eventuali da effettuare.
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
Non fraintenda, io la ringrazio molto per il suo intervento.
Le fornivo solo delle indicazioni in più e le chiedevo se alla luce di queste fosse ancora un iter da seguire...

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Comprendo benissimo la sua richiesta, ma le ribadisco che serve ripetere gli esami per capire cosa sia successo e quali accertamenti possano servire eventualmente per una diagnosi
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente
D'accordo, in pratica non la stavo capendo io!
Grazie, mi organizzo per questi esami allora

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Perfetto. Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente
L'otorino mi ha fatto una rino-fibrolaringoscopia ed ha notato che "a livello dell'ostio tubarico di destra si evidenziano secrezioni siero-mucose" oltre ad "un'ipetrofia dei turbinati inferiori e medi maggiormente a destra della fossa nasale".
Ha ricondotto a questi die punti questa sensazione di riempimento che io descrivo.
Mi ha dato Biorinil mattina e sera 2 puff, Fluimocil 1cp sera, Argento proteinato in gocce un contagocce per narice mattina e sera, soluzione fisiologica 4cc dopo i pasti da iniettare nel naso, Acufen Plus 2cp la sera (per gli acufeni).
Non noto cambiamenti, oggi è il 3º giorno che ho iniziato la cura.
Che ne pensa?

[#11]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Penso che sia troppo presto per vedere qualche miglioramento della sintomatologia: generalmente, ci vogliono una ventina di giorni di cura.
Dr. Raffaello Brunori

[#12] dopo  
Utente
All'incirca dura 20 gg la cura che mi ha dato.
Ma Lei come lo vede come approccio? Sensato o fuoristrada?

[#13]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
la cura prescritta mi sembra idonea per il caso da trattare.
Dr. Raffaello Brunori

[#14] dopo  
Utente
Grazie per il suo parere, Dottore.
Dato che è l'unico che si è degnato di darmi la propria opinione, posso tenerla aggiornata sull'andamento della cura?

[#15]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi farà piacere. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#16] dopo  
Utente
Salve Dottore,
Sono a metà cura e non c'è nessun cambiamento.
Non è che espella chissà che quantità di muco e soprattutto non noto diminuire nell'orecchio quel senso di pressione dall'interno nemmeno deglutendo o soffiandomi il naso.
Ma non c'è un modo empirico per vedere se effettivamente è quel turbinato gonfio a dar fastidio alla tuba?
E soprattutto, è possibile anatomicamente questo contatto?
Come si può capire se si tratta di disfunzione tubarica se non attraverso semplici deduzioni?
Sono molto scoraggiato, perché leggo che non si guarisce da questa cosa, e sto andando ancora più in tilt... Se poi penso che non so se la sede più adatta è l'otorino o il posturologo o lo gnatologo o non so chi altro, impazzisco ancora di più...
Mi dia qualche consiglio, la prego.

[#17]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo, per vedere il risultato della cura, occorrono circa una ventina di giorni almeno e, pertanto, le consiglio di continuare la cura secondo la prescrizione. Al termine della terapia, si vedrà se si sarà ottenuta la decongestione dei turbinati o meno e lo scioglimento del catarro tubarico. Ovviamente, per questo, dovrà sottoporsi ad una fibroscopia nasale. Lo Specialista che è in grado di risolvere il problema è l'Otorinolaringoiatra.
Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#18] dopo  
Utente
Speravo che già dopo 10giorni si capisse se la problematica è quella oppure no, se avessero quindi fatto effetto le medicine.
Le cose che mi scoraggiano sono due, a parte questo non miglioramento dopo metà terapia:
- il fatto che leggo che le disfunzioni tubariche non si curano
- il fatto che in precedenza avevo già fatto (non su consiglio di questo otorino) 20 giorni di rinoclenil (simile a biorinil anche se con principio attivo diverso) e shedirflu (stesso principio attivo del fluimucil)... In pratica la stessa cura, che non aveva portato a nulla.
Ma il turbinato può a livello anatomico (per come è collocato) andare in conflitto con la tuba, o è un'invenzione del mio otorino?
E questo catarro c'è modo di vederlo o è solo un'ipotesi che si fa con la fibroscopia?

[#19]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Per una diagnosi, occorre una fibroscopia nasale , un esame audiometrico tonale ed una impedenzometria. Una ipertrofia dei turbinati determina una sindrome da ostruzione nasale, oltre una possibile insufficienza di ventilazione della tuba d'Eustachio. lo Specialista è in grado di capire se la sintomatologia dipenda da una patologia nasale o dell'articolazione temporo-mandibolare.
Dr. Raffaello Brunori

[#20] dopo  
Utente
Dopo i precedenti 20 giorni di cura, ad un nuovo controllo mi è stata prescritta nuovamente la stessa cura per 40 giorni, in più gradient, ipersal spray e cynazina forte, il tutto mattina e sera.
Ad oggi ancora persiste il senso di "corpo estraneo interno"...
Devo cambiare specialista?

[#21] dopo  
Utente
Nessun parere?