Utente

gentilissimo dottore,le espongo il mio problema riguardante mia madre,da un paio di mesi mia madre appunto lamentava come unico sintomo una persistente ostruzione nasale (narice dx)e occhio leggermente gonfio,lo specialista consultato consigliava con urgenza una tac che ha dato il seguente esito :
tessuto isodenso ai tessuti molli occupa parzialmente il seno mascellare dx si estende e determina invasione con lisi delle pareti ossee a livello della regione etmoidale invade la parete infero mediale dell'orbita dx con evidente effetto superiormente e posteriormente sino ad invadere il seno sfenoidale si consiglia rm
siamo spaventissimi il medico di famiglia sostiene che la massa è benigna, in attesa di nuovi accertamenti chiedo cortesemente se fosse possibile avere da lei na risposta infinitamente grazie

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo, la sua Mamma deve sottoporsi ad intervento chirurgico di apertura e svuotamento dei seni paranasali interessati dal processo infiammatorio cronico per via endonasale in endoscopia (fess). Ovviamente, il materiale prelevato verrà inviato per esame istologico. Non capisco come mai sia arrivata ad uno stadio cosi' avanzato di cronicità della patologia: possibile che non se ne sia accorta prima? Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
gentilissimo dr. Brunori,grazie per la celerità con cui mi ha risposto, anche se devo dire che consultando questo preziossissimo sito mi ero già resa conto della preparazione e della professionalità che vi contraddistingue.
Ho letto con molto interesse la sua risposta e riguardo allo stadio avanzato della patoogia le devo dire che mia madre circa un mese fa aveva gia fatto una prima visita da un otorino che non aveva diagnosticato nulla e aveva prescritto lavaggi nasali con acqua termale e areosol, che chiaramente non ha dato i risultati sperati .
ieri è comparso un evidente esoftalmo ,non sono comunque presenti episodi di diplopia nè di cefalea ne di epistassi
siamo molto preoccupati,lei dottore cosa ne pensa riguardo alla gravità della patologia? potrebbe essere un polipo? mi puo' cortesemente dire qualcosa riguardo all'intervento fess
durata e tempi di degenza e rischi visto che la massa e vicina al nervo ottico ? Domani la mamma si sottoporrà alla rm e giovedì avremo un consulto con lo specialista a casale monferrato per decidere in merito mile grazie

[#3] dopo  
Utente
gentilissimo dr. Brunori,grazie per la celerità con cui mi ha risposto, anche se devo dire che consultando questo preziossissimo sito mi ero già resa conto della preparazione e della professionalità che vi contraddistingue.
Ho letto con molto interesse la sua risposta e riguardo allo stadio avanzato della patoogia le devo dire che mia madre circa un mese fa aveva gia fatto una prima visita da un otorino che non aveva diagnosticato nulla e aveva prescritto lavaggi nasali con acqua termale e areosol, che chiaramente non ha dato i risultati sperati .
ieri è comparso un evidente esoftalmo ,non sono comunque presenti episodi di diplopia nè di cefalea ne di epistassi
siamo molto preoccupati,lei dottore cosa ne pensa riguardo alla gravità della patologia? potrebbe essere un polipo? mi puo' cortesemente dire qualcosa riguardo all'intervento fess
durata e tempi di degenza e rischi visto che la massa e vicina al nervo ottico ? Domani la mamma si sottoporrà alla rm e giovedì avremo un consulto con lo specialista a casale monferrato per decidere in merito mile grazie

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La ringrazio per la stima dimostrataci che, per noi, è motivo di stimolo al nostro lavoro. Certamente, cio' che descrive è indice di uno stadio abbastanza grave della patologia. Cio', pero', non deve essere motivo di ansia. Attendiamo le immagini della rm e, sicuramente, con un intervento chirurgico si riuscirà a guarire la sua Mamma. Cert0, per la sede anatomica della patologia, l'intervento chirurgico sarà delicato ma l'importante è trovare un Chirurgo con una buona esperienza. Attendo notizie. Buona Pasqua
Dr. Raffaello Brunori

[#5] dopo  
Utente
gentilissimo dr Brunori, sono distrutta,non riesco a smettere di piangere, giovedi'come gia' accennato in precedenza la mamma si è sottoposta a rm della quale produco l'esito:
In corrispondenza dei turbinati di dx si osserva una grossolana neoformazione solida del dm longitudinale di cm 5.5 che determina un'alterazione delle limitanti scheletriche con invasione del seno mascellare desstro omolateralmente e del pavimento orbiario dopo iniezione di gadolno si osserva un' intensa impregnazione patologica soprattutto perifericamente con piccola ipointensità nel contesta della lesione quale possibile espressione di fatti necrotici colliquativi , la neoformazione raggiunge il tessuto adiposo orbitario di dx con netta impronta e deviazione del muscolo retto intero e lieve impronta anche sul nervo ottico , inferomedialmente la neoformazione raggiunge il rinofaringe e l.impronta verosimile con infiltrazioni della mucosa ,il seno mascellare di di destra appare improntato con pneumatizzazione ancora conservata si associa una reazione infiammatoria con inspessimento della mucosa'il seno mascellare di sinistra è normopneumatizzato non particolari alterazioni a carico del seno sfenoidale e del seno frontale 'nel complesso il quadro rm conferma la presenza di una neoplasia solida a partenza dei turbinati di dx con infiltrativi alle strutture circostanti
Dopo lo choc ci siamo recati all'appuntamento con lo specialista di Casale Monferrato che controllando la tac
ha dato una prima diagnosi di possibile mucocele,ma all'esame più accurato della rm ha consigliato una biopsia
che sarà effettuata martedi
gentilissimo dr Brunori ,le chiedo;mia madre no è certo giovane anche se grintosissima e mai stanca ha possibilità di sopravvivere?ma è davvero così grave potra essere fatto l'intervento? ci sarà possibilità visto l'estensione di ridurre la massa prima di intervenire chirurgicamente? sono certa che lei saprà sicuramente indicarmi un bravo ed esperto chirurgo al qule mi potrò rivolgermi e le sarei infinitamente grata se mi farà sapere.
la biopsia sarà effettuata dal dott singarelli.
auguri vivissimi di Buna Pasqua anche a lei grazie infinitamente

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Cerchi di essere forte: vedrà, il tutto si concluderà positivamente! Attendiamo l'esito della biopsia e poi decideremo sul dove e come farlo. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente
Gent.mo Dott Brunori,finalmente dopo un'attesa estenuante e' arrivato l'esito della biopsia,che ci ha lasciati tutti basiti,il nostro medico infatti sospettava la presenza di un temutissimo adenocarcinoma dell'etmoide, invece la neoformazione prende il nome di linfoma non hodgkin a grandi cellule B diffuso, pertanto il medico ci ha rassicurato proprio perche' questo tipo di patologia ha una alta risposta alle terapie con le quali viene trattato e si parla a volta anche di remissione completa.
Grazie dottore,ultimamente sta diventando sempre piu' raro trovare il binomio professionalita'umanita',quindi trovare persone come lei e come tutto lo staff di Medicitalia è assolutamente confortante.
un caro saluto

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi creda, sono veramente felice per l'esito dell'esame ed auguro a Lei ed alla sua Mamma sinceri auguri di salute e serenità
Dr. Raffaello Brunori