x

x

Entrambe le orecchie, ma da una in particolar modo non odo quasi più

Buondì,
nel pomeriggio di ieri ho avuto la malsana idea di utilizzare un cotton fioc per la pulizia del condotto uditivo (sì, lo so, non avrei dovuto...).

Poco dopo si è verificato un ottundamento di entrambe le orecchie: dalla destra sento leggermente meno ma sento, tuttavia non si può dire stesso per la sinistra, dal cui lato accuso in maniera soverchiante:
senso di pienezza, ovattamento tanto da udire pochissimo (al punto tale da domandare a chi mi è vicino se può ripetere cosa stia dicendo o ritrovarmi a guardare il labiale per tentare di interpretare la conversazione), lieve sensazione di fastidio e prurito interno, suono persistente in sottofondo come un ronzio che mi manda fuori di testa, da non far chiudere occhio.

Attualmente niente fitte né dolore.

Anzi, se poggio un dito dietro l'orecchio o all'altezza del trago, è come se mi desse sollievo.

Prontamente ho messo una goccia d'olio di oliva, assunto una Tachipirina, effettuato dei lavaggi per mantenere la perveità delle vie nasali e ho notato che, mentre l'orecchio destro si tappa e stappa quando soffio il naso, la situazione rimane immutata per quanto riguarda il sinistro.

Verso le 1.00 di notte sono ricorsa addirittura alla chiamata alla guardia medica perché le sensazioni destate dalle orecchie, soprattutto sinistra, erano per me intollerabili.

Ovviamente, alla richiesta se visitasse a domicilio la sua risposta è stata negativa.

Allora ho chiesto se fosse il caso di recarmi al Pronto Soccorso per farmi almeno visionare entrambe le orecchie dallo specialista otorino ed è scoppiato a ridere.
"Andare al PS per quello che con ogni probabilità è un tappo di cerume...".

Ha suggerito soltanto di prendere un antinfiammatorio, l'Ibuprofene, ma niente è minimamente cambiato o migliorato.

Stamani si sono presentati anche naso leggermente chiuso, senso di instabilità (fatico a stare in stazione eretta, come se ciò che è intorno ondeggiasse o camminassi su un terreno minato) e un po' di brividi di freddo, nonostante né ieri né oggi la febbre abbia fatto capolino: la temperatura di ieri era di 36.8; oggi 36.4.
Ho preso appuntamento col medico di famiglia per lunedì pomeriggio, sperando che, tappo o non tappo, non si tratti di un'otite (mai sofferto di patologie a carico dell'orecchio, piuttosto il mio tallone di Achille è sempre stato rappresentato dal mal di gola).

Nel frattempo, all'accorrenza, continuo ad assumere Tachipirina associata all'Ibuprofene?

Potrei già acquistare uno spray, tipo Boral, e delle gocce, Tobral ad esempio, o sarebbe meglio attendere la visita e il parere del curante?
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 33,5k 1,2k
Giusta la decisione di farsi visitare dal suo medico di famiglia. Non puo associare i due antinfiammatori menzionati: o utilizza l'uno o l'altro, mi raccomando! Si puo' utilizzare la soluzione a base di ac. borico, ma non le gocce antibiotiche. Penso, invero, che con il cottonfioc abbia spinto il cerume in fondo al condotto, niente di piu'. Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Innanzitutto, grazie infinitamente per la celere risposta!

Ah, miseriaccia...
La notte scorsa, su consiglio della guardia medica, ho preso l'Ibuprofene da 400 un'ora e mezza dopo aver assunto la Tachipirina da 1000...
Terrò ben a mente, d'ora in poi, che o l'uno o l'altro!
Consiglia l'uso dello spray auricolare tre volte al dì?
Inoltre, per mantenere le vie nasali libere, posso continuare al bisogno con l'acqua di Sirmione oppure anche per il naso sarebbe più indicato uno spray?
Se non le arreca disturbo lunedì, dopo la visita del medico curante, la aggiornerò! Nuovamente grazie!
[#3]
dopo
Utente
Utente
P.S. Prima che mi dimentichi...
Tempo fa, in seguito a una visita gnatologica, emerse una malocclusione di II classe che al momento sono purtroppo impossibilitata a trattare e che, in effetti, mi dava e dà tutta una serie di sintomatologie come, ad esempio, rigidità alla cervicale e pseudovertigini.
Potrebbe darsi quindi che la problematica ai denti a lungo andare generi una disfunzione tubarica?
[#4]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 33,5k 1,2k
E' sufficiente utilizzare la soluzione di ac. borico 2 volte al giorno mentre, per il naso, preferirei uno spray decongestionante le mucose nasali.

Dr. Raffaello Brunori

[#5]
dopo
Utente
Utente
Ritiene il Borinil adatto come decongestionante nasale?
Volevo chiederle inoltre se è possibile che una mezz'oretta dopo un singolo spruzzo a narice di questo spray nasale possa essere così forte da dare una sorta di stordimento momentaneo, di testa confusa... Ancora grazie!
[#6]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 33,5k 1,2k
Il decongestionante nasale indicato puo' essere utile. Circa cio' che riferisce come sintomo dopo la somministrazione, non so che dirle. se dovesse persistere nei prossimi giorni, si faccia consigliare dal Medico curante un altro spray.

Dr. Raffaello Brunori

[#7]
dopo
Utente
Utente
Buon pomeriggio dottore,
come promesso, la aggiorno dopo aver effettuato la visita presso il medico di famiglia: come da lei sospettato, in entrambe le orecchie sono presenti dei tappi di cerume.
Il mio curante li ha trovati ammorbiditi e, senza tanti giri di parole, gli ho riferito di aver seguito il suo consiglio per quanto riguarda l'applicazione dello spray.
Nonostante ciò, in studio non me li ha tolti, dicendo di affidarmi all'otorino e così farò, anche se pensavo che il medico di base potesse compiere la manovra di rimozione...
[#8]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 33,5k 1,2k
Pochi sono i Medici di famiglia che cercano di aiutare il Paziente senza inviarlo allo Specialista per problemi di questo genere.

Dr. Raffaello Brunori

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio