Utente 120XXX
Buongiorno, ho una bambina di 25 gg nata alla 38° settimana con parto indotto poichè alla rottura delle acque non mi vvenivano le contrazioni di 2980.
A causa anche della rottura del sacco 2 giorni prima di partorire la bambina vomitava di continuo liquido amniotico e quel poco di colostro che poppava da me. Ci hanno trattenuto in ospedale 5 gg perchè era arrivata a pesare 2630. Ad oggi pesa circa 3500. In ricovero mi avevano indicato di allattarla e farle una giunta con mio latte o quello artificiale in base a quanto ne tiravo con il tiralatte pari a 35 ml da somministrare con biberon. E' stata la mia rovina perchè ha scoperto quanto sia + semplice mangiare con il biberon e il mio seno non lo ha voluto più facendomi andare via il latte (finchè ho potuto me lo tiravo ma non succhiando lei con i giorni è andato via). Tanto che l'ho allattata solo per 10 gg.Il mio problema è questo non ho nessuno che mi spieghi esattamente come comportarmi,o per lo meno ogniuno ha la sua, x il momento ho fatto di testa mia provandole tutte ma senza risultati. la bambina assume aptamil AR 1 poichè anche a casa con latte artificiale vomitava anche a cascata (premetto che in famiglia ho 2 nipotini che hanno sofferto di reflusso) ora va decisamente meglio.Quello che non mi fa stare tranquilla (e la bambina lo sente) è il quanto deve mangiare. A oggi mangia 120 ml ogni 3 ore ma a fine poppata da qualche giorno sembra che ne voglia ancora agitandosi piangendo. Inoltre non dorme riesco a farla addormentare con fatica dopo 1 ora e mezza dopo il pasto e anche quando dorme è irritata piange nel sonno emettendo dei versi strani rauchi (tipo quando si ha il catarro in gola e ci si voglia liberare) e un verso tipo a fischio (come se ci si sta strozzando). Posso contare sulle dita di una mano le volte che ha dormito serena.
Le mie domande sono:la quantità di latte che gli do è giusta. Se continua a volerne ancora? nel caso non tirasse le 3 ore (come a volte capita) ma le 2.5 devo fare i modo di tirare la mezzora o posso farla mangiare? Non vorrei farla diventare un bisonte!Ma sopratutto vorrei regolarizzarla con gli orari. Essendo un latte denso con la tettarella x mangiare 120ml ci metteva 45 min. gliel'ho allargata leggermente con l'ago e ora ci mette 15/20 min. Come durata va bene o non conta nulla? Inoltre mi rendo conto di averle sconbussolato quello che probabilmente sarebbe avvenuto in maniera naturale ma tutti mi dicono che si sistemerà da sola anche con la poppata della notte è vero? Mi faccia capire qualcosa perchè la poppata è diventata un momento di ansia per me e la bambina lo percepisce. il fatto che soffochi andando in apnea?l'ho beccata 4 volte e non so come aiutarla anche perchè mi spavento.Inoltre da qualche giorni ha molti puntini minuscoli e pochi un po + grandi su tutta la fronte fino alle sopraiglia e le orecchie. Da cosa possono dipendere? dl latte? sto applicando la crema della mustela per il viso.Sa consigliarmi qualcosa di meglio.
Grazie 1000
Salut

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile signora, legga per cortesia il mio minforma
sull'allattamento https://www.medicitalia.it/minforma/pediatria/461-allattamento.html

La quantità di latte varia col variare del peso, si fa un calcolo abbastanza semplice, come ben spiegato nell'articolo.

Molte manifestazioni cutanee del neonato sono passeggere, da come mi descrive sembra essere ciò che viene chiamato "miglio neonatale" o "grani di miglio". Niente di grave, non metta nulla sopra, tenderanno a scomparire da soli. Va naturalmente controllato dal pediatra l'entità della manifestazione, eventuale fastidio e durata per capire se possa anche dipendere da altri fattori.

Cerchi di mantenere la calma, la poppata è un momento di grande e profonda comunicazione tra mamma e bambino, quindi dedicarsi con serenità alla stessa è essenziale. Probabilmente il piccolo succhia con voracità, non capisco cosa significa quando lei dice che sembra andare in "apnea", ma se succhia voracemente può darsi che l'inspirare e il deglutire non siano ben coordinati.

Legga il minforma, poi mi faccia sapere se le è stato utile e non esiti a ricontattarci.

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi
(scusi il ritardo nella risposta)

[#2] dopo  
Utente 120XXX

Buongiorno, il link che mi ha consigliato è stato molto utile. La bambina da 5 giorni mi salta le poppate di notte riducendole da 7 a 5. Il problema adesso è che a quasi tutte le poppate la bambina mi richiede altro latte perchè 120ml non le bastano ciucciandosi la manina piangendo. Volevo chiederle se ritiene giusto aumentare la dose a 150ml (che onestamente ogni tanto le proponevo a richiesta). Anche perchè se stiamo ai conti della dabella nel suo link siamo già fuori. 390+250= 640 lei assume con 120ml a poppata 720. Pero se calcoliamo che prima faceva 7 poppate da 120 il risultato è di 840. Quindi comunque anche dandoli 150ml a poppata satei 750 (sempre meno)! che dice!
Ho notato che mi tiene i seguenti orari +o- 7:30 - 11:30 - 15:30 - 18:30 - 21:30. La mattina riesce a tirarmi 4 ore mentre il pomeriggio no anche perchè non dorme pacifica come la mattina.

Grazie mille per i chiarimenti

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
ODDIO! Sono andata in tilt con i numeri....

Quella formula serve per stabilire la quantità minima che deve assumere, se ne assume di più ed ha fame può darglielo l'altro latte. Suggerirei però di tentare di aumentare il numero delle poppate (lo so che è un pò stressante la cosa) così l'aumento della quantità di latte rispetto al minimo è meglio distribuita e non va a sovraccaricare lo stomaco magari scatenando (per la voracità associata) anche rigurgiti.

Cordialmente
Dott.Agnesina Pozzi