Utente 259XXX
Salve, sono la mamma di una bimba di 6 mesi 1/2, la bimba è intollerante alle proteine del latte vaccino e soffre di reflusso, da qaulche settimana è raffreddata e sembra effettui un' apnea volontaria diurna, di notte è capitato qualche volta che trattenesse il respiro. Ultimamente sembra una cosa continua, alterna respiri veloci , normali e poi trattiene il respiro per almeno 5/8 secondi ma ripetutamente. E' possibile che la bimba respiri così di proposito , magari perchè io cerco di intevenire per interromprere questa apnea? e poi se le do il ciuccio questa cosa non si verifica! purtroppo io lavoro 6 ore al giorno e non riesco a monitorare meglio questa cosa ! Poi leggendo su internet ho visto che questo potrebbe essere un sintomo della sidrome di rett...tra i sintomi c'è anche movimenti stereotipati delle mani, cosa che lei ogni tanto fa' , ma pensavo volesse tentare di battere le mani ( cosa che le proponiamo sempre con canzoncine ect), sono entrata nel panico.....attendo un Vostro consulto e /o suggerimento! grazie

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signora
per apnea si intende una interruzione del respiro superiore a 20 secondi.Le cause possono essere molteplici,si associano spesso a cianosi,pallore cutaneo e rallentamento del battito cardiaco.La bimba ha bisogno di una valutazione otorinolaringoiatrica(Ristrettezza delle coane?,ipertrofia adenotonsillare?),una consulenza cardiologica con ECG e valutazione tratto QT,valutazione gastroenterologica con eventuale Phmetria per escludere un reflusso gastroesofageo,una consulenza neurologica ed EEG per escludere apnee centrali,cioè di natura cerebrale e una valutazione metabolica.Quindi come vede l'apnea non va sottovalutata ma studiata accuratamente,eventualmente monitorizzata sia di giorno che di notte con particolari apparecchi che registrano la frequenza respiratoria e la saturazione di ossigeno periferico.Si rivolga al suo pediatra per farsi guidare nell'inquadramento delle possibili cause che le ho annoverato
cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto