Utente 737XXX
Buongiorno,
vorrei un consiglio pediatrico in merito a un problema della mia bambina di 5 mesi.
La bimba ha cominciato lo svezzamento già da un mese e ieri per la prima volta, su consiglio del pediatra, ha mangiato il formaggino. Il problema è che non siamo sicuri che l'intollerenza derivi da questo, perchè nello stesso giorno,le abbiamo dato per la prima volta anche il ferro. Il dubbio è alimentato anche dal fatto che tempo fa, per un brevissimo periodo, le abbiamo dato latte artificiale senza riscontrare alcun problema(ora continua a prendere quello materno).
In questi casi cosa è necessario fare per capire precisamente quale sia l'alimento da escludere dalla dieta?
Grazie.

[#1]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile Signora
intanto il formaggino contiene inevitabilmente sostanze per la conservazione. Il ferro poi è risaputo che causa diarree negli adulti, figuriamoci nei bambini così piccoli. Piuttosto esiste in commercio un'acqua ferrosa che contiene ferro nella sua forma prontamente disponibile e non dovrebbe dare i problemi delle solite preparazioni (credo che sia della GUNA, in bustine, ma può informarsi in farmacia). Non ci dice però come si sono manifestati i sintomi che vi hanno insospettito ed in cosa consistano.
Per capire quale alimento causi problemi...si esclde dalla dieta per un periodo e poi si reintroduce ma non fate "il fai da te". Le diete di esclusione devono seguire dei protocolli precisi da parte del pediatra che è tenuto a controllare la situazione per un risultato ottimale ed una diagnosi affidabile.
Al posto di quella cosa innaturale che è il formaggino, usate un cucchiaino di parmigiano grattugiato nella pappa.

Per quanto concerne il latte materno, anche la mamma stia attenta a ciò che mangia e beve, compreso il caffè!

Cordiali saluti
Dr.Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 737XXX

grazie per la risposta,
mi scusi per la scarsa descrizione.
La bimba dopo circa 2 ora dal pranzo manifestava su quasi tutto il corpo puntini rossi, e sembrava un po spossata.
la ns pediatra ha detto che dovevamo usare i formaggini della plasmon o qualcosa di simile,io ingenuamente ho comprato quelli "MIO".Ci è stato consigliato di fare un test per verificare il tipo di intolleranza.
Ora pero' non so se ci sia la possibilità che il problema si sia verificato solo a causa del tipo di formaggino o se cio' che è successo sia comunque indice di una allergia ai latticini.
magari con quelli giusti non avrebbe avuto quella reazione! E se si tratta di un'allergia, questa potrebbe essere temporanea?

[#3]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile Signora
i gradi di allergia comunemente detta, passano da piccoli disturbi passeggeri (intolleranze) legati all'ingestione sporadica dell'alimento incriminato (o di suoi additivi, conservanti, coloranti ecc), a manifestazioni più serie che tendono a peggiorare ogni volta che s'introduce lo stesso alimento (sensibilizzazione), fino a manifestazioni gravi di allergia vera e propria (cutanee, respiratorie, gastrointestinali, ecc).

Qualunque formaggino, di qualunque marca, contiene per forza additivi e conservanti di vario tipo; se non sono polifosfati sarà qualcos'altro; ma il formaggio così morbido senza conservanti non potrebbe stare nelle scatole tanto tempo senza deteriorarsi. Guardate le etichette nei componenti.

Il discorso dell'allergia non va sottovalutato e va gestito sempre cn la'iuto e consiglioe controllo del proprio medico.
Cordiali saluti

Dr.Agnesina Pozzi