Utente 116XXX
Sono la mamma di un bambino di 4 anni e mezzo che da sempre soffre di problemi alle vie respiratorie alte: continui raffreddori a cui fanno puntualmente seguito laringiti, laringo-tracheiti, bronchiti. A ogni raffreddore segue sempre puntualmente sovrainfezione batterica che viene sempre curata con le più svariate ed inutili terapie, salvo che a risolvere il problema temporaneamente (antibiotici, cortisone, broncodilatatore, antistaminici, sedativi periferici e centrali).

Anche la prevenzione con vaccini catarrali e simili non è mai stata utile.

Test del sudore negativo.

Le ricorrenti riniti con tosse si interrompono ogni anno appena il bambino cessa di frequentare la comunità e va al mare per tre mesi.

Quarto anno di vita (primo anno di scuola materna): la situazione peggiora notevolmente. A partire dal 13 settembre 2008, giorno in cui il bambino inizia a frequentare la scuola materna, iniziano frequentissimi raffreddori (ogni 15 giorni sino ad oggi, giugno) con muco giallastro/verdastro, cui segue puntualmente dopo 3 giorni tosse incessante abbaiante senza sosta diurna e notturna, con vomito e talvolta laringospasmo. Ogni episodio (due al mese da settembre a maggio/giugno) viene trattato con antibiotico. Ogni raffreddore si trasforma in un incubo: pronto soccorso, prelievi del sangue, RX toracica sempre pulita, ricovero per accertamenti. Il risultato sempre lo stesso: nessun problema specifico. Antibiotico + cortisone.

A dicembre e gennaio, i pediatri provano con terapia per asma (puff di cortisone, puff di broncodilatatore, bentelan per bocca), ma il bambino non risponde a questa terapia. Quindi viene ricoverato per accertamenti che risultano tutti negativi. Nessuna allergia. Esami del sangue tutti nella norma. Brushing nasale nella norma. Dalle analisi nessun problema emerge. Anche la visita con l'immunolgo dà esito negativo. Tutti nella norma i valori.

Viene interrotta la terapia per l'asma. Si riprende con la terapia antibiotica ogni 15 gg a partire dal successivo puntuale raffreddore.

Il bambino inizia ad essere seguito da otorino!

A seguito di fibroscopia e risonanza magnetica viene diagnosticata sinusite e, causa scolo retronasale di muco infetto, tosse cronica. Il bambino risponde solo all'antibiotico che continua a prendere ormai quasi ininterrottamente.

L'otorino ha deciso di fare l'intervento a settembre per risolvere la sinusite e creare spazio e ventilazione nasale. Le adenoidi e le tonsille sono nella norma. Il bambino non ha mai febbre, né mal di gola, né otiti. Mai avuta influenza. Mai avuti problemi di salute di altro tipo.

Il principale problema è rappresentato dalla tosse incessante e ormai cronica che condiziona notevolmente la vita quotidiana del bambino e di tutta la famiglia.

Prima dell'intervento faremo tac toracica (per escludere eventuali ostruzioni) e esame per verificare eventuale reflusso gastroesofageo.
Chiedo gentilmente un parere su questa vicenda.

[#1]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
stavo proprio pensando ad un reflusso mentre leggevo la sua lettera ma ho letto infine che è stata presa in considerazione anche questa ipotesi. Credo abbiano fatto sia le prove allergiche che il dosaggio degli anticorpi.

La cosa che le consiglierei, prima di affrontare un intervento (e stando a Milano non avrà problemi) è quella di rivolgersi ad un medico Omeopata, che con l'anamnesi e la visita potrà senz'altro prescrivere rimedi del tutto innocui al bambino ed aiutare, se non addirittura risolvere, le sue problematiche che sembrano anche dipendere da un'anomala reattività immunitaria forse proprio per la continua esposizione a terapie a raffica.

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi




[#2] dopo  
Utente 116XXX

gentile dottoressa, innanzitutto grazie infinite per l'immediata risposta. L'omeopatia l'abbiamo provata con risultati del tutto deludenti. Le prove allregiche (prik e prelievi) sono tutte negative e le indagini immunologiche (presso immunologo pediatria san raffaele) tutto nella norma. Il problema è sinusite, lo scolo di muco infetto in laringe che, unito a ipersensibilità laringea, dà tosse perenne. se non avesse i recettori così sensibili non farebbe così tanta tosse e la cosa sarebbe sopportabile finchè non cresce un po'. La RM fatta al San Giuseppe (MI) dice: mucosa ipertrofica dei turbinati medi ed inferiori. Ipertrofica la mucosa che riveste le pareti dei seni mascellari e etmoide.Cellette etmoidali e base frontale e dello sfenoide occupati da materiale infiammatorio. ecc.. Dati antibiotici per 21 giorni, ma dopo 3 gg dalla fine della tersapia tutto ricomincia come prima.

Tutti mi dicono di pazientare che con la crescita passerà. A settembre l'otorino vuole fare l'intervento chirurgico ai seni paranasali per risolvere la sinusite. Potrebbe migliorare la situazione...

[#3] dopo  
Utente 116XXX

Mi scusi, una domanda: potrebbe indicarmi un bravissimo pediatra omeopata a Milano? Grazie.

[#4]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Mia cara signora
purtroppo ci è stato vietato sia di fare nomi che indicare terapie. Può chiamare la società italiana di Omeopatia e cercare tramite questa anche in rete.
Cordiali saluti

Agnesina Pozzi

[#5] dopo  
Utente 116XXX

Gentile dottoressa, se potessi scriverle su un indirizzo di posta privata poptrebbe indicarmi un nominativo? Nel frattempo, essendo il bimbo pieno di catarro gli sto dando Tussistin (1 cucchiaio ogni 3-4 ore) e Pulsatilla (5 globuli 3 volte al di'). Voglio riprovare con omeopatia. Non voglio più dare medicine per il momento. Il bambino era intossicato dai farmaci. La ringrazio se vorra' indicarmi un indirizzo privato o altro modo per contattarLa.

[#6] dopo  
Utente 116XXX

Gentile dottoressa, se potessi scriverle su un indirizzo di posta privata poptrebbe indicarmi un nominativo? Nel frattempo, essendo il bimbo pieno di catarro gli sto dando Tussistin (1 cucchiaio ogni 3-4 ore) e Pulsatilla (5 globuli 3 volte al di'). Voglio riprovare con omeopatia. Non voglio più dare medicine per il momento. Il bambino era intossicato dai farmaci. La ringrazio se vorra' indicarmi un indirizzo privato o altro modo per contattarLa.

[#7] dopo  
Utente 116XXX

Gentile dottoressa, se potessi scriverle su un indirizzo di posta privata poptrebbe indicarmi un nominativo? Nel frattempo, essendo il bimbo pieno di catarro gli sto dando Tussistin (1 cucchiaio ogni 3-4 ore) e Pulsatilla (5 globuli 3 volte al di'). Voglio riprovare con omeopatia. Non voglio più dare medicine per il momento. Il bambino era intossicato dai farmaci. La ringrazio se vorra' indicarmi un indirizzo privato o altro modo per contattarLa.