Utente 124XXX
Buongiorno

sono la mamma 40enne di un bimbo pre-termine (35+2) nato a maggio scorso con cesareo programmato. Il bimbo compirà 3 mesi l'8 di agosto e da quando è tornato a casa dall'ospedale soffre di reflussi, vomiti e coliche gassose. Durante la degenza in ospedale, durata 6 giorni in terapia intensiva e subintensiva, è stato in incubatrice 3 giorni(2 con ossigeno per presenza di liquido nei polmoni). Tornato a casa ha avuto subito problemi di stitichezza ed il pediatra privato mi ha consigliato di fargli fare una eco intestinale. L'allattamento è stato sin dall'inizio artificiale.
In sede di eco è stata fatta anche l'eco gastro-intestinale:
"Nel corso dell'osservazione, non mirata allo studio del reflusso gastro-esofageo, si sono evidenziati comunque due grossolani reflussi gastro-esofagei a pieno canale con transitoria risalita del cardias ma con tempo di "lavaggio" rapido".
Specifico che le eco sono state fatte quando il bimbo aveva solo 20 giorni e mangiava molto meno di ora.
Col tempo infatti la situazione è peggiorata tanto che alla fine di luglio ho chiesto al pediatra di dar qualcosa al bimbo per non farlo rigurgitare.
Risultato: PERIDON 1,5 ml (domenica pesava 6,050 kg) un pasto sì ed uno no + MYLICON 20 gocce un pasto sì ed uno no. Inoltre mi ha cambiato latte scegliendo la versione appesantita: FORMULAT 1 PREGEL.
Riccardo mangia 6 volte al giorno, ogni poppata preparo 180 ml di acqua e 6 misurini di latte artificiale, ma non li finisce tutti a tutte le poppate.
L'accrescimento è normale. Alla nascita pesava 2,900 kg ed il giorno delle dimissioni dall'ospedale 2,780 kg.

Qualche miglioramento c'è stato, ma non definitivo. Continua a rigurgitare latte a iosa anche 10 volte di seguito (liquido, come se gli fosse rimasto in bocca) a fiotto almeno 4 pasti su 6....qualche volta lo fà dopo il pasto preceduto dal Mylicon e qualche volta dopo quello preceduto dal Peridon.

Lo tengo tutto il giorno seduto su una seggiolina e solo di notte (5-6 ore) sdraiato in culla. Ho paura che avrà problemi alla schiena se continuiamo di questo passo.
Durante il giorno ci mette 1 ora circa per addormentarsi dopo il pasto e poi dorme 2 ore se mi va bene oppure 1 ora e durante l'altra ora, che lo separa dal pasto successivo, piagnucola e rigurgita. Di notte invece ora non rigurgita più (prima di sdraiarlo lo tengo 2 ore sulla seggiolina!) ma per parecchie ora si agita e si controce nel sonno.

Vorrei che qualcuno mi aiutasse a far smettere DEFINITIVAMENTE mio figlio di rigurgitare.

Grazie

[#1]  
40088

Cancellato nel 2010
Gentile signora,
il problema principale nel reflusso gastro-esofageo(che dura qualche mese) è il bruciore che esso provoca a livello dell'esofago e quindi il pianto del bambino,dopo il reflusso. Ci sono
rimedi che risolvono il problema; rimedi che vengono attuati per gradi. Si inzia con la somministrazione di un latte Antirigurgito(AR 1),un latte ispessito, che di solito,corregge anche la stitichezza.Uno dei migliori è MELLIN AR 1. Se non si ottengono risultati sufficienti, si aggiunge il secondo rimedio;che poi vi potrò suggerire.
Inoltre, non è necessario tenere il bambino tutto il giorno semiseduto, ma solo mezz'ora circa dopo il pasto.

Cordiali saluti