Utente 181XXX
buonasera! Voglio sottoporvi il mio caso, dunque è emerso broncospasmo in 2 occasioni circa 6 mesi fa.
in entrambi i casi è emerso poco dopo aver fumato. la prima volta la dottoressa del pronto soccorso mi ha fatto una siringa di cortisone. la seconda volta mi sono calmato da solo appena sono arrivato al pronto soccorso. Ho dunque pensato ad un asma da ansia, che ho da circa 2 anni (l'ansia dico) -scaturita anche dal troppo fumo-
Sono allergico a graminacee, nocciolo e betulla, ma occhi rossi e starnuti (nulla di più) sono sempre comparsi in primavera, alleviati con antistaminico AERIUS. Ma sono convito che il broncospasmo sia dovuto ad ansia, non all'allergia alle piante in quanto è emerso dopo aver inalato fumo. Ho fatto il test di cui non ricordo il nome, in cui si soffia violentemente dentro un macchinario. Negativo. Circa 2 settimane fa ci sono ricascato con la sigaretta, è tornato il broncospasmo, ma stavolta mi è tornato in più episodi, quindi anche giorni dopo aver fumato. .Il pneumologo 6 mesi fa dopo una visita sbarazzina mi prescrisse il cortisone (una sorta di VENTOLIN) che ho rifiutato di prendere, infatti prima di ricascarci con la sigaretta non ho più accusato alcun sintomo.
Quanto all'ansia non ho mai voluto andare da psichiatri in quanto non prenderei mai ansiolitici. L'ansia mi passò per un periodo quando smisi di fumare (parlo di 1 anno e mezzo fa) ma riprese pochi mesi dopo, quando ricominciai a fumare.
Ho cercato di dire tutto quello che mi è venuto in mente, la dottoressa della mutua pochi giorni fa voleva darmi la pillolina di cortisone nel caso avessi altre crisi (con irrigidimento della mano, più odioso della mancanza d'aria).
Ho rifiutato, in quanto ho scoperto che bere molta acqua (che io avevo praticamente eliminato sostituendola con bibite, birra, ecc.) può essere curativa. Domanda. Come mai di questo metodo curativo non me ne ha parlato nessun medico? (Immagino già il perchè ma vorrei che me lo dicesse un medico) E' un metodo che ho reperito su un sito di informazione alternativa.
L'irrigidimento della mano durante il broncospasmo è dovuto al sangue che si sposta dagli arti e zone periferiche verso il cervello? Perchè ultimamente mi è successo agli arti superiori, mentre 6 mesi fa agli arti inferiori? RingraziandoVi anticipatamente, Vi porgo cordiali saluti
Carlo


mani irrigidite (formicolìo)

[#1] dopo  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentilissimo utente.
Purtroppo nella sua richiesta di consulto non vi sono dati utili al fine di individuare eventuali problemi
di natura organica e/o funzionale relativi all'apparato respiratorio.
Sono fermamente convinto dopo la lettura e l'interpretazione di cio' che scrive che la natura dei suoi sintomi sia quasi esclusivamente di natura psicogena.
In ogni caso le consiglio di cercare con tutte le sue forze di smettere di fumare.
Il discorso dell'irrigidimento al braccio e' una sua impressione o vi e' un problema di altro tipo.....
ma non vi e' nessuna correlazione scientifica con quello che lei lamenta a carico dell'apparato respiratorio.

Se fossi al suo posto farei 2 cose :

cercherei di effettuare una nuova visita pneumologica, magari da un collega diverso dal precedente, visto che non e' stato soddisfatto dall'attenzione dedicata, meglio se completa di esame spirometrico.
cosi' potra' avere un a volta per tutte una panoramica chiara sullo stato di salute del suo apparato respiratorio......anche al fine di tranquillizzarla il piu possibile....

Inoltre io farei una ulteriore visita psichiatrica, che ricordo non e' la branca medica dei pazzi, bensi' quel ramo della medicina che diagnostica e cura anche le malattie dell'affezione e dell'umore.
spesso anche senza l'aiuto di farmaci....

ti saluto e se hai bisogno di altri pareri siamo a disposizione

Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli