x

x

Una neurologa specialista anche

Gentile Dottore, ho 46 anni e sono entrata in menopausa a seguito di un intervento chirurgico per tumore ovarico bilaterale al quale è seguito un ciclo di chemioterapia di prevenzione, anche se il tumore era benigno. Tutto è andato bene, senonchè, due mesi dopo la chemio sono piombata nella disperazione più totale. Su prescrizione di un neurologo, ho cominciato ad assumere xanax 0,50 mattino e sera, e Efexor 75 al mattino. Si è risolto bene in poco tempo, ma ogni tanto vengo presa da ansia, angoscia al mattino, paura immotivata. Non sapendo cosa c'era di depressione o di menopausa che mi scatenava il tutto, ho cambiato medico e mi sono rivolta a una neurologa specialista anche in psicologia. Questa dottoressa mi ha diminuito lo xanax, 0,25 mattino - 0,25 ore 13 - 0,25 sera, e mi ha prescritto Entact compresse 10 mg., da assumere 1/2 cp. al mattino per 3 giorni, 1 cp. al mattino per 10 giorni, e 1 + 1/2 cp. al mattino per 2 mesi, dandomi la disponibilità a consultarla qualora non andasse bene. Secondo lei è la terapia giusta? Riuscirò a venirne fuori da questo abisso fatto di paure e ansie? Prima dell'intervento non ero così, rivorrei la mia serenità....
Grazie infinite.
[#1]
Dr. Vassilis Martiadis Psichiatra, Psicoterapeuta 7,1k 159 114
Gentile utente,
A mio parere la buona risposta iniziale di efexor avrebbe dovuto spingere a sondare dosaggi più elevati e appropriati per i disturbi d ansia. La situazione attuale con il cambio di terapia dovrà essere valutata tra un paio di mesi.
Cordiali saluti

Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie infinite per la sua disponibilità.

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio