Utente 187XXX
Salve prendevo nozinan e xanax e stavo bene ma purtroppo il nozinan mi faceva ingrassare tanto. ho cambiato il nozinan con l'abilify ma purtroppo questo farmaco mi porta problemi di insonnia grave e non posso continuare a prenderlo. la mia psichiatra mi vuole prescrivere il seroquel. E' vero che fa ingrassare? Fa ingrassare meno del nozinan? Se fa ingrassare è perchè fa venire più fame (in questo caso riuscirei a controllarla) oppure rallenta il metabolismo? per favore rispondete alle mie domande ho tanti dubbi. grazie.

[#1]  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
l'impatto del seroquel (quetiapina) sul peso corporeo è sicuramente minore rispetto al nozinan (levomepromazina), benché entrambi i farmaci tendono sia a rallentare il metabolismo che ad aumentare l'appetito.

Per la cura di quale malattia Le vengono prescritti questi farmaci?
Sono associate le altre condizioni legate alla salute/ altre malattie?
Dr. Alex Aleksey Gukov

www.psichiatriagenova.tk
www.proiettivo.tk

[#2] dopo  
Utente 187XXX

soffro di disturbo ossessivo compulsivo ma ho anche delirio e fobie ... anche qualche mania. secondo lei se prendessi seroquel e seguissi una dieta equilibrata e andassi in palestra tutti i giorni dal lunedi al sabato, ingrasserei lo stesso? la mia paura è una sola: quando prendevo in nozinan sono ingrassata 20 kg e per perderli ho fatto una dieta ferrea e di conseguenza ho perso un bel pò di capelli. la mia paura non è il fatto di fare dieta ma di perdere i capelli. ho pensato che se da subito mangio sano e mangio tutto (compresi alimenti con ferro) forse i capelli non ne risentiranno. mi farà sicuramente bene prendere degli integratori per i capelli. lei che ne pensa? se farò così ingrasserò lo stesso?...

[#3]  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
se ci concentriamo solo sugli effetti dei farmaci sul peso corporeo o comunque solo su loro effetti collaterali, si rischia di fare errori, con la ripercussione sia sulla malattia psichica di base, sia a livello degli stessi effetti collaterali.

Non ha nessun'altra condizione di malattia? Sono stati controllati i livelli ormonali? (sopratutto gli ormoni tiroidei, la prolattina?) E' stata fatta una visita generale (medica) dal medico di base? esami di routine con l'emocromo e con l'aggiunta del profilo completo del ferro (ferro, ferritina, trasferrina), vitamina B12 e acido folico ?

Il mangiare sano, è certamente utile come approccio base e giova anche alla salute psichica, se Lei non ha allergie o intolleranze a particolari alimenti, però non so se va bene come la soluzione del problema. In questo contesto (dove c'è anche la malattia psichica ed i psicofarmaci) sembra di essere un approccio più riparativo, cosmetico, che l'approccio base, e non va bene, perché bisogna vedere il problema nell'insieme e, possibilmente, nella radice.

Se la malattia è un disturbo ossessivo-compulsivo (DOC), la terapia a base di antipsicotici (nozinan, abilify, seroquel) non è l'unica possibile e neanche la più indicata. Semmai, possono essere più indicati gli antipsicotici di vecchie generazioni, come il nozinan, ma ancora di più gli antipsicotici classici del grupppo di "buttirofenoni" (ne può parlare con il Suo psichiatra): la terapia coi farmaci di tale gruppo richiede una valutazione attenta di contraindicazioni e comunque il monitoraggio attento, ma, in paragone col nozinan incide meno sul peso. Invece l'efficacia dei farmaci come il seroquel non è abbastanza provata nel DOC e può non garantire il compenso sufficiente se è presente anche il "delirio" (bisogna anche capire a che cosa Lei si riferisce, parlando del "delirio"). In ogni modo però nel DOC gli antipsicotici di solito vengono aggiunti solo come "potenziamento" alla cura antidepressiva nei casi nei quali il disturbo è resistente a questa ultima.

Dovrebbe essere dunque valutata l'opportunità della farmaco-terapia antidepressiva. Ho visto in uno nei consulti precedenti che Lei ha assunto la fluoxetina: a parte gli effetti sul peso corporeo, è stata ben tollerata? la perdita dei capelli cade sul periodo dell'assunzione del farmaco oppure temporalmente non ne è stata legato? per quanto tempo il farmaco è stato assunto? la malattia di base ne ha tratto benefici? perché il farmaco è stato sospeso?

Sono state provate le altre cure antidepressive?

Lei scriveva che la fluoxetina, a breve termine Le ha dato effetti dimagranti. E' un fenomeno noto con tale farmaco, il quale addirittura si utilizza nei disturbi di controllo di condotta alimentare (tale effetto è però più accentuato a breve termine). In quel consulto si legge che Lei si è spaventata di tale dimagrimento. Allora sia l'ingrassare che il dimagrire La spaventa? Non discuto su aumenti o riduzioni reali del peso, ma è possibile che le preoccupazioni legate ai cambiamenti del peso siano parte della malattia psichica non compensata con le cure ?

Dr. Alex Aleksey Gukov

www.psichiatriagenova.tk
www.proiettivo.tk

[#4] dopo  
Utente 187XXX

volevo chiederle un'altra cosa. sto prendendo abilify 10 mg e sto male non dormo da 7 giorni (al massimo ho dormito 3 ore una notte, le altre notti meno di 2 ore) non mi reggo in piedi e non riesco a dormire nonostante sento sonno. Posso tornare a prendere il nozinan domani al posto dell'abilify? io col nozinan stavo bene a parte il problema del peso che è secondario. Oggi ho preso 10 mg di abilify e 0,25 di xanax a pranzo. stanotte prenderò flunox 15 mg per dormire (ma come sempre non dormirò perchè le ho provate tutte e non dormo più di 3 ore come le ho già detto). posso passare tranquillamente al nozinan domani? grazie. è importante. sto per svenire per il sonno.

[#5]  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
su internet non si può fare le prescrizioni dei farmaci, e il nostro servizio è solo informativo e orientativo, dà un materiale da discutere col curante. L'abilify a bassi dosi (10 mg) può avere effetti attivanti, che sono meno sentiti a dosi maggiori, alle quali può avere un'azione più bilanciata o addirittura sedativa, anche se l'efficacia nel DOC non è staata ancora abbastanza provata, ma bisogna astenersi dal modificare la dose, di sospendere il farmaco o di sostituirlo senza averlo concordato con lo specialista curante e sotto il monitoraggio di lui. Anche quello che ho scritto prima rispetto alla terapia del DOC non sonno le prescrizioni, ma i ragionamenti che vanno discussi col Suo specialista. Anche per il problema del sonno (che può essere legata al farmaco) bisogna contattare lui: è meglio delle altre soluzioni che possono essere "del monento".
Dr. Alex Aleksey Gukov

www.psichiatriagenova.tk
www.proiettivo.tk

[#6] dopo  
Utente 187XXX

un'altra domanda scusi. ma il seroquel a livello di efficacia è buono come il nozinan? vorrei sapere solo questo. parlo per il doc e per il delirio. :) grazie.

[#7]  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
che cosa Lei intende per il "delirio" ?
Dr. Alex Aleksey Gukov

www.psichiatriagenova.tk
www.proiettivo.tk

[#8] dopo  
Utente 187XXX

ossessioni deliranti paura che gli altri complottino qualcosa contro di me. pianti isterici. paure fobie di ogni tipo. iperattività (non riesco a stare mai ferma un secondo)...parlare da sola. delirio nel senso stretto del termine. ma il seroquel è efficace quanto il nozinan? ... non sò esattamente perchè mi hanno prescritto il nozinan sò solo che oltre al problema del peso, era un farmaco molto buono e vorrei che lo fosse anche il seroquel. grazie.

[#9]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

il suo diritto a sapere è sacrosanto.

Penso dovrebbe dedicare un intero incontro con lo psichiatra che la segue per domandare tutte le informazioni che la interessano.
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com