Depressione,crisi esistenziale, doc ecc.

Salve a tutti. Ho bisogno urgentemente di parlare con qualcuno. E' iniziato esattamente tutto a settembre, pensando di essere omosessuale. Ho passato altri 3 mesi da incubo andando da una psichiatra che mi ha prescritto zoloft e xanax. Dopo aver cominiciato a capire che non ero omosex(anche se tutt ora ho pensieri strani) quell'incubo era finito. Ad ottobre ho avuto la morte di mia nonna. E' stata devastante ma non penso sia stata la causa di quello che sto per scrivervi. Dopo aver superato quel periodo ho cominciato ad avere crisi esistenziali, non sentendomi parte del mio corpo fino a dire che ci faccio qui, chi sono io ecc? Ero riuscito a superare anche questa in qualche modo facendo tutte le cose meccanicamente, Ogni cosa che guardavo o guardo in tv mi influenza. Poi è cominciato il vero incubo pensavo e penso tutt'ora sempre al suicidio,ponendomi sempre la stessa domanda: "Penso di non pensare"? Perchè penso? Perchè faccio questo? E' cominciato tutto da qui. Ero riuscito anche a superare questa. Ma ora ho un problema più grosso. Non vado più dalla mia psichiatra, ho smesso la cura, prendo solo xanax mattina e sera. Il mio problema ora è questo: "NON SO VIVERE". Non ho la minima idea di come si faccia. Mi sento vuoto senza speranza non riesco ad appoggiarmi piu alla fede. E' una sensazione che non so spiegarvi è difficile da chiarirvi. Non so vivere sapete cosa significa? Non lo so fare. A volte penso che con il tempo sto diventando demente che più passeranno i giorni e più scemo diventerò. Non so cosa fare, non so fare più niente. Ora mentre scrivo mi dico ma perchè sto chiedendo aiuto se voi non esistite? Perchè bisogna guarire? Perchè siamo alla ricerca della felicità e non della tristezza ad esempio? Dottori aiutatemi non so vivere, di questo passo divento schizzofrenico. Perchè non so vivere? Sto malissimo. Ho un vuoto dentro, una paura. Non riesco a capire se non so piu vivere o non riesco piu a riabituarmi alla realta'. Perchè devo vivere? Perchè? A sto punto meglio la morte se non c'è niente qui. Ma poi penso a mia mamma che mi chiama angelo a mio padre e penso ma se esistono davvero e mi ammazzo non ammazzo anche loro? Ma questa sensazione di NON SAPER VIVERE non so come affrontarla. Non voglio andare di nuovo dalla psichiatra perchè alla fine solo io posso superarla. Ma ne vale la pena davvero vivere, esistere, fare qualcosa, e come si vive soprattutto? Pensare che avevo una vita spensierata. Quest'estate ho subito un lieve trauma cranico non so se può centrare qualcosa ma ve lo dico ugualmente. Grazie a tutti! Arrivederci.
[#1]
Dr. Piergiorgio Biondani Psichiatra, Medico di medicina generale, Perfezionato in medicine non convenzionali, Psicoterapeuta, Sessuologo 1,5k 44
Gentileutente,
non mi sono del tutto chiare le motivazioni per cui ha sospeso la terapia e non si è più fatto seguire dalla sua Psichiatra,tuttavia la consiglierei caldamente di riprendere i contatti con lei per una rivalutazione ed un 'approfondimento della sua situazione,Potrà così avvalersi anche di un supporo terapeutico che le potrà essere di sostegno in questo particolare periodo.
Cordiali saluti
Piergiorgio Biondani.

Dr. piergiorgio biondani

[#2]
dopo
Utente
Utente
Perché dottore le sedute cominciavano a pesare sulle tasche dei miei e cominciavo ad avere segni di miglioramento. Cordiali saluti.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio