Depressione, ansia e impotenza

Buongiorno,

da circa 2 mesi mio marito soffre di ansia...ha iniziato a non dormire più la notte, ad avere crisi di pianto, tremori, agitazione e paranoie, come sensi di colpa nei miei confronti (anche su cose passate e già chiarite da anni)....lui in genere ha un carattere allegro ed è una persona molto attiva, quindi questo stato non gli appartiene.
Da sempre viviamo una situazione economica difficile ma soprattutto ultimamente i problemi sono aumentati e quindi abbiamo pensato che la causa fosse questa. Inoltre anche al lavoro è vittima di mobbing, cosa che non lo aiuta. Ha fatto le analisi del sangue e delle urine una settimana fa, dopo aver parlato col medico di famiglia di questo problema..le analisi sono risultate nella norma, tranne dei livelli bassi (ma comunque che rientrano nei minimi) di vitamina b12 e ferro. C'è da dire però che al momento del prelievo mio marito assumeva già da una settimana un integratore di vitamina b12 consigliato da un farmacista quando gli abbiamo detto che eravamo vegani da 6 mesi, cioè che non mangiavamo carne, pesce, latticini e uova. Da quel momento mi sono documentata e ho letto che la carenza di b12 può causare depressione e disturbi di natura nervosa. E dato che i livelli di b12 e ferro rientravano appena nella norma dopo una settimana di assunzione dell'integratore, mi viene il dubbio che prima di assumerlo la b12 fosse notevolmente carente......i miei dubbi sono fondati?
Dal momento dell'assunzione dell'integratore mio marito è migliorato, non ha più avuto crisi di pianto o forti paranoie, però continua ad avere un'ansia di fondo che non lo fa vivere serenamente. Abbiamo ripreso a mangiare formaggi e uova, che contengono b12, e ora siamo solo vegetariani. Lui dice che non è per i problemi economici, perchè quelli ci sono sempre stati e lui per carattere (cosi come me) li ha sempre affrontati con ottimismo.......ma allora non riesco a capire cosa possa essere? L'integratore dovrebbe avergli fatto recuperare completamente le sue funzioni...o serve altro tempo per recuperare un'eventuale carenza? Adesso sono iniziati anche dei problemi di impotenza.....quando fino a 2 mesi fa lui era molto attivo anche da quel punto di vista. Lui stesso se ne risente e continua a scusarsi per tutto, ma io gli ripeto di stare tranquillo perchè penso che altrimenti è peggio....però non sò come aiutarlo....cosa devo fare? Cosa può essere? Vorremmo evitare farmaci ansiolitici.....abbiamo valutato delle sedute da uno specialista ma non possiamo permettercele economicamente......vorrei un consiglio per favore......grazie.
[#1]
Dr. Matteo Preve Psichiatra, Medico delle dipendenze, Psicoterapeuta 411 10 17
Caro utente credo che la situazione da lei descritta meriti un ulteriore aprofondimento da farsi in sede ambulatoriale. Dovreste rivolgervi ai servizi di competenza territoriale e quindi ad uno specialista per poter avere anche migliori informazioni riguardo a questo stato di malattia.

Dr. Matteo Preve
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia Cognitiva

[#2]
Dr. Matteo Preve Psichiatra, Medico delle dipendenze, Psicoterapeuta 411 10 17
...mi viene il dubbio che prima di assumerlo la b12 fosse notevolmente carente......i miei dubbi sono fondati?...

credo che i suoi siano dubbi infondati. Un livello ai minimi di vitamina B12 se persiste per diverso tempo da anche alterazioni a livello dell'emocromo (dei globuli rossi in particolare che lei non ha riferito)

..L'integratore dovrebbe avergli fatto recuperare completamente le sue funzioni...o serve altro tempo per recuperare un'eventuale carenza?..

...Se siete vegani o vegetariani la carenza di B12 può manifestarsi nel tempo, ecco perchè è consigliabile assumere degli integratori nel tempo, sempre secondo consiglio medico.

sò come aiutarlo....cosa devo fare? Cosa può essere?

in questo caso appunto dovreste rivolgervi ad un medico di medicina generale (che può fare una diagnosi differenziale e consigliarvi nel caso uno specialista di riferimento, se ce ne fosse necessità)

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test