Paroxetina e disfunzioni sessuali

Buongiorno, mi sono rivolto i primi giorni di marzo ad uno Psichiatra a causa di un problema di ansia continua con somatizzazione consistente nella difficoltà nel mangiare (non riuscivo a mangiare in quanto mi sentivo lo stomaco chiuso e se forzavo correvo il rischio di vomitare). Questo problema ormai non si verifica più da due mesi grazie molto probabilmente al trattamento con Sulamid e Dropaxin. Il problema è che da quando ho iniziato la cura ho difficoltà nel raggiungere e mantenere l'erezione, nel raggiungere l'orgasmo, ho un calo del desiderio e nessuna-poca soddisfazione sessuale durante masturbazione o rapporti sessuali. Prima di iniziare questa cura, nonostante stessi poco bene non ho MAI avuto problemi del genere. Io prendo 50 mg di Sulamid al giorno (anche se questo mese devo scalarlo gradualmente fino a 1/4 di pasticca ogni due giorni, da ieri infatti prendo mezza pasticca ovvero 25 mg) e 40 mg di Dropaxin al giorno (ovvero 4 ml) (aumentati gradualmente fino a 40 mg raggiunti a fine aprile nonostante i continuassi ad illustrare al mio specialista la presenza di questi effetti collaterali). Il mio specialista afferma, nonostante gli abbia presentato l'abstract di uno dei tanti articoli scientifici che trattano l'argomento, che la causa di ciò potrebbe essere il Sulamid mentre dalle informazioni che ho ricavato dagli studi presenti in letteratura la causa è la Paroxetina. Il mio specialista dice inoltre che il mio caso era trattabile solo con Paroxetina e non con altro. Volevo avere una "second opinion" da uno di voi specialisti, per prendere in considerazione la possibilità di rivolgermi ad un altro specialista in Lombardia essendo io uno studente fuori sede. In attesa di una risposta porgo i miei cordiali saluti.
[#1]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 3.8k 220
Sia l'amisulpride (*Sulamid *Deniban) sia la paroxetina possono produrre gli effetti colleterali della sfera sessuale che lei lamenta. In particolare il Sulamid può ridurre la libido attraverso l'aumento della prolattina, mentre la paroxetina può ridurre la potenza sessuale e,molto spesso, ritarda o blocca l'eiaculazione attraverso l'inibizione del riflesso cremasterico.

Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2]
Utente
Utente
La ringrazio per la risposta. Volevo sapere se in genere gli effetti prodotti da tali farmaci si esauriscono con la fine del trattamento, in quanto su internet ho letto di casi in cui gli effetti di antidepressivi del tipo SSRI rimangono anche dopo la fine di questo.
Dia un occhiata a questo link:
https://it.wikipedia.org/wiki/PSSD
Cordiali saluti.
[#3]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 3.8k 220
E' vero quanto è scritto sulla voce di wikipedia, ma, a mia esperienza, in una percentuale molto bassa di casi, in soggetti di età presenile.
Disfunzione erettile

La disfunzione erettile è la difficoltà a mantenere l'erezione. Definita anche impotenza, è dovuta a varie cause. Come fare la diagnosi? Quali sono le cure possibili?

Leggi tutto