x

x

La sua terapia o il medico

Buongiorno gentile dottore , vorrei subito precisare che ho già avuto consulti a medicitalia in campo neurologico perchè da due anni, dopo molte ricerche ad internet che forse hanno aggravato la mia situazione, ho dei disturbi che mi facevano pensare a malattie neurologiche come la sclerosi multipla e, al dire il vero seguendo i consulti del collega di medicitalia , che passo dopo passo mi ha indicato, tramite il mio medico di base, quale visite e esami dovevo fare, abbiamo escluso possibili cause neurologiche e colgo l'occasione per ringraziarlo e vorrei complimentarmi con tutto lo staff di medicitalia e in particolar modo con voi medici che offrite la vostra professionalità a tutti gli utenti.
Sono ormai 2 anni che convivo con dei strani sintomi, tutto è iniziato il mese di giugno del 2011, quando dopo un' evento emotivo direi stressante, che sono stato molto colpito di cui oggi continua, al punto che di notte non riuscivo a dormire ho avvertito dei strani sensi di sbandamenti, non so se chiamarle vertigini, comunque di natura soggetiva.
Di seguito si sono associati altri sintomi di cui: dolore al collo, formicolio in tutto il corpo e al volto come una ragnatela , strane pulsazioni ai muscoli del corpo, visione offuscata, tremori, insonnia, sbalzi di umore continui, minzioni frequenti, forti indecisioni al punto di non riuscire a programmare le mie giornate, continui acufeni di giorno e di notte, intolleranza ai rumori al punto di non riuscire a sentire le urla dei bambini mi sembra di impazzire , molto nervosismo. Tutte questi sintomi sono transitori durante il giorno , raggiungono il picco massimo in circa due ore e poi regrediscono per presentarsi dopo alcune ore. TUTTO QUESTO HO NOTATO CHE SI ACCENTUANO QUANDO PARLO TANTO O SE RESPIRO VELOCEMENTE , sembra come se non arivasse sangue o ossigeno al cervello.

Come dicevo prima, visto che abbiamo escluso patologie organiche con i seguenti esami:
ECOCARDIOGRAMMA NELLA NORMA.
PROVA DA SFORZO NELLA NORMA.
ECODOPPLER TSA NELLA NORMA.
RX TORACE NELLA NORMA.
ESAMI DEL SANGUE TUTTI NELLA NORMA.
ESAME OTORINO CON PROVE VESTIBOLARI NELLA NORMA.
RMN ENCEFALO NELLA NORMA.
RMN COLONNA CERVICALE:
Non si rilevano alterazione della morfologia a del segnale dei matemeri.
Regolare la morfologia del canale spinale.
Spondilosi somatica con artrosi interapofisaria.
I dischi sono assottigliati e mostrano segni di disidrazioni.
Piccola ernia postero lateralesinistra allo spazio c4-c5.
Allo spazio c6-c7 una seconda ernia, più grande, postero laterale sinistra con interessamento del canale di coniugazione.
Normali morfologia e segnale del midollo.
L’ultima visita è stata dal neurologo che ha escluso cause neurologiche e mi ha detto che
È uno stato ansioso depressivo con somatizzazione, e che le ernie alla cervicale hanno poco valore con i miei sintomi, mi ha dato una cura per un mese con
CYMBALTA 30 Mg UNA DOPO COLAZIONE X I PRIMI 7 GIORNI POI DA 60 Mg PER IL RESTO DEL MESE.

TRITTICO 75 Mg 1/3 ALLE ORE 16,00 E 2/3 ALLA SERA. PER UN MESE E POI UN CONTROLLO.

Al dire il vero rimasi un pò spaventato dalla diagnosi e dai farmaci da assumere, allora consultai il mio medico di base se magari era il caso di iniziare la terapia. Il mio medico di base al vedere la diagnosi e la terapia mi disse che non mi vedeva così grave per eseguire questa terapia e mi prescrisse Alprazig da 75 mg 5 goccie al mattino e 5 al pomeriggio e poi 10 alla sera x un mese e poi controllo.
Al dire il vero oggi è un mese che prendo alprazig è devo dire che i sintomi che accusavo sono quasi del tutto spariti , restano solo forti sbalzi di umore durante il giorno.
Per finire vorrei un suo parere , è meglio seguire il neurologo con la sua terapia o il medico di base.
Grazie di cuore
[#1]
Dr. Marco Paolemili Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 233 6
Il problema del farmaco che sta prendendo adesso è che è un ansiolitico. Finito il suo effetto sui recettori, l'ansia potrebbe non sparire mai. Forse veramente il suo non è un disturbo così grave, ma un Cymbalta al giorno potrebbe giovarle ancora di più!

Dott. Marco Paolemili
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia Cognitivo Comportamentale
www.mens-sana.biz

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie gentile dottore per il suo consiglio, le vorrei fare alcune domande in merito alla mia situazione di salute.
1)Tutti questi sintomi che io ho elencato sono riconducibili realmente ad un problema di ansia e depressione?
2)dovrei consultare uno psichiatra o il medico di base può aiutarmi.
3) come mai quando parlo per molto tempo sento che questi sintomi aumentano in maniera esagerata specialmente gli sbandamenti e gli acufeni, sento la testa tra le nuvole, sembra di svenire , poi pian pian passa tutto.
Grazie ancora per la sua disponibilità:
[#3]
Dr. Marco Paolemili Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 233 6
Gli accertamenti che ha fatto e la visita neurologica escludono altre cause. Le piccole ernie che ha a livello della colonna cervicale potrebbero giustificare il formicolio e il dolore al collo, che tuttavia sono spesso amplificati quando si è in uno stato d'ansia. I sintomi poi possono aumentare quando è più stanco o quando l'ansia, appunto, aumenta come quando parla per lungo tempo ed è a contatto con altre pesone.
La terapia che le ha dato il medico di base non è la più adatta, consulti uno specialista in psichiatria.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottor Paolemili mi scuso se la contatto dopo molto tempo, sembrava che la cosa stava andando bene con l'ansiolitico alprazig (che ho terminato all'inizio dell'anno) oggi mi ritrovo a vivere con gli stessi sintomi descritti nel precedente post, ho tanta angoscia perchè non riesco a vivere bene . Da qualche mese si è aggiunta anche una strana cosa, che girando su internet sembra essere la derealizzazione o depersonalizzazione, in modo particolare la sera mi sembra tutto un sogno.
Ora dopo due visite neurologiche con esami diagnostici (rm e angio rm encefalo tutto nella norma) sono un pò confuso di cosa possa trattarsi , ansia depressione o cos'altro. La mattina sembra che sia tutto a posto ma poi dopo 2 o 3 ore iniziano tutti i miei broblemi: ACUFENI VERTIGINI DOLORE AL COLLO SINO ALL'OCCHIO POCA CONCENTRAZIONE VUOTI DI MEMORIA E SENSO DI IRREALTA'. O visto ad internet che tali sintomi sono dovuti anche dalla schizofrenia ho tanta paura di un disturbo del genere, comunque riesco con tanti sforzi a condurre una vita regolare, ho famiglia e lavoro, nessuno riesce a notare i miei problemi. Tutto questo lo vivo da 4 anni dopo un lungo periodo di stress lei cosa ne pensa cosa possa essere.Scusi per le tante cose che ho elencato.Grazie anticipatamente
[#5]
Dr. Marco Paolemili Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 233 6
I sintomi che descrive possono essere sintomi di ansia.
Se legge i post precedenti, si renderà conto del perchè i sintomi sono tornati, anche se in forma diversa, dopo che ha smesso Alprazig, un asiolitico. Come le dissi, quel tipo di terapia tratta i sintomi, ma come la sospende smette di funzionare.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie per l'immediata rsposta sicuramente come lei dice sarà il caso di fare una visita psichiatrica
almeno avrò una diagnosi un percorso terapeutico . Non vorrei insistere ma le vorrei fare un'ultima domanda; ma gli acufeni sono allucinazioni uditive o ben'altro, la schizofrenia causa sintomi del genere o è tutt'altro, premetto conduco una vita lavorativ a e familiare normalmente, diciamo che oltre mia moglie nessuno si rende conto de i miei problemi. Grazie ancora e complimenti per quello che fate ,siete di grande aiuto.

L'acufene (o tinnito) è un disturbo dell'orecchio che si manifesta sotto forma di ronzio o fischio costante o pulsante. Scopri i sintomi, le cause e i rimedi.

Leggi tutto