Disturbo di somatizzazione

Buongiorno, e' possibile o normale che dopo circa un mese e mezzo di sospensione dei farmaci che mi avevano fatto guarire, ci sia stata una recidiva , una ricaduta di questi sintomi? E' un disturbo cronico ad andamento altalenante? O si può eliminare del tutto ?

La mia psichiatra mi ha consigliato di riprendere cymbalta 30 mg, ripserdal mezza pastiglia. Ho fatto una cura di sei mesi con quei farmaci ed ero guarito. Lei dice che forse la guarigione è imperfetta e ci vuole più tempo.

Faccio già psicoterapia cognitiva comportamentale.

[#1]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 3.9k 197 21
Gentile utente,
la sua psichiatra ha ragione, sei mesi è un periodo troppo breve. La sua non è una recidiva, ma la continuazione della patologia di cui soffre, che i farmaci avevano curato con ottimi risultati, ma che per ora deve riprendere.
Cordiali saluti

Franca Scapellato

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie, purtroppo faccio fatica a contattarla perchè volevo sapere per quanto tempo fare questa terapia. Nell'attesa aspetto a prendere le medicine? pochi giorni o una settimana non credo cambino tanto.
[#3]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 3.9k 197 21
Se le ha detto di riprenderle le riprenda, comunque dovrà proseguire per alcuni mesi, il trattamento in genere si continua per almeno un anno per evitare ricadute.
[#4]
dopo
Utente
Utente
domani comincio la nuova terapia per un mese e poi vedremo come sto. adesso pensa che il dosaggio di 30 di cymbalta durerà per molti mesi?

Pensa che guarirò definitavamente?
[#5]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 3.9k 197 21
Mi dispiace, ma non è possibile fare una diagnosi senza una visita diretta, né tantomeno una prognosi.
Sentirsi meglio, non avere più ansia e sintomi somatici dovrebbe essere l'obiettivo prioritario, più che guarire che è un concetto più vago.