Utente 232XXX
Buona sera gentili dottori,mi rivolgo ancora a voi per un'informazione.Innanzitutto grazie,questo sito e specialmente questa sessione mi sono stati di aiuto,guida e conforto in un momento davvero difficile della mia vita,ho richiesto infatti molti consulti e ringrazio,ancora i professionisti che mi hanno risposto,indirizzata ed aiutata e ringrazio fin da ora chi vorrà rispondermi.Non starò qui a ripetere tutta la mia storia,ci vorrebbe un libro,chi vorrà potrà rileggere i miei consulti.Circa 17 mesi fa mi fu diagnosticato un disturbo bipolare di tipo 2,il mio percorso é stato duro,in certi momenti devastanti,fatto di ricoveri(volontari) terapie farmacologiche che però purtroppo mi davano troppi effetti collaterali che ho sopportato ma che alla fine mi hanno costretta a smettere.Premetto che ho anche altri problemi fisici(gastrite cronica atrofica,ulcere con metaplasie,fibromialgia,celiachia con grossi problemi intestinali,endometriosi etc...) quindi difficile convivere ed affrontare tutto questo.Spesso non é facile trovare lo specialista che ti segue bene,ci sono bravi medici e cattivi medici,cosi come ci sono cattivi e bravi pazienti.Ho avuto poi un crollo a causa del mio disturbo bipolare e a causa dei miei disturbi fisici in un circolo vizioso che si alimentava.Dopo mesi di psicoterapia,di dolori sofferenze fisiche psicologiche e famigliari ho affrontato il mio percorso da sola.Da qualche mese mi hanno diagnosticato la fibromialgia ed il reumatologo mi ha prescritto il samyr,ma il mio psichiatra mi ha detto di non prenderlo e di andare prima in visita perché voleva vedere analisi ed indagini svolte.Ad oggi dopo tutto sono esausta psicologicamente e fisicamente e anche se non sono grande fan dei psicofarmaci e farmaci in genere,se si rendono necessari in alcuni situazioni non ho obiezioni.Purtroppo li abbiamo provati tutti(cipralex,depakin,lamictal,levopraid per la nausea e la somatizzazione,agomelatina oltre ai vari en,xanax per calmarmi nei momenti del bisogno) solo per citarne alcuni(la lista é molto più lunga) e tra reazioni allergiche,allucinazioni,disturbi gastrici invalidanti,tremori continui,tachicardia,problemi al fegato etc...ho dovuto sospendere la terapia.Volevo chiedere il samyr come indicazione é un antidepressivo,ma in che modo?qual'è il suo meccanismo di azione?mi hanno parlato del gluconato di litio contenuto in alcuni integratori "naturali" adatti anche a bambini e donne in gravidanza quindi deduco che non abbia effetto terapeutico.potrei avere delucidazioni su questo oligoelemento?so che il litio si usa per il disturbo bipolare come stabilizzatore di umore,ma questo gluconato di litio viene proposto come integratore anche in erboristeria e visto che mi sento abbastanza giù di umore vorrei provarlo.Per favore potete darmi delucidazioni a riguardo sul samyr e su questo gluconato visto che non vedrò il mio psichiatra prima di 10 giorni e comunque ci tengo a sapere il vostro parere.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Il litio va usato in dosaggi precisi e non si usa perché ci manca, quindi non è un integratore. I disturbi non si curano "provando" prodotti di erboristeria.
Lo psichiatra penserà a scegliere il farmaco. Se il litio come farmaco non è stato provato, significa che una delle cure standard per il disturbo bipolare ancora non è stata provata. Non è detto che invece la cura debba comprendere farmaci della categoria "antidepressivi".
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 232XXX

Grazie per la risposta Dr Pacini.Si,so che il DB si cura anche e soprattutto con altri farmaci e non solo,con gli sssri,ma anche con antiepilettici(depakin,lamictal &co) antipsicotici atipici etc.....Purtroppo avendo avuto esperienze negative ed essendo i farmaci limitati,nel senso che ci sono diversi principi attivi,dosaggi da trovare a me fisicamente hanno distrutto,cmq non posso chiedere un parere qui perché so che non si possono dare indicazioni sui farmaci.Vorrei solo chiedere cosa fosse il gluconaato di litio e come mai é presente in alcuni integratori che si vendono ovunque (ad esempio integratori Pegaso) e come sia possibile?forse perché il dosaggio di gluconato di litio é inferiore a 0,90?Vorrei solo capire di cosa si tratta e anche capire come funziona il samyr e come mai mi é stato prescritto per la fibromialgia e come può agire sulla depressione???grazie

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Le ripeto, la litio-terapia del disturbo bipolare non è basata sul concetto di integrazione di un elemento che manca. La presenza sul mercato di determinati prodotti non è necessariamente un elemento di interesse medico.

Il samyr è un farmaco con proprietà antidepressive, e come diversi altri analoghi è una possibilità nella fibromialgia, però ne esistono altre, tra cui, per chi soffre di disturbo bipolare e non può prendere antidepressivi, il pregabalin.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 232XXX

Grazie ancora dr Pacini per la risposta e le spiegazioni.Ho capito ora cosa intende dire che il litio come terapia per il DB non si basa sul principio di integrare.Chiedo ancora però il GLUCONATO DI LITIO come é possibile che sia presente in alcune terapie,integratori,farmaci naturali venduti in erboristeria senza ricetta e a chiunque?so che il litio ha cmq effetti collaterali...può gentilmente spiegarmi questa cosa.in un integratore della pegaso tra i componenti c'è il gluconato di litio 0,82 di cosa si tratta?ovviamente il dosaggio é minimo.capisco che per il medico psichiatra spesso il concetto di terapia naturale in disturbi psichiatrici importanti non é accettabile e che molti pazienti hanno paura del psicofarmaco perché c'è una certa disinformazione,quando é chiaro che il psicofarmaco in certe situazioni si rende necessario come un antibiotico in caso di polmonite grave,allo stesso tempo é altresì vero che oggi troppo spesso per disturbi lievi c'è il ricorso sia da parte del medico che del paziente al psicofarmaco che comunque é un farmaco di una certa importanza sia come effetti che come effetti collaterali.apparte questa considerazione la ringrazio per la sua indicazione di cui discuterò con il mio psichiatra e le chiedo come mai il samyr non viene considerato un antidepressivo dai medici e come agisce e le rinnovo la domanda sul gluconato di litio presente in certi prodotti da banco.forse dovrei postare la domanda nella sezione medicina non convenzionale ma ho ritenuto postarla in questa sede per ovvi motivi.il pregabalin cos'è e come può agire sulla fibromialgia?scusi le tante domande spero che avrete voglia e tempo di rispondere.grazie

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"farmaci naturali venduti in erboristeria senza ricetta e a chiunque?"

Appunto. E' una realtà commerciale, sul piano medico può anche non avere alcuna corrispondenza.

Il concetto di terapia naturale non è che non sia accettabile, è inesistente. Non significa niente terapia naturale. Non significa niente di preciso neanche psicofarmaco, è un termine per indicare un farmaco usato per problemi che riguardano la funzione mentale.
Lievi o gravi che siano i disturbi, ci sono farmaci indicati e altri che non hanno niente a che vedere con quella situazione.
Il samyr è un antidepressivo, ma efficace in forme depressive di entità modesta, il meccanismo chimicamente parlando poco importa, ce ne sono diversi di meccanismi, non è questa la sua particolarità.

Non esiste neanche il concetto di medicina non convenzionale, a meno che non si intenda che alcune branche della medicina da noi sono poco praticate o conosciute. Ma se è per questo anche molte conoscenze della medicina ufficiale non sono ben conosciute o praticate.

Il pregabalin è uno dei farmaci provati sulla fibromialgia. Il "come" agisce non è che sia molto importante per chi lo usa, nel senso che i meccanismi d'azione sono questione tecnica incomprensibile per chi non ha nozioni in questo settore, e comunque il funzionamento viene misurato come tale, non è una teoria in cui deve esserci una spiegazione sul "come" funziona un medicinale.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 232XXX

Dr Pacini grazie ancora per le sue risposte celeri ed esaustive.Concordo con Lei,il concetto di psicofarmaco é vago ce ne sono di diversi tipi con diversi principi attivi,dosaggi e meccanismi di azione,volevo solo dire che rispetto ad altri farmaci sono più impegnativi sia come effetto,sia come effetti collaterali e sia perché agiscono,come Lei dice,sulla sfera mentale.La paura di molti pazienti psichiatrici di assumere psicofarmaci(antidepressivi,antipsicotici &co) risiede secondo me sia nel disturbo stesso del paziente,sia però anche nel fatto che un antidepressivo cosi come altri psicofarmaci non sono acqua fresca.neanche un antibiotico o un antinfiammatorio sono acqua fresca ed il loro uso e abuso porta ad effetti negativi pesanti,ma di solito l'uso é molto limitato.Per quanto riguarda il,PREGABALIN,nome commerciale lyrica,l'ho preso anni fa,non avevo collegato che fosse il pregabalin il principio attivo.Purtroppo il lyrica mi procurava alcuni effetti indesiderati forti tra cui una sonnolenza forte,continua e invalidante davvero,da li é stato aggiunto lo zoloft ed é iniziato l'incubo:tremori,nausea,disturbi gastrici,tachicardia,incubi,confusione.ero allucinata irreale.poi sono state cambiate le terapie come le ho scritto già ma purtroppo gli effetti collaterali erano davvero invalidanti.Ora mi trovo in una situazione davvero debilitante e brutta perché ho vari disturbi(gastropatia con ulcere metaplasie ulcere ed helicobacter,endometriosi,fibromialgia,flogosi intestinale con polipi stenosi e intestino abbassato con conseguenti dolori gorti,allergie varie forti(glutine,lattosio,polvere,muffe) timpano rotto) insomma tutto insieme diventa davvero invalidante il tutto accompagnato da depressione,rabbia e debolezza in un circolo vizioso orribile.Ho incontrato nel mio cammino ottimi medici e uomini e pessimi medici,,spesso noi pazienti dobbiamo combattere per essere ascoltati ed aiutati.se fossi sua paziente lei cosa mi consiglierebbe?perché il mio psichiatra non vuole che prenda il samyr prescritto dal mio reumatologo.i professionisti nei casi complessi dovrebbero collaborare tra loro invece mi trovo spesso con l'otorino che mi da una terapia,il gastroenterologo un'altra,il psichiatra un'altra ed ognuno pensa al suo.io purtroppo questi disturbi li ho davvero in più somatizzo e mi perdo in questo caos e la mia situazione psicologica non ne trae beneficio ma peggiora.mente sana in corpo sano sono un unicum e questo é certo.che consiglio può darmi.io voglio vivere non,sopravvivere.