Utente
Buongiorno? Circa 2 anni fa ho avuto il mio primo attacco di panico al lavoro, susseguito da altri episodi x i quali ho chiamato il 118 non conoscendo questo fenomeno della psiche. Premetto che non ero soddisfatto della mia vita lavorativa, mi sentivo un fallito. Con il tempo ho imparato a conoscere i sintomi e la mia psiche, sono andato da un psichiatra che vista la mia situazione mi ha dato deli prodotti omeopatici, ritenendomi una persona solare e con problemi lievi. Ho cambiato lavoro, ho trovato una persona speciale che mi ha aiutato, nonostante questa mio cambio di vita a periodi soffro di ansia, stretta allo stomaco e un malessere "interno". Circa 2 mesi fa ho avuto un piccolo attacco di panico, ma conoscendolo l' ho superato anche se per tutto il giorno mi sentivo " debilitato" fisicamente e soprattutto psicologicamente. L'altra cosa importante , che credo sia correlata, e' la mia insonnia che ormai mi accompagna da moltissimi anni: mi addormento facilmente, ma ho risvegli notturni che si alternano a quelli prossimi all'alba. Di notte a volte digrigno i denti e mi sveglio con una fastidiosa sensazione di nervosimo e stanchezza. In generale le notti visssute cosi' sono l'80x100. Da circa 2 settimane ho provato a prendere 20 goccie di lexotan ma con risultati alternati, sogno molto, a volte dormo abbastanza bene e a volte no.Prima di andare da uno specialista ( meglio psichiatra o neurologo) , vorrei un vostro parere. Principalmente quello che vorrei risolvere e' il dormire serenamente!!! Attendo una gentile risposta. Ringraziando anticipatamente porgo i miei saluti.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente

L'insonnia costituisce un sintomo correlabile a disturbi dell'umore o disturbi d'ansia.

È il caso di sentire il parere di uno psichiatra per un trattamento adeguato, ponendo attenzione sul fatto che rimandare trattamenti validati per i suoi disturbi può cronicizzare il disturbo nel corso del tempo.

L'utilizzo di benzodiazepine deve essere limitato nel tempo.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente
Grazie x la sua veloce risposta! Nel frattempo, finche' non ricevero' un parere da uno specialista mi potrebbe consigliare qualche farmaco per dormire? Grazie e buona giornata

[#3] dopo  
Utente
Ultima domanda: secondo voi specialisti l'ansia e gli attacchi di panico possono essere ereditari? Mio nonno era molto ansioso e mia madre pure, inoltre ha sofferto x un piccolo periodo di attacchi di panico.Grazie ancora

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Come da condizioni di servizio non posso fornire nessun suggerimento prescrittivo.

L'ereditarietà di alcuni disturbi è da correlarsi anche a fattori ambientali.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139