x

x

Antidepressivo

Buonasera e buona pasqua innanzitutto
Sono una ragazza di 24 anni, da circa 2 in cura per un disturbo da attacchi di panico. Circa 3 mesi fa il mio nuovo psichiatra mi ha cambiato la cura, facendomi gradualmente passare da Cipralex (10 gocce all giorno ) a Elopram 15 gocce. Ora però ho un'urgenza: mi sono resa conto di aver inavvertitamente assunto erroneamente , per circa 2 settimane, il cipralex invece dell'elopram, confusa dalla confezione molto simile dei due farmaci. Pensando si trattasse del solito elopram ho preso 15 gocce di cipralex. Sono infatti più o meno 10 giorni che avverto sintomi fisici come tachicardia, perenne agitazione e nausea, vertigini. Ormai credo di aver compromesso la terapia con elopram e la dovrò probabilmente iniziare da capo. Però nell'immediato non saprei come agire, non potendo chiamare il mio psichiatra proprio a Pasqua!
Cosa faccio? Scalo il cipralex e pian piano riprendo elopram? Come mi comporto già da stasera?
grazie in anticipo.
[#1]
Dr. Alex Aleksey Gukov Psichiatra 2.8k 118 6
Gentile utente,
Buona pasqua anche a Lei.

Perché è stato deciso di passare da cipralex a citalopram ?
Come Lei tollerava prima 10 gtt di cipralex ?

Dr. Alex Aleksey Gukov

[#2]
dopo
Utente
Utente
Da quel che ho capito perché , assumendolo ormai alla stessa dose da circa 2 anni, l'effetto che mi faceva era diventato "quasi nullo" o comunque blando, e in più perché secondo lui nel mio specifico caso l elopram sarebbe risultato più efficace.
Il cipralex lo tolleravo benissimo, però durante la terapia ho avuto una ricaduta, dopo quasi 2 annetti di assunzione (per quel motivo infatti sono tornata da uno psichiatra)
per essere più specifici la mia diagnosi era disturbo di panico con sintomi come derealizzazione e depersonalizzazione...
[#3]
Dr. Alex Aleksey Gukov Psichiatra 2.8k 118 6
Lei chiede:
"Cosa faccio? Scalo il cipralex e pian piano riprendo elopram? Come mi comporto già da stasera?"

- Visto che l'errore dura già da due settimane, la cosa migliore di tutto è aspettare il momento quando potrà contattare il Suo psichiatra e fino ad allora proseguire come sta facendo ora, non cambiare niente.

Se però lo stato in cui si trova è insopportabile, e in tpotesi che i sintomi che sperimenta (ansia, tachicardia, vertigini, nause) sono effetti collaterali di cipralex (effetti transitori quando si inizia la terapia da una dose troppo alta o quando si aumenta troppo la dose: e Lei lo ha preso questa volta da subito a 15 gtt), il Suo diritto, come paziente, è di ridurre gradualmente la dose (di poche gocce).

Il problema è che qui, in internet, non possiamo prescrivere i dosaggi dei farmaci.

[#4]
dopo
Utente
Utente
Farò così allora!
la ringrazio tantissimo per la celere risposta, ancora Buona pasqua!
[#5]
Dr. Alex Aleksey Gukov Psichiatra 2.8k 118 6
Buona Pasqua anche a Lei.
Alla mia risposta ho aggiunto una parte che forse lei non ha ancora letto;
ma se riesce a non modificare niente, è meglio.
[#6]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38k 912 63
Non può fare una variazione farmacologica se non sente il parere di un medico che le dica come fare e se è opportuno farlo.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/