x

x

Sospensione dello zolpidem per ripristinarne l'effetto

Buongiorno,

dopo un periodo di sospensione dallo zolpidem di circa 6 mesi, sono ritornato a prenderlo 5 volte a settimana (3 volte a settimana una dose da 5 mg, e 2 volte a settimane una dosa da 10 mg).

Dopo 4 settimane, gli effetti sono spariti (o comunque considerevolmente diminuiti). Ho provato a prendere 15 mg di zolpidem (dose non consigliata sul bugiardino, ma consigliatami dal medico per fare una prova) ottenendo risultati apprezzabili. Tuttavia vorrei evitare di innalzare la dose oltre i 10 mg.

Vorrei quindi sapere, dalla vostra esperienza in merito ai casi che avete trattato, quanto è il tempo di sospensione dello zolpidem (inteso come il tempo in cui non devo assumere il farmaco) affinchè gli effetti desiderati si ripresentino.

E' sufficiente diminuire le assunzioni settimanali portandole da 5 a 2? o devo fare un periodo senza mai prendere Zolpidem EG? Vorrei informazioni soprattutto sulle tempistiche (una media, considerando i miei dati personali).

Aggiungo che con Zolpidm non ho mai avuto effetti indesiderati, e lo smaltisco totalmente dopo circa 4 ore dall'assunzione (o per lo meno, dopo 4 ore non avverto più nessun effetto).

Cordialmente
[#1]
Attivo dal 2020 al 2022
Psichiatra, Medico di medicina generale, Perfezionato in medicine non convenzionali, Psicoterapeuta, Sessuologo
Gentile utente,
probabilmente nel suo caso si sta verificando una assuefazione dei recettori cellulari al farmaco per cui è necessario aumentare la dose per ottenere qualche effetto.Si tratta di un fenomeno comune con questo tipo di molecole,ed è questo il motivo per cui vanno usate solo per brevi periodi,in fase di acuzie.Per il resto, se si tratta di una forma di insonnia cronica ,vanno prese in considerazione altre strategie,sia farmacologiche,che comportamentali che psicoterapiche.
Penso sia opportuno approfondire la questione assieme al suo Psichiatra curante, oppure presso uno specifico centro ospedaliero del sonno,al fine di poter trovare una via di uscita più stabile dalla sua situazione.
Cordiali saluti
Piergiorgio Biondani