Utente 387XXX
Salve gentilissimi dottori, a luglio 2012 ho avuto il primo scompenso psicotico, sono stata ricoverata in psichiatria e dopo sei settimane ho dato le dimissioni volontarie contro il parere dei medici ke sulla lettera di dimissioni hanno scritto la diagnosi disturbo delirante e ke ero parzialmente capace di intendere e di volere, a novembre 2014 il secondo scompenso psicotico ricovero (in entrambi i casi in regime di tso rispettivamente di sette e poi dieci giorni) dimissioni volontarie anke qsta volta dopo tre settimane. Da quando ho avuto qsti due scompensi psicotici faccio fatica a fare qualsiasi cosa, sono casalinga ed occuparmi delle faccende domestiche per me ogni volta e' un'impresa titanica, nn mi interesso più di nulla nn guardo la tv, nn leggo più, nn esco più anke perché con l'antipsicotico ziprexa prima poi risperdal 4 mg ho messo su 17 kg. Trascorro le intere giornate tra il letto e il divano, ho anke molta meno memoria ed una concentrazione più scadente. Preciso ke sono in cura da qualke mese anke col Prozac 60 mg per una depressione, anke in passato ho sofferto di depressione ma nn mi ero mai ridotta a come sto adesso le faccende domestiche ke sbrigavo senza grandi difficoltà. Per qsto vi chiedo gentilmente il mio stato attuale e' da attribuire agli scompensi psicotici ke ho avuto oppure e' un effetto collaterale degli antipsicotici ke assumo da quando sono stata male la prima volta. Un grazie particolare a chi vorrà rispondermi e aiutarmi a fare un po' di chiarezza, penso ke nn posso continuare a condurre una simile esistenza, sembro una larva, scusatemi per la battuta. Vi porgo i miei più cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Senza conoscere direttamente lei e la sua condizione clinica risulta difficile esprimere un giudizio sui disagi che esprime. A tale proposito risulta anche fondamentale comprendere quale sia la diagnosi precisa del disturbo in causa. In linea di massima il dosaggio attuale di risperidone non rientra nei dosaggi elevati o comunque in grado di provocare una tale astenia, intensa e prolungata. Tuttavia in queste manifestazioni gioca un ruolo importante anche la sensibilità individuale. La diagnosi é tuttora quella di disturbo delirante? Assume altri farmaci? Ha riportato questi disagi al suo specialista di riferimento?
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2] dopo  
Utente 387XXX

Grazie mille Dr x la sua celere risposta. La diagnosi precisa e' Disturbo delirante. Volevo capire se il mio stato può dipendere dagli scompensi psicotici ke ho avuto? Si ne ho parlato con lo specialista il quale propende per lo stress subito con lo scompenso aggiunto alla depressione. Sul Risperdal ke ora assumo in fiala 25 ml ogni 14 gg non si è mai espresso. Cordialissimi saluti

[#3]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Il dosaggio di 25 mg é quello più basso per la formulazione in fiale a rilascio prolungato del risperidone. Se la situazione non dovesse migliorare con l'aggiunta della fluoxetina non esiti a parlarne con lo specialista.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#4] dopo  
Utente 387XXX

Buonasera Dottore grazie per i suggerimenti, c'è solo un problema io sto così da più di due anni ma la mia psichiatra nn sembra aver ben compreso o forse sottovaluta i miei sintomi. Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Se la sua situazione non muta può chiedere ragguagli allo specialista oppure, in ultima analisi, sentire il parere di un altro medico.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#6] dopo  
Utente 387XXX

Grazie mille per i preziosi consigli. Le porgo i miei più cordiali saluti

[#7]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Ci tenga aggiornati, se vorrà.
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#8] dopo  
Utente 387XXX

La terrò sicuramente informata. Grazie per l'interessamento. Cordiali saluti

[#9] dopo  
Utente 387XXX

Gentilissimo Drartiadis, intanto La informo sugli ultimi sviluppi, a causa della prolattina alta devo fare altre tre fiale di risperdal 25 ml per poi passare a xeplion. La mia curante ha detto ke qsto farmaco e' cugino dell'abilify mentre io in internet ho letto ke e' molto simile proprio al risperdal, inoltre mi ha detto ke xeplion fa meno fame del risperdal col quale in otto mesi sono ingrassata ben 13 kg. Secondo Lei qsto farmaco e' migliore del risperdal? Da meno effetti collaterali? E' vero ke può fare insorgere il diabete mellito? Quando avrò iniziato la cura con xeplion le terrò aggiornata su come sto. Soffro di disturbo delirante e' vero ke dopo due anni di terapia se ci si sente bene si può anke sospendere l'antipsicotico? Gli effetti collaterali di qsti farmaci sono molto pesanti. Cordiali saluti