Utente 333XXX
Gentili dottori,
Vi scrivo per chiedere un'informazione: è possibile che gli effetti della Levofloxacina continuino con la sospensione del farmaco?
Lunedì sono andato dal mio medico di base per alcuni bruciori che accusavo post-eiaculazione e mi ha detto che secondo lui avevo una prostatite; mi ha dato da prendere per 5 giorni Levofloxacina. Con l'assunzione sono iniziati gli effetti collaterali: insonnia, irascibilità, mal di testa, nausea, tachicardia e un dolore all'orecchio. Ho passato la notte in bianco perché non chiedevo occhio e martedì notte, continuando a stare male, sono finito in pronto soccorso dove mi hanno detto che non tollero il farmaco e mi han detto di sospenderlo. Inoltre mi dicono che non ho una prostatite(ho fatto una terapia per niente?). In effetti tutti i sintomi sono spariti ad eccezione dell'insonnia, ieri notte ho dormito pochissimo(non ho mai avuto problemi di insonnia)e dato che son passate più di 48 ore dall'assunzione dell'ultima dose di antibiotico, chiedevo: è possibile che questa insonnia sia ancora causata dalla Levofloxacina?
Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione.

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Mario Zampardi

24% attività
4% attualità
12% socialità
APRILIA (LT)
AFFILE (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
l'insonnia da Lei lamentata, in effetti è possibile possa ancora essere ricondotta agli effetti della Levofloxacina a cui Lei sembrerebbe essere sensibile.
In tal caso, andranno via repentinamente nei giorni che seguiranno.
Ma tenga,altresì, presente che questi stessi sintomi soggettivamente lamentati potrebbero anche, nel caso, addebitarsi ad eventuali somatizzazioni innescate da suoi fattori di personalità. Ne parli con il Suo medico.
Un saluto
Dr. Mario Zampardi

[#2] dopo  
Utente 333XXX

La ringrazio molto per la sua veloce e precisa risposta.

Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente 333XXX

Gentile dottore,

Volevo informarla che sono stato dal mio curante e mi ha detto che a quest'ora gli effetti dell'antibiotico dovrebbero ormai essere svaniti. Se ho difficoltà a dormire è dovuto ad uno stato ansioso. Mi ha detto di assumere valeriana e tisane, e nel caso in cui riscontrassi ancora problemi, di tornare da lui che mi prescrive Entact. Cosa ne pensa?

In attesa di risposte, distinti saluti.

[#4] dopo  
Dr. Mario Zampardi

24% attività
4% attualità
12% socialità
APRILIA (LT)
AFFILE (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
per quanto riguarda gli effetti dell'antibiotico concordo con il Collega. Li ha, a sufficienza metabolizzati.
Per quanto attiene invece al problema dell'insonnia, penso sia probabile ( in questa sede sono sempre presenti i limiti virtuali imposti dal sito on-line) che questa, nel Suo caso, possa essere generata dall'ansia.
Ma il problema è tutto qui.
Cioè, se si tratta soltanto di ansia, magari generalizzata, blandi sedativi vegetali (come nel Suo caso) potrebbero andare bene.
Ma senza uno stato depressivo, non mi sembrerebbe il caso di assumere antidepressivi di sorta.
Probabilmente però sono tenuto a pensare che il Collega abbia intravisto appunto uno stato distimico e da qui...la sua eventuale prescrizione ulteriore.
Un saluto
Dr. Mario Zampardi

[#5] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Dalla sua scheda risulta che lei già dal mese di settembre avrebbe dovuto essere in terapia con escitalopram.

E' cambiato qualcosa da allora?

Durante i fenomeni che ha rilevato di bruciore era ancora in trattamento con escitalopram?
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#6] dopo  
Utente 333XXX

Gentile dottor Zampardi,

ho comprato in erboristeria della melissa e ieri notte ho dormito serenamente. Credo(e spero) di essermi semplicemente spaventato per gli effetti del farmaco assunto. Tutto bene ora, la ringrazio nuovamente.

Cordiali saluti

[#7] dopo  
Utente 333XXX

Gentile dottor Ruggiero,

il farmaco prescritto non ho mai iniziato ad assumerlo perché, in accordo col mio curante, si è stabilito che non ce ne fosse bisogno. Effettivamente da allora ho vissuto abbastanza bene.

Cordiali saluti

[#8] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Nel frattempo, però a quanto pare ha dei disturbi che attribuisce ad altri farmaci, ed entra facilmente in suggestione rispetto alla riduzione dei suoi sintomi.

Se ha ottenuto una prescrizione di antidepressivo vuol dire che io bisogno c'era, poi qualcun altro stabilisce invece che non vi era questo bisogno, aprendo la possibilità di cronicizzare i suoi disturbi.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#9] dopo  
Dr. Mario Zampardi

24% attività
4% attualità
12% socialità
APRILIA (LT)
AFFILE (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
mi fa piacere che i suoi disturbi, possibilmente su base psicosomatica, siano in atto in fase di risoluzione.
Segua, tuttavia, gli ulteriori consigli del suo medico che stabilirà nel prosieguo, se debba o no assumere anche una terapia con antidepressivi.
Ancora un saluto
Dr. Mario Zampardi

[#10] dopo  
Utente 333XXX

Gentili dottori,

Vi ringrazio per la disponibilità. Vi auguro una buona serata.

Cordiali saluti