Utente 397XXX
Come da titolo sopra voglio abbandonare xanax 1 mg a rilascio prolungato....farmaco che mi ha prescritto la mia psichiatra per sintomi psicosomatici..io già assumevo mirtazaPina e lorazepam....poi per che cavolo mi è venuta sta idea ho preso per due gg sto cavolo di farmaco poi un gg non l ho preso e.mi è sembrato di andare in astinenza e.l ho ripreso ...ieri ho preso mirtazaPina intera mezzo lorazepam e mezza xanax tra l altro l ho divisa in due che forse.nn si può fare..voglio assolutamente togliermi di mezzo sto farmaco..come fare??? È pericoloso se abbandono sarebbe la quarta o quinta pastiglia..grazia. ..non è la.prima volta che scrivo ma.ho dovuto rifare il profilo

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Se l'ha assunto per soli due giorni non ha avuto alcuna astinenza. L'assuefazione si sviluppa nell'arco di un mese.

La questione sull'assunzione delle cure comunque la deve gestire col medico, e non chiedere qui come gestire una medicina.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 397XXX

Dott Pacini la ringrazio....si capisco che la gestione deve avvenire tramite psichiatra. ..ma la preoccupazione mia è stata dettata da i sintomi che mi ha fatto avere xanax....nausea mal di testa e rinitronamento. ...e si che di psicofarmaci ne prendo sia mirtazaPina e lorazepam...a sto punto preferisco di gran lunga il valium.....l unica cosa è che mi fanno ingrassare.... quindi non devo scalare. ..anche perché leggendo il buggiardino non si può neanche dividere la pastiglia....come mai? Cmq ho chiamato oggi il cps e la dottoressa non c era.domani chiamo......comunque ne approfitto per complimentarmi con lei....ho letto molti suoi consulti con altri pazienti anche in passato........si vede che è preparato unica pecca però mi sembra un pò severo....ma alla fine la cosa più importante è dare fiducia......

[#3] dopo  
Utente 397XXX

Mamma mia che giornata.....ieri sera non ho preso xanax oggi mi sono sentita angosciata ma porca miseria il valium non fa ste cose....ho chiamato la mia psichiatra e mi ha detto di abbassare dose di xanax da un mg a 0.50. QUELLA DA UN MG non si può dividere in due ..ho dovuto per forza acquistare uno xanax da o.50..sennò mi ha detto che nn ha lo stesso effetto per tutta la giornata..quando mai ho preso sto farmaco.... come mai il valium non mi da questa astinenza.?.l ho sempre preso al bisogno.....

[#4] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Come dicevo, non c'è astinenza dopo due giorni di assunzione. C'è se prima prendeva il valium, perché comunque è un tranquillante e il meccanismo d'astinenza è a comune, sono tutte "benzodiazepine".

Nello scalaggio la formulazione a lento rilascio è più comoda, perché il farmaco ha livelli stabili nelle 24 ore.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 397XXX

Grazia dottore....cmq sia mi sono quasi pentita....ora oltre alla fissazione su sintomi e malattie c'è pura la fissa sull ansia e angoscia. ..e sto diventando dipendente verso la psicologa e la psichiatra e questo nn va bene perché non mi vedono prima di ogni mese..come fare?????????

[#6] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se è ansiosa e ritiene che la cura in corso non abbia cambiato le cose, lo faccia presente alla psichiatra che la cambierà probabilmente.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 397XXX

Gentile come sempre....il discorso é che mi ero rivolta dalla psichiatra perché negli ultimi mesi mi ero fissata su una storia di "denti " sono rimasta scioccata da sbagli fatti dai dentisti e da allora non faccio che pensare "non tornerò più come prima.....allora ne ho parlato con la psichiatra e mi ha aggiunto xanax come da titolo sopra. ..be....non so se sono peggiorata di mio oppure mi ha peggiorata il farmaco..prima prendevo e ancora oggi lo faccio mirtazaPina e lorazepam.....ora di stanno aggiungendo un po tutti i sintomi psicosomatici del passato o My god....è proprio vero che la mente riesce a mentire e a nascondere ma il corpo , No"

[#8] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non aveva senso aggiungere un secondo tranquillante, né può aver inciso granché sulla situazione generale.

La mente non mente né dice la verità, non è un substrato che opera, è una manifestazione. Il cervello opera. Se ha sviluppato uno stato di preoccupazione lo faccia curare (fin qui c'era arrivato infatti), ma non certo con un ansiolitico aggiunto ad un altro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 397XXX

Ehhhh caspita ma la psichiatra me l ha prescritto e non da sola. ....cmq io ho il colloquio verso metà gennaio con la psichiatra e vedrò di rifarmi scalare sto "stupido "farmaco......ogni tanto i medici dovrebbero andare in ferie a fare qlc pausa di lavoro. ....sennò non si capiscono sti sbagli assurdi..non bastava il dentista pure lo psichiatra

[#10] dopo  
Utente 397XXX

E pensare che è un bravo psichiatra ha conoscenza della mia personalità da oltre cinque anni ed essendo un cps non un privato c'è tanto di psicologa che mi conosce ormai da quasi 30 anni.....cmq a me la mirtazaPina e il lorazepam non mi hanno mai creato fastidi....anzi mi hanno solo fatto del bene.....secondo me lo xanax non era per me. Tutto qui forse ad un altro fa bene a me non serve proprio.....spero solo che quando me lo tolgo dai piedi non mi crei altre cose sennò mi arrabbio davvero..comunque grazia dott pacini

[#11] dopo  
Utente 397XXX

Dott Pacini un ultima cosa lei cosa avrebbe fatto ? Chiaro nn chiedo il nome del farmaco ma se io fossi stata una sua paziente che al momento prendevo mirtazaPina e lorazepam...cosa avrebbe aggiunto..visto che la.psichiatra voleva togliermi la mia mirtazaPina la chiamo "mia" perché è stata sempre amica..nel senso metaforico.....l unica pecca mi fa aumentare in maniera pazzesca la.fame..... se.io fossi venuta da lei sapendo.che questi farmaci per me importanti con un pensiero fisso di u disturbo cosa mi.avrebbe aggiunto?????

[#12] dopo  
Utente 397XXX

Per esempio il valium l ho preso sempre al bisogno e sospeso da un giorno all altro non sono mai andata in astinenza mai...forse assuefazione nel senso che quando mi serviva 20 25 gocce le sentivo si è no..ma lo xanax quel giorno che nn l ho preso mizzega mi pareva di avere un angoscia da disperazione....ma davvero!!!!!

[#13] dopo  
Utente 397XXX

Dott scrivo un ultima riga sennò mediciitalia..mi distrugge lei scrive è il cervello che "opera" e purtroppo sto cervello opera male..poveretto è oramai saturo..di cose negative..sfortuna su sfortuna scelte sbagliate bo..sarò io....

[#14] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Nel bene e nel male, un po' di xanax non può aver cambiato niente. Il valium lo assumeva al bisogno, e quindi non ha avuto alcuna astinenza, esattamente. Il fatto che non si senta granché un farmaco che si prende ogni tanto non significa essere assuefatti.
Lei sembra fare i conti senza il disturbo che ha, che le produce fastidi vari, al momento senza una cura che riesca a risolverli. Mi chiedo perché non le sia stata modificata la cura di fondo, visto che già con la mirtazapina qualcosa aveva ottenuto.
La cosa è di per sé piuttosto semplice e banale, si mette una cura per la diagnosi corrispondente. Un ansiolitico preso al bisogno non lo è, è un rimedio del momento immediato se mai.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#15] dopo  
Utente 397XXX

Dottor Pacini non so che dire.....sa qual è la verità. ..questa mia psichiatra mi da un pò l impressione di essere un medico psichiatra preparato si vede ....ma secondo me nella sua vita avrebbe forse preferito fare la " psicologa" più che parlare di farmaci mi fa parlare ....ma ahimè può parlare quanto vuole ma non potrà mai essere una psicologa......è tutta un altra cosa.....per quanto riguarda la cura con i medicinali. ...lei ha voluto modificare il tutto solo perché le avevo detto che avendo ripreso mirtazaPina intera insieme al.lorazepam avevo messo sette Kiki. ...ma diciamoci la verità. ...il tutto è successo a causa mia forse per compensare questo brutto pensiero mangiavo ore ore però sputavo. ..lo so fa schifo da pensare ma piuttosto che provocarmi il vomito..assaporo il cibo buono e lo sputo....però cosa succede nn tutto viene eliminato difatti quando qlc sera nn faccio questo cosi detto " rituale" perdo subito peso ripeto lei ha sentito che io ero ingrassata cosa ha fatto ...ha riguardato la mia cartella e ha detto va togliamo di mezzo mirtazaPina e iniziamo xanax r.p. così sto periodo dei cosiddetti sintomi tuoi psicologici li controlliamo..ma.poi io ho fatto di testa mia la mirtazaPina non l ho tolta la solo dimezzata ed è stato aggiunto xanax prima da un mg eppoi 0.50.....cmq un pò lei mi rassicura perché alla fine non penso che ho fatto qlc di grave ecco tutto qui

[#16] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Infatti dicevamo che non cambia granché in ogni caso. Se non tollera la mirtazapina perché mette appetito, cosa plausibile, la cura andrebbe riconsiderata appunto per cercare di ottenere lo stesso effetto con qualcosa di analogo alla mirtazapina, che non è lo xanax. Tutto qui il discorso.
Se soffre di una forma affine alla bulimia, esistono cure adatte a questo tipo di situazioni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#17] dopo  
Utente 397XXX

Dottore ...prima di prendere mirtazaPina causa acufenè scatenatosi sei anni fa....ne avevo provato almeno cinque di antidepressivi l ultimo mi ricordo il t himani come cavolo si chiama o remeron non mi facevano proprio un bel fico secco avevo un ansia pazzesca..invece con mirtazaPina i primi due gg le stata dura.....camminavo attaccata al comodino tanto e vero che volevo abbandonare ma poi come.d incanto ansia scompare come dal nulla..cmq sia voglio spezzare una lancia a favore di antidepressivi medici e psicologi....loro le.indicazioni te le danno.....il farmaaco la sua parte la fa....ma a se tu in prima persona non cambi modo di vivere non c'è santo che tiene....poi quando. Ci si mettono pure le cosiddette sfighe .....il miracoli non possono avvenire.....

[#18] dopo  
Utente 397XXX

I miei disturbi attuali che hanno fatto scatenare il tutto da cinque mesi dopo dentista. ..dolore al dente o gengiva non si capisce bene che oramai cronici zza To. .. scompare sopratutto la sera dopo che prendo ansiolitico e antidepressivo...lingua che brucia questa è sicuramente psicologica perché l ho avuta in passato ed è passata per.incanto...e mi è tornata dopo lo stress dentista....e ultimamente si sono fatti sentire questi acufeni anche loro psicologici..
Le miei orecchie sentono come quelle del gatto.....la bulimia c'è l ho vuoi per fame e.per compensare tutti sti disturbi che sto avendo. .....ecco perché sono diventata dipendente dalla psicologa lei mi aiuta molto......però caspita ogni tre sett. .la prossima volta la registro così ogni volta che mi sento agitata me l ascolto

[#19] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non saprei cosa risponderle tecnicamente perchè dovrei sapere i nomi dei farmaci che ha provato.

Non è comunque qualcosa di così variabile. I medicinali sono provati in condizioni tali da evitare di pensare che possano aver funzionato per chissà quale motivo. O funzionano di per sé, o niente.

Pertanto, se soffre di bulimia, esiste la terapia della bulimia. Nei disturbi d'ansia i sintomi sono numerosissimi, tanto che ci sono alcune sindromi che prendono il nome del sintomo, e per le quali si ipotizza non tanto una genesi psicosomatica, ma il fatto che accompagnino uno stato ansioso (tipo lingua urente, fatica cronica etc).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#20] dopo  
Utente 397XXX

I farmaci che ho usato prima della mirtazaPina. ..sono xeristar mi pare il lyrica ma nn sono sicura se fosse quello o uno con un nome simile.....poi thimanax o remeron che cinque anni fa non so se anche adesso se nn me li passava la psichiatra a pagamento erano un okkio della testa ma nn facevano proprio una cicca invece la mirtazaPina mi ha davvero aiutato....poi ricordo che come tranquillanti usavo en o valium il lexotan n invece non lo tollero se lo prendo mi viene la tachicardia....dottore io nn sono bulimica nel senso che nn mangio eppoi vomito..questa cosa di mangiare cose buone eppoi sputare è diventato un vizio perché dentro di me dico cavoli assaggio una torta intera sento il sapore ma la sputo...è un vizio che mi è venuto in questi ultimi due anni..I sintomi che mi hanno di più mandato in panico sono l acufenè poi superato il bruciore lingua e gola eppoi superato e quest anno è partito dopo il dentista. ...quel doloretto fisso ..ora ultimamente è tornato pure l acufenè. .il.problema la mia psicologa ha detto che paradossalmente te non sono sintomi ma quello che c'è dietro nella mia vita.....e.per nn pensare a queste cose reali......mi vengono sti sintomi.....io ho riassunto ma c'è molto dell altro non per altro faccio un ora ogni tre sett dalla psicologa. ...tutto qui...ma voi queste cose le vedete nel quotidiano. .....

[#21] dopo  
Utente 397XXX

Cmq voglio ringraziare il dott Pacini dove ho letto molti suoi consulti indietro ma di tanti anni ...l ho sempre trovato un medico preparato ma severo. ..ma stavolta mi sono dovuta ricredere xon me questa severità non l ho trovata ...voglio scrivere un ultima cosa perché il titolo era sul farmaco è ora sono uscita fuori strada..ma una cosa voglio farla sapere a tutti gli utenti che leggono ogni gg mediciitalia...sembrero' antipopo lare. ..ma la vera cura cinque anni fa non fu data solo fai farmaci e psicologa....che cmq mi furono di grande aiuto...l'avevo scritto anche in un altro profilo sempre su Mediciitalia...grazia a quelle due figure non mi sono buttata dalla finestra.....la vera cura fu quando mi innamorai di una persona ragazzi per incanto non esisteva più nessun fischio o bruciore di lingua....mi diede una tale forza che addirittura nn ero più dipendente dalla psicologa......quindi non mi dispiacerebbe se la cosa mi ri capitasse ..ancora penso che tutti questi disturbi che mi sono tornati ....andrebbero via come prima.....cmq sia non è una cosa che viene con bacchetta magica una cosa è certa..deve succedersi qualcosa di bello ma davvero importante tutto qui.......buone feste a tutti ...

[#22] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Può essere certamente, ma purtroppo non sempre si può contare su un evento eccezionale e estremamente personale come un innamoramento. In altri casi l'innamoramento è più un segno di un benessere che sta tornando, che non la causa della ripresa.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#23] dopo  
Utente 397XXX

Dottore eppure posso dire come esperienza mia personale quindi non per sentito dire...che quando mi innamorai di quella persona non sentivo più i fischi se venivano erano uno massimo alla settimana e nn li percepico ..ora purtroppo siccome ho fatto una scelta sbagliata nn mi vergogno a dirlo..ho lasciato il marito perché nn lo sopportavo più e me ne sono andata di casa ....dov'è mi mantiene una persona lui mi ha fatto prendere questa strada sbagliata..ma ho un odio verso questa persona una repulsione se potessi ucciderlo lo farei ecco mi ha fatto tornare i fischi come sei anni fa....dottore provo.odio fortissimo. .nn ho mai odiato nessuno come questa persona...cosa mi consiglia di fare ....visto che è natale...e quindi tutto più xomplicato

[#24] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Proprio perché è personale, rappresenta una storia, ma non è detto che corrisponda ad una legge, né che di fatto nella storia il meccanismo sia stato quello. Una cosa è quello che ci piace pensare, e niente vieta di pensarlo, un altro è quello che la scienza ci riferisce sui meccanismi della mente umana.
Anche se si dicesse che una forma depressiva guarisce con l'innamoramento, la cosa sarebbe irriproducibile da individuo a individuo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#25] dopo  
Utente 397XXX

Ma difatti dottore quando si è scatenato la prima volta il mio acufenè ho speso più di 1000 euro tra esami visite specialistiche risonanza magnetica con mezzo di contrasto delle rocche Petrose. .esame audio metrico (vabbe lo scrivo attaccato ma ilcell me lo stacca) impedenzo-metria (lo devo staccare sennò cell mi da un'alta lettera...e a.b.r. vabbe tutti questi esami sono risultati negativi..io sentivo bene come un gatto. ..ho fatto anche subito mi ricordo la cura cortisonici. .insomma gli otorini quando nn sanno cosa dire trauma delle cellule Ciliate. ..ma quando mai...se io sentivo e cm l acufenè non c'è l avevo tutti i gg spesso un giorno si e uno no....quest acufenè era venuto per una forma depressiva....mia sorella stava per morire di un cancro al seno e aveva una situazione familiare con marito non bell........quindi grazia alle due figure psicologa e psichiatra diciamo che tirano a campare la carretta. ..poi succede quella cosa che mi innamoro e d incanto sti acufeni diminuiscono sempre di più. ......io nn sono la legge ma di acufeni mi sono informata per molto tempo e ne ho dedotto Ch molta gente l ha avuto in momenti di stress e sopratutto l.organo era sano.......che poi ora nn c'è l ho più nella. Orecchio ma in testa. ...eppoi molta gente quando ha questo disturbo purtroppo spesso fa cure che nn c entrano assolutamente ...curano l orecchio farmaci acuval mai preso in vita mia ma nn sanno che invece quando prendi i tranquillanti o antidepressivi il sintomo diminuisce come mai?????eppoi sopratutto nn analizzano cosa sta succedendo nella loro vita interiore. ....io l ho fatto e ho capito...dottore innamorarsi secondo me è un sentimento molto bello e sicuramente l opposto della depressione....almeno io parlo della mia mente ( la psichiatra dice che i miei sintomi sono da manuale).. tutto qui ora non sto vivendo un bel periodo e si è ri scatenato l acufenè di sei anni fa.....la mia mente piuttosto che pensare ai .fatti reali negativi che si stanno ri per uo tendo su di me trasforma il tutto nei sintomi.( cosa detta dalla mia psicologa) oramai ha capito il mio funzionamento.....trent'anni che mi vede..per altri motivi..tutto qui dottore. .o legge o nn legge con me le cose stanno così. ....anche per altri sintomi bruciore lingua......

[#26] dopo  
Utente 397XXX

Quindi concludendo
..il disturbo psicosomatico per debellar lo bisogna assolutamente fare in modo che il tuo cervello non instaura un meccanismo di rimuginam ento ( scusate se stacco le parole sennò mi vengono fuori altre) e quella volta ( chiaro nn è che te la cerchi) che poi mi sono innamorata sono riuscita ad uscire dal circolo schifos o ..c'è da.dire anche che essendo casalinga non ho molte.valvole di sfogo..nn mi distraggo perché faccio una passeggiata o vado in un centro commerciale...quindi per far.si che non ci penso.piu oltre.ad.essere.consapevole che il mio è un disturbo psicosomatico. ..mi deve succedere qualcosa ma.stavolta di bello e.importante

[#27] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non bisogna fare niente. I disturbi che riguardano il cervello non sono sotto il controllo della mente: la producono.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#28] dopo  
Utente 397XXX

Si certo il cervello produce....ma produce cose sbagliate sopratutto quando ci sono evenienza negative....se io me la spasso senza problemi dalla mattina alla sera vedi come resuscito

[#29] dopo  
Utente 397XXX

Caspita dottore non è per raccontare tutti i dettagli..ma se un essere umano in cinque mesi subisce questo iniziamo
Settembre dolore di denti e sappiamo tutti cosa comporta
Albero in pieno centro a Milano cade sulla mia macchina e la divide in due.... ( a momenti ci scappa il morto)
Litigi continui con persona che frequento...da odiarlo a morte
Madre che si sente male.ricoverata
Dopo sei anni di acufeni esistenti ogni tanto ...ripartono alla grande ( avevo appena finito di dire che nn mi importa vano più come sintomo) ora lo detesto
Padre ex.marito in coma. ...
Io nn so se sono stata maledetta da qlc o la depressione mi ha fatta diventare superstiziosa
Dottore io penso che chiunque abbia patito tutto ciò il cervello altro che produrre ......

[#30] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

No, è completamente fuori strada, anche perché penso non abbia compreso il senso del discorso. Nessuno ha detto che il cervello si inventi niente: il cervello produce la psiche. Punto. Come l'intestino produce la digestione. E i polmoni la respirazione, per intenderci.
Lei continua a ragionare come se potesse cambiare pensieri, comportamenti e umori sapendo quale è il meccanismo "giusto", ma non ha senso questo. Per cambiare le impostazioni di funzionamento di un cervello bisogna agire da fuori, o anche da dentro ma utilizzando le parti che non sono interessate, sempre che abbiano un qualche potere sul resto. Nessuno può evitare di rimuginare, evitare di esser triste, evitare di avere scatti di rabbia e così via.
Il fatto che uno abbia subito eventi esterni non cambia la sostanza delle cose, anche perché il modo in cui uno li recepisce già varia con le condizioni di base del su cervello in quel momento.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#31] dopo  
Utente 397XXX

Salvo dottore ..lei dice:" bisogna agire da fuori o anche da dentro utilizzando le parti che nn sono interessate.......cioè quali dottore.?.mi scusi ma lei ha un espressione talmente difficile da capire... ( chiaramente tecnica e di uno studioso che mi devo leggere tanti dl quei libri per arrivare a parlare come lei)

[#32] dopo  
Utente 397XXX

Però mi scusi ....una cosa nn sono molto d accordo.....lei dice che io cerco di far cambiare modi di pensare ecc per far si che nn mi vengano sintomi. .e allora a cosa serve la psicologa????. Quando vado a fare analisi....e parlo dei cosiddetti sintomi....la psicologa mi dice sempre ...nn hai alternativa ora sei sotto stress e i tuoi dolori cronici sono i sintomi per nn pensare alle cose reali che stai vivendo....NON CI DEVI PENSARE. ..ma fare dell altro distratti. ..fare cose che ti piacciono ecc impegnare la mente......

[#33] dopo  
Utente 397XXX

Poi volevo dire un altra cosa che nn c'entra con il titolo ma parla sempre di psicoterapia di psichiatra e psicologa....leggendo qua e ho letto che lo psichiatra può fare della psicoterapia.....senza specializzazione. .si ma a parole ...praticamente non ha lo stesso valore..e questo lo.dico perché trovo una netta differenza quando ho il consulto con la psicologa e quando faccio consulto con psichiatra..... .....come l oro con l argento..attenzione non voglio denigrare il lavoro psichiatrico perché è altrettanto importante per la diagnosi e medicine.....ma il vero consulto che studia la nostra psiche ( scusate mi de nn riesco ad esprimermi bene) lo fa la psicologa....quindi la cosa è completamente diversa...infatti spesso leggo di pazienti che si rivolgono dallo psichiatra e dicono di fare della psicoterapia ....ognuno ha il suo mestiere........

[#34] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Dire "non essere ansioso" è come dire a una persona "non zoppicare", o "non avere la febbre".
La psicologia utilizza tecniche interattive per ottenere modificazioni del funzionamento cerebrale, a vario livello. Esattamente come i medicinali o le terapie fisiche. Non è diverso lo scopo o l'oggetto, ma il metodo.

L'analisi, se intende psicanalisi, non rientra nell'ambito della psicologia scientifica e quindi non risponde a regole di previsione dei risultati o di fondamento biologico delle tecniche.

Un conto è mettere una persona in condizioni tali da farlo concentrare su altro, diverso è chiedergli di farlo da solo. Se nella vita capita una situazione che ti costringe a pensare ad altro, è possibile che ti aiuti a risolvere un disturbo d'ansia. Ma che la persona lo faccia da solo, è una contraddizione rispetto al fatto che l'ansia sta avendo la meglio.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#35] dopo  
Utente 397XXX

Quindi dottore..mi scusi secondo lei quando la psicologa mi dice se hai sintomi pensa ad altro perché sono psicosomatici. ..non hai alternativa.....ed essere già consapevole.che è psicosomatico e um buon punto..secondo lei non basta????? Cosa bisognerebbe fare???? E questo il punto dottore....lo psicologo studia il tuo comportamento e ti da atto delle cose...ma io se nn esegui ciò che lei mi dice qui secondo me è mia la causa..se lei mi dice devi trovarti un qlc di ambizioso anche la psichiatra mi ha detto...devi avere degli obiettivi sennò è chiaro che viene poi una depressione......io nn sono psicotica ma ho disturbo della personalità. .....oggi sono andata al pronto soccorso perché mi si è creato un nuovo sintomo dolore al cuore...... ( è venuto a mancare il nonno dei miei figli padre del mio ex marito) ed io purtroppo sono sensibile ......vorrei essere una menefreghi sta ma purtroppo mi accollo tutto.....eppoi sta maledetta ipocondriaca non la tollero piu

[#36] dopo  
Utente 397XXX

Poi dottore voglio aggiungere questo... ( lo so a scopo ritardato mi è venuto in mente adesso) lei dice dire a uno zoppo nn zoppicare...ma il punto è che io nn sono zoppa ( i disturbi psicosomatici li crea il cervello) quindi la psicologa corregge il mio atteggiamento e mi dice tu nn devi zoppicare perché la tua gamba è sana ed essere consapevole già di questo aiuta.....però io nn lo metto in atto perché nn ho molto probabilmente degli obiettivi svaghi che me lo fanno mettere in atto ...( evidentemente i miei due bellissimi figli nn bastano) eppoi nn nascondo che in passato la mia psicologa ha detto che soffro di narcisismo negativo...altra brutta bestia della mia povera personalita

[#37] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Appunto, i disturbi psicosomatici li crea il cervello. E' la stessa cosa della gamba. Dire a uno "non creare i disturbi psicosomatici" fa sì che il cervello non li crei ?

E' buffo come si ragioni sul cervello come se fosse qualcosa che è la fonte dei nostri pensieri e comportamenti ma poi quando vogliamo possiamo farlo funzionare in un'altra maniera (non si sa con quali strumenti).
Certamente non è il cervello che può modificare se stesso.

Quello che non aiutano sono le definizioni della propria persona che non aggiungono niente poi di pratico come soluzione.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#38] dopo  
Utente 397XXX

Dott..sincero lei è scettico nella terapia xon psicologa? ??? Io invece do un 45 per cento di validità al farmaci contro la depressione e il rimanente alla psicologa......ma do un cento per cento di risoluzione ai problemi se nella tua vita accade qlc di molto ma molto diverso dalla solita ruota noiosa del giorno. ....qlc che ti fa dimenticare fischio stanchezza apatia e dolore al braccio al cuore come se ti stesse ven endo un infarto. ...ma ora come cazzo può avvenire ciò. .se ciò sfiga dalla mia parte se nn un malocchio di quelli potenti..ormai le penso tutte. .saluti

[#39] dopo  
Utente 397XXX

Dott..sincero lei è scettico nella terapia xon psicologa? ??? Io invece do un 45 per cento di validità al farmaci contro la depressione e il rimanente alla psicologa......ma do un cento per cento di risoluzione ai problemi se nella tua vita accade qlc di molto ma molto diverso dalla solita ruota noiosa del giorno. ....qlc che ti fa dimenticare fischio stanchezza apatia e dolore al braccio al cuore come se ti stesse ven endo un infarto. ...ma ora come o può avvenire ciò. .se ciò sfiga dalla mia parte se nn un malocchio di quelli potenti..ormai le penso tutte. .saluti

[#40] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Le cure possono funzionare anche da sole, quindi queste percentuali da dover ripartire non sussistono.

Con la risoluzione delle depressione gli eventi di vita c'entrano poco, così come nel provocarla. Che le malattie mentali vengano dall'ambiente è un pregiudizio.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#41] dopo  
Utente 397XXX

Dottore finalmente in diretta.....ma dottore è chiaro lei è un medico che studia parecchi casi......io studio solo il mio ..ma chiaramente egoisticamente parlando mi interesso del mio......ma dentro la mia mente e il mio cervello vedo questa cosa che le ho scritto sopra

[#42] dopo  
Utente 397XXX

Cmq.dott Pacini io nn sono medico quindi non posso aver la presunzione di sapere cose che solo voi medici che avete studiato anni e anni di medicina....però posso essermi fatta un idea nel mio piccolo ( non tanto piccolo peeche avrò fatto non so quanti anni di analisi sotto psicologa avevo 19 o 20 anni con qualche anno di pausa....cosa voglio dire io non sono una schizofrenica o psicotica o qls di roba simile....avendo xome diagnosi un disturbo della personalità. ...posso capire che il mio cervellino dalla nascita era sano poveretto era sano anche nella adolescenza. ...ma avendo avuto un infanzia con un padre come il mio che nn mi lasciava mai uscire non mi dava libertà e tante altre cose da li si è rotto l equilibrio......eppoi tutte le cose sfiga te della vita e anche a causa di una forte sensibilità mi hanno reso purtroppo vulnerabile a tutto ..io la penso così dottore....quindi penso che una persona fragile sensibile l ambiente conti molto....questo nn vale forse se una persona è forte e non sensibile..tutto qui dottore 1+ 1= 2

[#43] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Come le dicevo, i fattori esterni ci sono sicuramente, ma quest'idea che qualunque cosa accada "forma" il cervello è gratuita, in realtà la maggior parte delle evidenze sono sul contrario, che il cervello è fatto in un modo e in base a questo agisce e reagisce agli eventi esterni.

Agli stessi eventi ci sono reazioni opposte, geneticamente determinate.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#44] dopo  
Utente 397XXX

Brutta storia..allora dottore vuol dire che ho ereditato un brutto cervello. ...nn sono per nie ne contenta di come funziona

[#45] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

I cervelli sono tutti belli e tutti brutti. Il suo problema accessorio è probabilmente che rimugina molto come se dovesse trovare una soluzione "oltre" quello che invece ha senso fare e magari è sufficiente. Facendo così rischia di pensare molto e agire poco.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#46] dopo  
Utente 397XXX

Lei oltre che essere un medico psichiatra. Non roba da poco ragazzi. ..laurea in medicina e grande forza per fare sto lavoro ...è un Grande Psichiatra

[#47] dopo  
Utente 397XXX

Una cosa è certa al prossimo appuntamento con la.psichiatra che c'è l ho a metà di questo mese..chiedo di togliermi di mezzo questo xanax a rilascio prolungato.....non mi è servito a nulla anzi mi pare che si siano creati sintomi nuovi.....quindi è inutile che mi drogo con questo farmaco tra l altro crea.pure astinenza l en e il valium non me l hanno mai creato e pensare che di en ne ho preso ma astinenza non l ho mai avuta e neanche xon il valium ne ho prese.di gocce nella mia vita anche per parecchio tempo ma.nn ho mai avuto ciò. ..

[#48] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non si sta drogando. Sta prendendo una cosa che non ha effetto, e a cui è assuefatto, quindi se mai l'opposto (prende un prodotto che non le dà beneficio e per essere tolto richiede un minimo di gradualità). Su questo la guiderà credo facilmente il medico.
Sul resto spero ugualmente, ovvero quale cura proporle, che non sia dello stesso tipo ma più specifica.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#49] dopo  
Utente 397XXX

Dottore una cosa la dico su di me lo xanax ha fallito alla grande nn solo non ha migliorato ma ha creato pure un astinenza.....cosa che invece il valium....non ha fatto...il valium è un vero miorilassanti. .non per niente viene dato quando devi fare esami importanti xome gastro ecc ecc....venerdì quando finalmente avrò il colloquio con la mia psicologa la registro a costo di essere "cattata" lo so che nn si deve fare ma serve a me....per quanto riguarda psichiatra le dirò che mi ha dato un farmaco alquanto inutile e " schifoso) altro che venirmi a dire che lo da pure ai rappresentanti che viaggiano....a me ha dato solo guai.......

[#50] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Xanax e valium sono due cose simili, ma tornando all'inizio del consulto, non è in astinenza per due giorni di xanax, non capisco perché continui a ripetere questo discorso. E' in astinenza se già prima prendeva il valium, e l'assuefazione in questo caso è stata indotta se mai a monte dello xanax. Ora, poiché dal 15 di Dicembre è passato quasi un mese, a questo punto è assuefatto allo xanax per forza, il ma il 15 Dicembre la situazione era un'altra.

Si sta preoccupando decisamente troppo di questo aspetto poco significativo e tralascia il resto del problema.

Strana come prescrizione, di solito non è questo che gli psichiatri di mia conoscenza prescrivono, più tipico forse di un non specialista come primo approccio quello del tranquillante
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#51] dopo  
Utente 397XXX

Ma sa cos'è dottore glie lo spiego io cosa è successo oramai sto diventando " psicologa".... quando sono andata un giorno per rivedere terapia perché era parecchio che nn andavo. .la mia psichiatra era alquanto alterata.....impazientita. ....io poi penso sempre al male pensavo che fosse perché nn gli stavo simpatica come persona. ....poi ho capito il motivo ..me l ha detto mentre si parlava di trigemino.....io ho paura di quel nervo e allora lei mi ha spiegato i sintomi del trigemino e li sono venuta a conoscenza che lei era alterata perché sua madre era stata operata per i dolori insopportabili da trigemino e aveva perso la sensibilità. .quindi cosa ha fatto mi ha dato una terapia inadeguata solo perché avevo riferito che avevo sempre impressione di mal di denti e mi lamentano che cmq mirtazaPina mi faceva ingrassare ..allora lei per farla franca...per togliermi dalle scatole mi ha detto va togliamo mirtazaPina e prendi xanax almeno per questo periodo di sintomi.....PSICOSOMATICI. .ahimè sono venuta a conoscenza che anche il dente oramai curato che nn ha più niente ha una sua storia collegata con la tua mente.......purtroppo caro dottore il mio bel cervellino produce sintomi a volontà. ...ora c ho pure il mal di cuore da dopo natale MA COSA DA pZZI.

[#52] dopo  
Utente 397XXX

No dottore le garantisco che è una psichiatra del cps...ma ahimè anche voi dottore psichiatri perdete la pazienza.....lei ha questa caratteristica. ...vuoi per il continuo via vai di gente che va senza app..invece la.mia psicologa ha una calma ma una calma che se potessi portarglie la via lo farei volentieri...

[#53] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sì, comunque non è che esclusa la mirtazapina rimangano solo i tranquillanti. In ogni caso non vedo il senso perché prendeva già il valium nel caso, quindi non è che sia stata una soluzione "nuova" lo xanax, né ha cambiato niente.

Pertanto, si preoccupi se mai di sapere quali sono le cure disponibili e le discuta con il medico per sceglierne una.

Per il resto, forse è "troppo" psicologica questa interpretazione, ma non è questo il punto comunque.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#54] dopo  
Utente 397XXX

Bravo dottore...qui stiamo diventando tutti psicologi....ahah (scusi se ironizzo.)sennò qui (come dicono i siculi) si pazzia....allora prendiamoci la briga di diventare psicologi..MAGARI...anche se.in questo momento vorrei avere un cardiologo o un radiologo per.xontrollare se questo cuore è sano o mi sono rotta.una costola. ...o mio dio....

[#55] dopo  
Utente 397XXX

Cmq dottore poi chiudo sennò mediciitalia mi banna. ..lo so che nn esiste solo mirtazaPina ma..quando la.prendo la.sera.i sintomi diminuiscono invece con quel tranquillante " inutile" come se nn lo prendessi..tutto qui...

[#56] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

D'accordo, possibilissimo. Passi ad altro con l'indicazione di un medico. Non è difficile trovare altre opzioni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#57] dopo  
Utente 397XXX

Dottore Pacini la invidio perché lei ha avuto la.possibilita di studiare medicina e sopratutto il cervello.....mi sto rendendo conto girando nei vari siti di una cosa....purtroppo devono assolu tamente aumentare gli studi che riguardano psichiatria..Molta gente non si rende conto dell importanza della vostra branca.....non si rendono conto perché non vogliono ammettere che la mente o cervello fa brutti scherzi..o per vergogna o per.ignoranza...ultimamente ho visto su mediciitalia. Che molta gente si sta muovendo in questo campo..era ora..forse qlc sta cambiando.. ed io sono contenta..finalmente sta per finire questo pregiudizio ignorante e assurdo sulla psicologia e sulla psichiatria...GRANDI

[#58] dopo  
Utente 397XXX

Ps..fra un pò vedrete che su questo sito dovranno venire altri psichiatri e psicologi per rispondere alle richieste infinite......secondo me che sono un accanita lettrice di mediciitalia....psicologia e psichiatria e quella più ric hiesta....

[#59] dopo  
Utente 397XXX

A parte ste premesse dopo la fine di queste feste ( ah sia lodato il signore) mi sento quasi rinata....dopo la fin di natale.....volevo dire che domani ho la psicologa dopo un mese ( ringraziamo il signore) e la registro..invece il 18 psichiatra e le chiedo come mai ha inserito nelle mie cure il xanax che nn l ho mai guardato per non dire un altra cosa di striscio neanche all inizio delle cure...voglio spiegazioni

[#60] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Una possibile spiegazione è che non ci fosse una particolare ragione e, come anche qui si è detto, non cambiasse granché in ogni caso. Non è che tutto debba avere una spiegazione logica o stringente. Io stesso ad esempio non saprei che tipo di effetto si ricercasse con questo inserimento.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#61] dopo  
Utente 397XXX

Carissimo dottor Pacini mi scuso se mi permetto tutta sta confidenza .ma lei è simpatico. . Allora ieri ho registrato la.psixologa di nascosto lei nn ci credera' la sera.mentre ascoltavo la.registrazione xon cuffie i..il mio acufene saliva....mi faceva questa impressione risentirmi per quanto riguarda la psichiatra. .non andrò con la.pistola....però voglio capire che cavolo mi ha inserito a fare questo farmaco. ....anche il dott Andrea Gukov. .mi pare che si chiama così anche lui un bravissimo psichiatra di medici italia..disse che lorazepam e xanax erano più simili che differenti. .quindi le.diro di farmelo togliere con lo scalaggio. ..tanto quella quando c'è da scalare ..le.pare un giochetto. ...fa di quegli scala ggi sbrigativi come se stesse giocando

[#62] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Come ripeto dopo due giorni di assunzione non c'è da scalare niente, ma se prima prendeva un'altra benzodiazepina allora sì, perché è come aver continuato a prendere quella di prima. Quel che succede nel passare da una all'altra è che si cambia potenza, per cui 1 mg di una non è uguale a 1 mg di un'altra (può essere uguale come più potente come meno potente, dipende da cosa sono i due farmaci in questione). 1 mg di lorazepam è meno potente di 1 mg di alprazolam, e entrambi più potenti di un mg di diazepam. Inoltre, cambia il metabolismo, per cui qualcuno sente molto un tipo, e poco un altro.

Siccome la situazione esatta la conosce la psichiatra, segua sicuramente lo schema di scalaggio (che è graduale come si è già detto, non brusco).

Per il resto ripeto che non è questo però il punto centrale.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#63] dopo  
Utente 397XXX

Il punto centrale è. Il cervello..... e una . personalità purtroppo infantile.....irresponsabile e sensibile......

[#64] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La personalità è sempre cervello, per come si è costruito attraverso i significati. La storia del cervello e il modo in cui ha imparato a funzionare, o semplicemente è costruito per funzionare.
Non definirei una personalità con termini "morali" positivi o negativi, altrimenti si finisce per pensare che ne esista una giusta, cosa che non riguarda la biologia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#65] dopo  
Utente 397XXX

Dottore le voglio fare una domanda ..lei cosa ne pensa invece della mirtazaPina e del lorazepam 2.5 questa era la cura prima dello xanax...poi ho dimezzato Mirta e lorazepam.per aggiungere lo xanax ..che fra un po gli do quattro calci nel sedere che nn ha....lei darebbe la.mirtazapina a.un depresso o farebbe altre scelte

[#66] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non penso niente. Mi pare che si stia davvero fissando su questioni inutili. Abbiamo già fatto i commenti del caso. Non funzionava la cura: ce ne sono altre.
Adesso chiuderei il discorso xanax perché mi sembra paradossale continuare a pararne come se fosse fonte di qualche problema. Se non vuol capire o le piace pensare così bene, ma i commenti su questo direi che siano esauriti da tempo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#67] dopo  
Utente 397XXX

Giusto dottore condivido ...non perché me l ha scritto lei..ma perché il discorso è esaurito.....

[#68] dopo  
Utente 397XXX

Sono ritornata a riscrivere...con scalaggio xanax. ..sto passando guai seri...poi devo dire anche la verità sono aandaa su internet e ho letto di quelle cose da far rabbrividire....astinenza anche mortale..e che diamine...ma cosa mi è stato prescritto eroina?....mi viene un ansia pazzesca eppoi mal di tempie fortissimo..su internet ho letto che possono venire convulsioni allucinazioni e deliri..in quel caso bisogna correre in pronto soccorso..ora sto assumendo sei gocce ..ero partita da 1mg r.p. per arrivare a sei..cosa ne pensate??? È il farmaco o mi sto fissando...c'è da tenere presente che prima di prenderlo io non avevo ansia..quindi

[#69] dopo  
Utente 397XXX

Poi ho anche letto che lo xanax è il farmaco più scadente che c'è in commercio. Anche perché ha un Emivita di sei ore che induce il paziente a dover ricorrere sempre di più al farmaco..insomma una vera schifezza...e chi lo prescrive con tanta facilità è un vero delinquente. ...sono cose lette ma ahimè purtroppo mi sa che le cose sono vere..perché non sono una paziente nuova nei confronti dei psicofarmaci..ma ripeto sta cosa a me non è mai successa......cosa mi dite....ripeto valido en non hanno mai fatto ciò. ...lo sospendere quando volevo questo mi pare una droga legale

[#70] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non saprei cosa intende per "scadente". Né vedo perché automaticamente se un farmaco dura poco la persona sia costretta a prenderlo in continuazione. L'attaccamento al medicinale non dipende assolutamente dalla durata del suo effetto (breve), ma da un altro parametro.

Lei ragiona senza tenere conto del disturbo che ha, come se tutto dipendesse dallo scalaggio di poco xanax alla volta.

Non capisco neanche cosa c'entra con il concetto di droga, eroina lei dice, che non è certo un problema perché sia difficile smetterla, ma perché si tende ad usarla automaticamente e in maniera dannosa. C'entra marginalmente con l'astinenza.

Conclusione: si faccia spiegare in cosa consiste il disturbo di cui soffre e magari come primo passo faccia aggiustare la cura per quel disturbo, il che di solito rende la sospensione dei tranquillanti una scocciatura ma non un dramma.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#71] dopo  
Utente 397XXX

Dottore il discorso è questo prima di prendere xanax non dico che stavo bene... assolutamente no..mi ero fissata sul dolore denti.ma da quando ho preso xanax di tutto di piu ansia angoscia crisi come se mi stesse venendo infarto un sintomo che non avevo da almeno 20 anni ossia dolore tempie che mi viene subito dopo l ansia.e ritorno aku. ..per me xanax è stata una vera rovina...per carità io ho sempre difeso gli psicofarmaci tra l altro aprii io la discussione "non capisco tutti questi pregiudizi sulla antidepressivo. ..ma due sono le cose o sono una che appena legge un argomento su internet si impressiona a tal punto di avere sintomi pazzeschi..sullo xanax non ho letto belle cose dottor....è stato definito il farmaco più scadente in commercio ..e crea astinenza per lo meno su di me...una cifra....eppoi avendo una durata bassa rispetto al valium si ricorre a prenderne sempre di più. .ho letto di persone disperate che erano arrivate persino a 7 mg al giorno e non sono mai più riusciti ad abbandonarlo...oppure è astinenza bella e buona.la psichiatra oggi si è arrabbiata perché io ho criticato la sua scelta....lei lo definisce un semplice ansiolitico mio rilassante. .e si perché non lo prende lei. ..eppoi mi ha detto testuali parole... riescono ad allontanarsi i tossicodipendenti da eroina figurati tu con xanax...comunque sta di fatto che mi ha detto di aggiungere stasera due gocce u.per dieci g quindi se non è zuppa e pan bagnato.....comunque per me è stato un farmaco da vero fallimento..E Ne Pago Solo Delle Grandi conseguenze

[#72] dopo  
Utente 397XXX

Io non capisco cosa intendete voi psichiatri con il concetto di astinenza? ??? Astinenza non è quel processo che avviene quando il corpo è carente da quella sostanza in questo caso lo xanax e quindi il corpo automaticamente richiede di essere sempre coperto ( parlo in parole povere perché non sono un medico) e siccome lo xanax dura solo sei ore quello in gocce e il doppio quello a rilascio prolungato....( me l ha detto oggi anche la psichiatra) il giorno e fatto di 24 ore e in quel caso il rimanente il corpo soffre. ...io prima dello xanax non avevo ansia assolutamente anche perché laMirta zapina compensava bene...quindi mio caro dottore parliamoci chiaro ora sono in astinenza da farmaco

[#73] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

No, non è quando è carente in assoluto, è quando è stato abituato alla sua presenza fino al punto di aver sviluppato tolleranza all'effetto (l'effetto non c'è più), dopo di che l'interruzione della somministrazione produce un fenomeno passeggero noto come astinenza, che consiste in sintomi opposti all'azione della sostanza.

Lei ha scritto di aver preso lo xanax per pochi giorni. Non dà alcuna astinenza se preso per pochi giorni.

Se prima (mi ripeto ma sono tutte cose già dette, quindi vediamo di non andare all'infinto) dello xanax prendeva un altro ansiolitico, allora va in astinenza da ansiolitico, non per aver preso tre giorni di xanax, ma per aver preso se mai quello di prima per settimane. Se così non era, il problema non si pone.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#74] dopo  
Utente 397XXX

Dottore il discorso è questo ..in passato ma in passato mi era capitato di prendere valiuom per anche tre quattro gg di seguito ma poi sospeso..quindi sospeso ..inizio xanax oramai non c'era più effetto di altre Benzi. ..e li ci sono stati i guai nausea già il giorni seguente ...a me sto farmaco ha fatto solo male..ora sto scalando ma sono dovuta ripassare da sei a nove troppo astinenza

[#75] dopo  
Utente 397XXX

Quindi la colpa non la do agli altri farmaci ma a questo..che per me ripeto per me è un farmaco scadente che andrebbe tolto dalle case farmaceutiche. .Stavo meglio prima di prenderlo...così rendo l idea..

[#76] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Si è fissato su questo discorso e vedo che non c'è modo di seguire un ragionamento.

Nelle modalità che ha descritto non era assuefatto al valium e non lo era allo xanax, Continuando a prenderlo ora lo è, visto che è passato oltre un mese.
E soprattutto ancora non ha compreso il meccanismo per cui sta male.

Mi spiace ma abbiamo già commentato la cosa ampiamente, se poi ritorna alla carica con questo discorso esasperato contro un medicinale e per ragioni che non sussistevano, c'è poco da aggiungere.

Alla fine paradossalmente non aveva astinenza e ora dopo due mesi ci sarà anche quella, ma certo non è questo il motivo del problema di partenza di questo consulto, né della difficoltà a togliere lo xanax oggi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#77] dopo  
Utente 397XXX

Dottore lei è più testardo di me...mi scusi se mi.permetto di dirlo con tutto il rispetto per la sua bella laurea....ora però sono assuefatta. .e le garantisco che i sintomi che sto avendo ora non li ho mai avuti nella mia vita...ieri distorsione vista. Tra l altro se la psichiatra mi ha riaggiunto le tre gocce mentre scalavo è perché ha capito che il farmaco mi ha provocato ciò. .. io sono convinta che non sono io ad avere questa ansia insomma non è la mia malattia ma è sto schifo di farmaco..es uno che si fa di eroina alla fine sta male per l eroina non solo per la sua mente. .insomma l eroina fa del male come lo fa lo xanax

[#78] dopo  
Utente 397XXX

Questo che sto per scrivere è rivolto a tutti gli utenti del forum non prendiamoci i giro lo xanax e' una vera droga legalizzata...gli psichiatri difendono il farmaco..per.forza.non lo assumono loro..ma i pazienti. .di casi ne leggo e non penso che un utente si diverte a raccontare i disturbi che nascono con l'assunzione del farmaco...questo farmaco non solo provoca astinenza Za ma crea dei sintomi pazzeschi....ero guarita dalla acufene dopo l.assunzione mi è tornato più forte di prima.....non venite a raccontarmi la favoletta che è la mia malattia..perché due sono le cose o non cura proprio un bel tubo....con questo chiudo il discorso.....quando mai ho assunto questo farmaco orribile

[#79] dopo  
Utente 397XXX

Scusate è saltato un pezzo due sono le cose o non cura un bel tubo o crea e peggiora i sintomi..a cosa serve ditemelo voi

[#80] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non è vero che gli psichiatri difendono il farmaco, basta leggere ciò che io stesso scrivo a proposito delle benzodiazepine, ma questo non c'entra. Non è neanche vero che sia un dramma così insolubile la sospensione di farmaci come lo xanax, anche se è sicuramente non semplice per chi ha l'ansia.

Lei si è fissato con questo discorso in maniera poco attinente al caso specifico.

Non è chiaro perché continui a insistere senza la minima considerazione per le risposte che le vengono fornite, e senza i presupposti per portare avanti questo discorso.

Presumo sia inutile continuare perché non è disposto a discutere, deve solo insistere con questo argomento, non si sa poi con quale utilità, visto che non è evidentemente per questo che non viene fuori dal problema.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#81] dopo  
Utente 397XXX

Dottore non gli ho risposto perché non trovavo password. ...sa cosa farei da oggi in poi nei confronti della psichiatra che mi ha prescritto xanax....allora andrei al cps dove lavora e di nascosto le metterei nel caffè un mg di xanax ..per una settimana.eppoi dopo sette g le chiederei dottoressa come si sente??una bella astinenza da xanax.......questa persona mi ha prescritto xanax nonostante non avevo crisi di panico o di ansia..ma ossessione per il dente.......lo xanax me l ha fatto venire il panico altro che storie.....

[#82] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

E' inutile proseguire. Non ha la minima disponibilità a discutere, è solo uno sfogo che sta facendo da solo, senza logica minima.

Ora basta. Non risponderò oltre anche perché non sta ponendo domande né sembra interessato ad avere risposte.

Chiudo ripetendo ancora una volta. Non sta facendo ragionamenti equilibrati né ben impostati.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#83] dopo  
Utente 397XXX

Ma certamente. ..............

[#84] dopo  
Utente 397XXX

Le garantisco che sono equilibrata....non mi droga non bevo .voglio bene ai miei figli.....e non mi sfogo. ......voglio solo far sapere agli utenti di stare attenti a prendere questi farmaci perché fanno solo danno ..lei non ha l obbligo della risposta

[#85] dopo  
Utente 397XXX

Settimana scorsa ho letto ch il dottore Converti. ...risponde a un paziente.....asserendo che i sintomi che susseguono dopo assunzione benzio. ...non è lànostra à malattia ma astinenza da farmaco.....poi scrive che cm q sia i farmaci non vanno presi oltre le due settimane perché poi si crea astinenza. ...ora io chiedo ma che senso ha due settimane???? Se si prendono le benzio un motivo ci sarà. .sintomi psicosomatici.....brutti da gestire. ....con due settimane che ci fai???????e cm q un altra cosa là voglio dire... non perché c'è l ho con xanax. ...ma perché dopo l assunzione di questo farmaco ho sintomi peggiori ma di gran lunga rispetto a quando non ne facevo uso.....eppoi come mail il lorazepam che lo prendo da almeno tre anni non mi ha dato astinenza?????

[#86] dopo  
Utente 397XXX

Le medicine possono curare per un 50 per cento ma il resto va fatto in altra maniera. ..Quindi sono contraria a quei medici che sostengono c He la psicoterapia non serve...altro che se serv. .inoltre faccio corna e cornetta ma da quando ho smesso di prendere lo xeno sto molto meglio... mi aveva davvero ridotta come una tossica

[#87] dopo  
Utente 397XXX

Le medicine possono curare per un 50 per cento ma il resto va fatto in altra maniera. ..Quindi sono contraria a quei medici che sostengono c He la psicoterapia non serve...altro che se serv. .inoltre faccio corna e cornetta ma da quando ho smesso di prendere xanax sto molto meglio... mi aveva davvero ridotta come una tossica