Insonnia e ansia

Salve a tutti, da circa un mese mi sono lasciato da una storia di 5 anni, da lì a poco ho cominciato a soffrire di insonnia (mi addormento tardi -tra le 2 e le 4- ). Penso di essere depresso e ansioso, e questo fatto di non riuscire a dormire al momento di andare a letto mi provoca ancora piu' preoccupazione e sento ogni mio muscolo in tensione, rendendo ancor piu' difficile l'addormentamento...in passato ho sempre dormito bene, raramente ho avuto episodi di insonnia...in questo momento il mio medico mi ha prescritto della melatonina, che mi sembra faccia poco o nulla....la mia domanda è la mia insonnia è riconducibile al fatto di essermi lasciato? Dico anche che questo cosa mi ha segnato profondamente, sono diventato molto emotivo, praticamente ogni volta che penso a lei piango...tutto cio' puo' aver provocato questo mio disturbo del sonno? Grazie in anticipo delle vostre risposte.
[#1]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 4k 197 21
Ha già fatto la stessa domanda in neurologia due giorni fa, e il collega le ha risposto in modo esauriente: come le è già stato detto, occorre una valutazione sulle cause dell'insonnia, effettuata da un neurologo o da uno psichiatra, per una diagnosi precisa. Agire sul sintomo "insonnia" non è sufficiente.

Franca Scapellato

Ansia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto