Utente 396XXX
Salve!
Sono la madre di un ragazzo autistico di 24 anni in cura con farmaci da anni. Fa anche terapia cognitivo comportamentale costantemente ma ormai non si riesce a fare a meno del supporto farmacologico per la sua alta ossessività che può sfociare in irritabilità autolesionismo e aggressività
Per lunghi periodi e' stato bene poi però i farmaci andavano sempre aggiustati o meglio cambiati. Ultimamente prendeva 600mg seroquel rp , 1000 depakin chrono in due soluzioni e purtroppo era arrivato a 275 / 300 mg di prozin in 3 soluzioni altrimenti non dormiva e il seroquel da solo non lo copriva più per niente
Lo psichiatra ha ordinato l'aumento del seroquel rp a 800 introducendo 200 in più la mattina e lasciando 600 nel tardo pomeriggio. Poi ha detto di ridurre il prozin a 150 la sera e non di più. ( ovviamente ha sviluppato tolleranza anche verso il prozin ma aumentando un pochino il prozin funzionava.
Sono al quinto giorno di 800 di seroquel , il prozin per ora e' a 250 e poi gradatamente dovrei abbassar lo a 150. Chiedo se la stipsi tremenda causata dal seroquel e l'aumento di peso nell'addome e' dose dipendente cioè se devo aspettarmi un'ulteriore aumento di peso e di stipsi. Poi dico che in questi 4 giorni le cose sono andate anche peggio, qual'e' il periodo di bilanciamento circa 5 giorni come mi e' stato detto?
Poi quando introducemmo il prozin lui era praticamente insonne quindi mi chiedo se ora diminuendolo ritorni l'insonnia. E soprattutto chiedo se il depakin interferisce sul prozin o sul seroquel, ho letto in una rivista americana che influisce sul metabolismo della clorprozamina .
E poi non sarebbe meglio fare a rotazione con un'altra molecola per non dover sempre aumentare le dosi? Sia per il seroquel che per il prozin .
Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
seroquel e prozin appartengono alla stessa classe farmacologica e tra gli effetti collaterali di entrambi c'è la stipsi, quindi l'associazione peggiora questo effetto collaterale, come pure gli altri (aumento di peso, ecc). Bisogna stare attenti al rischio di acatisia, che in pazienti come suo figlio è difficile distinguere dall'agitazione, e che è un'irrequietezza da eccesso di farmaci. Chi soffre di acatisia non riesce a stare fermo in piedi, "pesta" i piedi in continuazione, e non rimane neanche seduto a lungo, deve sempre alzarsi.
La clorpromazina rimane nell'organismo per alcune settimane, quindi anche riducendo il dosaggio del prozin non ci dovrebbero essere grossi problemi.
I neurolettici richiedono adattamento solo per quanto riguarda gli effetti collaterali come la sonnolenza, mentre l'effetto terapeutico (riduzione dell'ansia, riorganizzazione del pensiero) aumenta con la durata della terapia; il rischio può essere l'accumulo, per cui periodicamente la terapia va rivista e caso mai ridotta per un po' di tempo.
Franca Scapellato

[#2] dopo  
Utente 396XXX

Grazie Dott.ssa

[#3] dopo  
Utente 396XXX

Grazie dott.ssa Scapellato.
quindi è giusto diminuire il prozin però mi hanno ordinato l'aumento del seroquel da 600 a 800..
Lui non soffre di acatasia per ora, ma se lei la nomina immagino che ritenga i dosaggi di mio figlio molto alti e questo mi spaventa un pò. Il fatto è che dopo un pò di mesi questi farmaci tipo il seroquel come in precedenza fece il risperdal, sembrano non avere più l'effetto di prima, sono comparse di nuovo ossessività molto alte (problema principale di mio figlio) che poi possono sfociare in aggressività o autolesionismo, quindi inizialmente fu aggiunto il prozin ma ora anche quello ha perso un pò di efficacia (anche se il prozin lo fa dormire e ha creato fenomeni di accumulo ne sono convinta che sono negativi ovviamente) e allora è stato aumentato il seroquel a 800 perchè 600 proprio non facevano piu niente e diminuito il prozin
Allora forse è bene togliere il prozin del tutto invece di lasciarlo a 150 la sera e usare altro per dormire dato che è stato aumentato il seroquel.?

Come ha detto lei l'effetto terapeutico dell'aumento del seroquel lo vedrò tra qualche giorno o settimana.


[#4]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Gentile signora, non ho pensato che il dosaggio fosse troppo alto, volevo solo ricordarle che a volte un comportamento "agitato" può essere un effetto collaterale. Lei ora ha aggiunto che i comportamenti ossessivi di suo figlio si sono aggravati, e questo esclude l'acatisia, che in ogni caso va tenuta presente quando si assumono neurolettici.
I dosaggi sono molto individuali, alcune persone richiedono dosi più alte e comunque la posologia prescritta a suo figlio è nella norma.
Per quanto riguarda il Prozin, lo psichiatra le ha dato indicazioni che mi sembrano ragionevoli, perché i cambiamenti vanno fatti in modo graduale, e comunque è lui che conosce il paziente. Se il comportamento di suo figlio peggiora può chiedere allo psichiatra se può aggiungere qualcosa al caso per tranquillizzarlo;pensavo a una benzodiazepina, ma a volte negli autistici questi farmaci hanno un effetto paradosso, quindi prenda il mio suggerimento con molta cautela, magari avete già provato e scartato questa classe di farmaci.
Franca Scapellato

[#5] dopo  
Utente 396XXX

Grazie
in effetti le benzodiazepine hanno avuto un effetto strano su di lui, non paradosso, ma dopo l'effetto è sempre stato più nervoso quindi per questo è da considerare con cautela.E' che si è già abituato molto al prozin.
Ora sono già 6 giorni che è a 800 di seroquel (anzichè 600) e da oggi 175 di prozin la sera e basta (invece di 200 la sera e 100 durante il giorno in due soluzioni come prendeva prima)
Quindi speriamo bene... Certamente credo sia presto per fare una valutazione, sembra che un pò di miglioramento ci sia stato ma ancora niente di che.

Grazie ancora e cordiali saluti

[#6] dopo  
Utente 396XXX

Purtroppo ormai e' un mese che prende 800 mg di seroquel rp divisi in due somministrazioni (200 e 600) e 175 di prozin la sera e depakin chrono invariato 500 + 500
La sua ossessività che riguarda più che altro il controllo dell'ambiente si e' acutizzata a tal punto da renderlo ingestibile, per esempio vuole che le oersone escano da un locale prima di uscure lui e vederle sparire dietro l'angolo...oppure non vuole vedere entrare qualcuno dal vicino di casa oppure non entra in casa la sera per ore controlla tutto centinaia di volte ma la cosa peggiore e' proprio che fuori mi ritrovo sempre in situazioni pericolose perché perde il controllo e urla se qualcuno non fa ciò che dice lui , una cosa mai successa. Il suo problema e' sempre stato l'ossessività ma ora e' completamente ingestibile. Sembrava che l'aumento del seroquel e la diminuzione del prozin avesse portato e sicuramente e' ancora così, a un miglioramento nel linguaggio , lettura ecc.. Ma sta malissimo perché e' completamente dominato dalla sua ossessività.
Gli antidepressivi non può prenderli perché abbiamo provato tre anni fa ma e' andata malissimo in quanto lo rendono irritabile
L'unica cosa che ha abbassato moltissimo l'ossessività in questi gg (2 volte) sono state 30 gocce di ansiolin. Però non può certo essere somministrato tutti i giorni perché le benzodiazepine perdono efficacia e invece il prozin lo prende solo la sera perché prendendolo di giorno dopo quasi un anno ha creato problemi, era di nuovo irritabile e ossessivo, ma ora con l'aumento del seroquel molto più ossessivo .
Ma non e' che va preso in un'unica somministrazione il seroquel anche se sono 800 mg?
Il suo psichiatra non era reperibile ora hà detto di dare la benzodiazepine in caso di emergenza ma l'emergenza e' quotidiana.
Oppure pensavo 400 e 400 di seroquel.?
Oppure va cambiato farmaco
Grazie

[#7]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Nel caso di suo figlio la terapia va individualizzata, in parole povere si procede per tentativi, e sotto stretto controllo medico.
Le 30 gocce di ansiolin prescritte in caso di agitazione corrispondono a poco più di 1 compressa, la dose standard giornaliera arriva a 3 compresse, e la perdita di efficacia delle benzodiazepine per induzione epatica non è immediata, richiede alcune settimane.
In questa fase di modifiche della terapia, sia come orari che come dosaggi di somministrazione, se non dare le gocce provoca rischi per suo figlio e comportamenti dannosi, direi che la cosa più opportuna sia somministrare le gocce con maggiore frequenza.
Tenga anche presente che l'eventuale perdita di efficacia non è definitiva, e dopo un periodo di astensione la risposta torna quella di prima.
Franca Scapellato

[#8] dopo  
Utente 396XXX

Grazie la sua risposta mi porta a stare più tranquilla per la somministrazione delle benzoduazepine. Il problema però ' e' che non si tratta più di un aggiustamento farmacologico perché e' un mese che prende questi dosaggi e oltretutto sono le stesse molecole che prendeva prima da due anni e più seroquel e prozin aggiunto un po dopo ma da un anno sicuramente . Poi da un mese si e' aumentato i l seroquel da 600 a 800 aggiungendo lo però staccato cioè 200 al mattino e 600 alla sera nonostante sia a rilascio prolungato e diminuito il prozin da 275 a 175. Che prende la sera per dormire
Ora dopo un mese non credo che sia ancora un aggiustamento, le altre volte quando aumento' il seroquwl l'effetto si vide in pochi giorni
Per questo sono dubbiosa proprio sulla terapia lui ha sempre più ossessività e non si ferma

Grazie

[#9] dopo  
Utente 396XXX

Adesso il medico ha detto di prendere 300 seroquel rp la mattina e ancora 600 nel tardo pomeriggio quindi ulteriore aumento da 800 a 900! E probabilmente il prozin era stato calato troppo velocemente manteniamo per ora 175 la sera. Invariato depakin chrono 500+ 500

L'ossessività e irritabilità e' molto alta aspetto una settimana e all'occorrenza vali um ( tutti i giorni) ma sembra che il farmaco seroquel rp non faccia più per lui o forse andrebbe somministrato tutto insieme ?

Comunque grazie

[#10]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Non penso che la somministrazione in unica soluzione del seroquel cambierebbe qualcosa. Prima di rinunciare a un farmaco, tanto più se era stato efficace in passato, è corretto aumentare il dosaggio fino al massimo, perché qualche volta il farmaco funziona solo a dosi alte.
Franca Scapellato

[#11] dopo  
Utente 396XXX

Grazie della sua disponibilità. La situazione e' degenerata proveremo ancora così per qualche giorno a dose elevata ma credo , se sopravvivo..., che ci toccherà cambiare tutto di nuovo e l'unico atipico può essere lo zyprexa che tre anni fa non gli faceva più nulla ma aveva funzionato per circa due anni
Grazie di nuovo

[#12] dopo  
Utente 396XXX

Adesso lo psichiatra che e' fuori città mi ha scritto di cambiare con olanzapina e sostituire i 600 mg di seroquel della sera con 20 mg di zyprexa in 3 gg , cioè 300 seroquel e 10 zyprexa per tre gg e poi solo 20 zyprexa e la mattina da subito 100 di prozin invece di 300 di seroquel e poi presumo prozin anche la sera
Ma non e' strano zyorexa la sera e prozin la mattina ? Poi ci parlerò comunque lo zyprexa non si triva originale e stasera non ho potuto iniziare
Mio figlio oggi ha raggiunto l'apice dell'ossessività e irritabilità per questo l'aumento del seroquel si e' rivelato dannoso

Ripeto rimango dubbiosa sull'inserimento dello zyorexa alla sera e prozin al mattino

Grazie

[#13]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Dovrebbe chiedere allo psichiatra che ha prescritto la terapia, posso solo ipotizzare che abbia prescritto il farmaco più sedativo al mattino (che comunque non è un sonnifero ma un tranquillante) per controllare meglio lo stato di irritabilità.
Franca Scapellato

[#14] dopo  
Utente 396XXX

Allora procedo con il cambio a malincuore perché lo zyprexa ingrassa aumenta i trigliceridi e fa diventare voraci quindi difficili da gestire.. Ma di atipici non e' rimasto altro , solo questo in passato ha funzionato abbastanza e a lungo, ed e' stato prescritto questo.
Mi auguro che tre giorni di switch non siano troppo pochi
Chissà se usare invece un farmaco tipico per esempio il neuleptil che usava molti anni fa con successo o il nozinan per esempio non sarebbe meglio.
Solo per sapere la vostra opinione in merito dato che lo zyorexa ha molti effetti collaterali

Grazie

[#15] dopo  
Utente 396XXX

Oggi al secondo giorno di switch con 400 di seroquel ( la metà) e 10 di zyorexa ( la metà) e' stato molto ossessivo ingestibile
Mi chiedo ma dato che questa acutizzazione di questi aspetti non si erano mai verificati di questa entità' ne' così a lungo e dato che sono iniziati dalla precedente terapia circa 2 settimane fa così intensi e da un mese in ascesa, non e' che e' accaduto qualcosa nel suo cervello di irreversibile?
E' possibile a causa dei farmaci che prende da tanto tempo?
Sono abbastanza disperata...

Grazie

[#16]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Capisco la sua disperazione, è in prima linea a seguire e gestire una situazione molto pesante. Da quanto dice, pur con i limiti di un consulto on line, non c'è niente che faccia pensare a un danno cerebrale, è in atto una modifica della terapia che richiede tempo per assestarsi. Se sia quella giusta o sbagliata non si può sapere adesso, ma nel frattempo lei deve lottare e soffrire e le vengono in mente le ipotesi peggiori. Non so se suo figlio è assistito anche da altre persone e se durante la settimana usufruisce per es di un day hospital presso una struttura.
Franca Scapellato

[#17] dopo  
Utente 396XXX

Grazie dottoressa
No purtroppo non esiste alcuna assistenza...
Adesso e' una settimana che prende zyprexa senza più seroquel, quindi 5mg la mattina e 10 la sera poi sempre depakin chrono 500 + 500 e poi 175 prozin la sera

Sta meglio durante il giorno sono calate le ossessioni ma in serata diventa irascibile agitato a volte si picchia e poi non dorme più come prima. Anche stanotte mai dormito. Si e' addormentato 10 minuti fa... Quindi 11.30 ...Il prozin da quando prende zyprexa non funziona proprio più per dormire ,mi sembra strano che stia bene durante la prima parte della giornata e poi dopo 10 di zyorexa nel tardo pomeriggio sia agitato e insonne. Spesso somministro del valium che lo calma ma ieri sera non ha dormito neppure con quello
Possibile che lo zyorexa procuri insonnia?
A questo punto mi e' stato detto di provare ad aumentare a 15 lo zyorexa la sera... E se e' peggio? E dare valium ma come controllo se questa terapia peraltro pericolosissima a quanto si legge...per il cuore colesterolo e trigliceridi... Funzioni?

Forse sarebbe meglio sostituire il prozin per la sera per dormire o ritornare al seroquel mi sono pentita di essere tornata a questo farmaco , lo zyprexa, troppo pericoloso

Grazie

[#18] dopo  
Utente 396XXX

Gentili dottori
Da quando prende lo zyprexa e cioè da quasi un mese, ,prima prendeva il seroquel, quando si alza dal letto trema come una foglia ma tantissimo infatti faccio fare delle analisi. Dopo essersi lavato e vestito poi gli passa . Ora e' stato sospeso da 7 giorni il prozin che prendeva la sera ed e' stato sostituito con nozinan. Ora il tremore diffuso e' aumentato a dismisura e appare anche in altri momenti della giornata. Dipende dal neurolettico cioè dallo zyorexa?
Poi ha già da un po' di tempo un tremolio alle mani a volte più accentuato a volte meno a volte per niente ma da quando prende lo zyprexa e' aumentato. C'è' da dire anche che prende 1000 di depakin ma da tanti anni , e come ho detto stato sospeso il prozin da pochi giorni sono segni di parkinsinsmo da neurolettico o da sospensione?
Sono molto preoccupata
Grazie

[#19]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Capisco la sua preoccupazione, ma è difficile valutare senza una visita diretta, deve rivolgersi allo psichiatra, che potrebbe consigliare una visita neurologica.
Franca Scapellato