Utente 400XXX
Gentilissimi dottori,
desidererei avere una vostra opinione, mio fratello minore(28 anni) è stato diagnosticato come schizofrenico paranoide, e, da allora, segue una terapia farmacologica abbinata a psicoterapia,mio fratello lavora part-time ed ha una vita sociale poco movimentata.
Vengo al punto, i miei genitori hanno incontrato in uno studio medico uno psicoterapeuta, questo psicoterapeuta ha detto ai miei che lui potrebbe seguire mio fratello e curarlo dallo schizofrenia interrompendo anche la terapia farmacologica
Io ho parlato con la terapeuta che segue mio fratello e, la terapeuta, mi ha risposto che non è possibile curarlo con la sola psicoterapia, testuali paroli "E' una follia"
I miei genitori si sono fissati e vogliono provare questa nuova strada, io ho paura, mio fratello è "stabile" interrompere la terapia e metterlo in mano a questo terapeuta è un rischio troppo grande, i miei genitori non vogliono capirlo, la domanda è questa, è possibile curare la schizofrenia paranoide con la sola psicoterapia? speriamo che le vostre risposte facciano fare un passo indietro ai miei genitori......

Grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,


" lui potrebbe seguire mio fratello e curarlo dallo schizofrenia interrompendo anche la terapia farmacologica"

Vorrei proprio sapere in base a quale conoscenza medica. Non esiste proprio. La schizofrenia è una malattia che ha terapie farmacologiche di riferimento, le quali possono controllare i sintomi più invadenti, in alcuni casi modificare o rallentare il decorso. Dopo di che, il decorso è variabile, ma la schizofrenia non curata, oltre a comportare numerosi pericoli per chi ne soffre e per chi gli sta intorno, tende ad aggravarsi (questo è il decorso più frequente).

La terapeuta che segue suo fratello infatti le ha dato una risposta corretta. I suoi genitori devono essere correttamente informati, e anche il malato. Temo che se hanno questa intenzione o non sanno niente di questa malattia, o si sono messi in mente a priori una strada che non esiste e vanno in cerca di chi possa loro assecondare questa loro richiesta, purtroppo trovandolo prima o poi.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 400XXX

Gentilissimo Dottor Pacini prima di tutto grazie per la risposta.
I miei genitori si sono fissati, lo Psichiatra che segue mio fratello è in ferie per motivi personali, torna la settimana prossima, l'ho contattato telefonicamente e mi ha detto che ci pensa lui, mio fratello è seguito dai servizi di igiene mentale, adesso vogliono il nominativo di questo terapeuta, i miei genitori non me lo vogliono dare.
Io sono sposato, vivo per conto mio, i miei genitori vogliono vedere mio fratello guarito così potranno morire tranquilli, così mi hanno detto, il problema è sorto dopo l'incontro
I miei genitori conoscono molto bene la patologia, seguivamo una terapia di supporto, terapia interrotta perchè ritenuta inutile, mio fratello segue la stessa terapia da circa 5 anni senza evidenti ricadute.
Lo Psichiatra mi ha detto di tenere duro fino a Lunedi, l'unica cosa che posso fare è controllare la situazione, sono tre giorni che dormo dai miei.

Grazie Mille

[#3] dopo  
Utente 400XXX

Gentile Dottore siamo stati da questo terapeuta, il percorso che lui voleva intraprendere è il seguente, seguire mio fratello con psicoterapia modificata a indirizzo cognitivo-comportamentale ideale per pazienti con diagnosi di schizofrenia, interrompere la terapia farmacologica e sostituirla con delle erbe, si, ha capito bene con delle erbe, secondo lui i farmaci fanno male, il risultato è garantito, il percorso doveva durare 6 mesi, i primi risultati si dovevano vedere dopo 10 sedute.
Mio fratello non ha nessuna intenzione di interrompere le cure e lasciare la Psicoterapeuta del cim(cognitivo-comportamentale), ho parlato con lo Psichiatra e con la Psicoterapeuta, ad entrambi ho fornito il nominativo del terapeuta(regolarmente iscritto), personaggio abbastanza conosciuto nell'ambiente per la sua testardaggine, secondo lui la psicoterapia cura tutto.....
La saluto e la ringrazio per il tempo dedicatomi.....

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Ripeto, la cosa non ha il minimo senso ma ci sono anche altre cose che non tornano.

a) uno psicologo non può prescrivere niente, erbe o non erbe, né indicare di assumerle anche se non richiedono ricetta medica.

b) la schizofrenia non si cura con la psicoterapia. Addirittura è dubbio che sia utile in associazione alla terapia farmacologica, certo non ha alcuna indicazione da sola.

c) la schizofrenia non è una malattia che si cura per 6 mesi...

Ha verificato che si tratti di un professionista regolarmente iscritto all'ordine (psicologo o medico ?) e abilitato all'esercizio della psicoterapia ?
Non che non sia teoricamente possibile che indicazioni curiose di questo tipo vengano da persone formalmente qualificate, ma è sempre bene intanto verificare di quale figura professionale si tratti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 400XXX

Gentilissimo Dott.Pacini
Come le ho scritto in precedenza questo terapeuta è regolarmente iscritto all'albo e, non è un medico ma, si appoggia ad uno studio medico.
Per quanto riguarda la psicoterapia lei ha ragione, io sono d'accordo con lei, il problema era dei miei genitori non mio.
Mio fratello segue una terapia farmacologica unita a psicoterapia presso il cim, all'inizio faceva 4 sedute al mese adesso ne fa al massimo due dato che, come mi ha detto la stessa terapeuta, sono sedute di supporto non più psicoterapiche, tutto quello che poteva raggiungere è stato raggiunto, ulteriori miglioramenti sono a detta della terapeuta impossibili, improbabili.
Comunque, per adesso, la situazione è rientrata, i miei genitori hanno parlato con lo psichiatra e sono sereni....

Cordiali saluti

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se non è un medico è quindi uno psicologo. Per fare terapia deve però avere anche un'abilitazione, che nell'albo dovrebbe essere riportata.

Al di là di questo, mi fa piacere che la situazione si sia chiarita.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it