Ansia stress depressione

Ho 18 anni e due mesi fa sono andata da uno psichiatra per disturbi del sonno, tendenze autolesioniste, mal di testa cronico, disturbi visivi e continui attacchi d'ansia. Mi è stata diagnosticata una depressione reattiva con conseguente prescrizione di sereupin 20 mg al mattino e 15 gocce di laroxyl prima di andare a letto. Le prime settimane della cura sono state insostenibili, non uscivo di casa, continui attacchi d'ansia talvolta ingestibili e duraturi, sensazione di stordimento e difficoltà a mettere a fuoco, perenne sonnolenza e grande fatica nell'articolare discorsi. Presentando la situazione al mio psichiatra quest'ultimo mi propose di aumentare la dose di sereupin a 30 mg. Non lo feci, dopo 1 mese di terapia ho interrotto, non gradualmente, i farmaci. Sono disperata. L'ansia non mi lascia studiare e spesso mi impedisce di andare a scuola, ho un esame da sostenere e non credo di essere in grado. Ho problemi famigliari gravi, e non ho trovato sostegno neanche in una cura psicologica. Cos'altro provare? Mi sembrava eccessivo aumentare la dose dei farmaci quando già il dosaggio precedente mi sembrava eccessivo.
[#1]
dopo
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.7k 990 63
Dovrebbe far rivalutare la situazione da uno specialista con visita diretta.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto