x

x

Vorrei capire come eliminare quest'ansia e sapere come reagire se ricapitasse tutto di nuovo

Buongiorno, sono una ragazza di 23 anni, sto con lo stesso ragazzo da quando eravamo 15enni e ci conosciamo da quando ne avevamo 11. Eravamo migliori amici e poi ci siamo innamorati: si creò una relazione bellissima e sempre affiatata per ben 6 anni e rimanemmo insieme fino al 2014, anno in cui lui mi lasciò perchè, come lui aveva detto, non era mai stato da solo e voleva provare a stare senza di me. Dopo 8 mesi in cui ci vedevamo lo stesso e ci comportavamo come se stessimo ancora insieme ogni volta che ci vedevamo, io non ce l'ho fatta più, ed in tutto questo tira e molla in cui non capivo se mi voleva o se non mi voleva, ad un certo punto ho troncato. Dopo 4 mesi senza vederci e senza sentirci ci siamo rivisti, lui si è riavvicinato e siamo tornati di nuovo insieme. Ormai è quasi un anno che stiamo di nuovo insieme ma io non riesco a togliermi dalla testa le mille insicurezze che sono sorte dopo che sono stata lasciata. Nell'anno in cui non stavamo insieme ero praticamente in costante depressione: ore, mattine, pomeriggi passati a piangere da sola nella mia stanza, notti insonni a chiedermi perchè mi avesse lasciato, se volesse un'altra, se io non gli bastavo più e tutte le solite domande che una persona si fa quando viene lasciata. Una notte sono rimasta a piangere fino alle 3 del mattino da sola al buio, un giorno mi sono sentita male e sono addirittura svenuta mentre cucinavo. La settimana dopo in cui ero stata lasciata ero arrivata a pesare 48 chili, quasi andavo per i 47, perchè non bevevo, non mangiavo e quel poco che ingerivo lo vomitavo. In poche parole ho sofferto tantissimo, specie nei primi 3 mesi. Dopo 3 mesi ho iniziato a stare meglio ma ogni tot giorni mi tornavano crisi di pianto, non riuscivo a studiare ed andare avanti con i miei studi per questa depressione da cui uscivo e ricadevo ogni tot giorni/ settimane. Onestamente non so se fossi davvero depressa, perchè io mi sforzavo a tutti i costi di non pensarci e di stare meglio: uscivo, facevo le mie cose, accettavo anche avances di altri ragazzi pur di stare meglio, anche se questi non mi interessavano per niente, perchè pensavo solo e solamente al mio ragazzo. C'erano momenti in cui riuscivo a non pensarci, altri (e non erano pochi) in cui ripiombavo nella tristezza più assoluta. Adesso con lui va tutto bene ma io non riesco a togliermi la paura di essere lasciata. Ho il terrore di riprovare tutto quello che ho già provato ed ho il terrore di non sapere reagire se mi si presentasse di nuovo una situazione del genere. Ho paura di non essere abbastanza, nonostante io abbia sempre avuto un'alta autostima di me. E queste paure mi si stanno trasformando in ansia, che a volte riesco ad eliminare, altre volte mi sale e si trasforma in angoscia. Vorrei capire come eliminare quest'ansia e sapere come reagire se ricapitasse tutto di nuovo.
Ringrazio anticipatamente per i vostri consigli.
Cordiali Saluti.
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 38,6k 912 271
Gentile utente,ù

Più che insicurezze, sta però ragionando su un dato di fatto, e cioè che fu lasciata.
Ciò è chiaramente in contrasto con il desiderio di un progetto comune per il futuro, lo è a livello razionale.

Bisognerebbe capire meglio se questo tipo di ansia e di pensiero "ossessionante" le consentono di gestire meglio o peggio la situazione, se sono specifiche su questo tema o riguardano tutto .

Forse una visita psichiatrica o psicologica potrebbe chiarire meglio la situazione.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it/wp-admin/install.php
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio