Utente 439XXX
Buongiorno, 3 anni fa ebbi una profonta crisi di ansia e depressione, andai da un neuropsichiatra, e mi cambio la terapia (prima prendevo xeristar e alprazolam) con eutimil (paroxetina) prima 10mg poi 20mg e alprazolam. Le prime settimane furono tremende, trant'e che andai da un altro psichiatra-psicoterapeuta, dal quale sono in cura tutt' ora, mi mantenne la terapia prescritta dal precedente levando l ' alprazolam, e aggiungendo rivotril e trittco 75mg la sera per dormire. Fin ora con questa terapia sono stata abbastanza bene, a parte un paio di ricadute, superate con aggiunta di rivotril e trittico che a volte nei momenti buoni scalavamo un po. Poi anche l' eutimil siamo scesi a 10mg da alcuni mesi. Da due settimane sono ricaduta, ansia a mille notti senza sonno, pensieri negativi e ossessivi, voglia di non fare niente in casa, ma mi costringo ad andare al lavoro perche senno penso che a casa impazzisco. E sono dimagrita tanto, perche non riesco a mangiare piu niente se non sotto sforzo ma senza alcun appetito.2 giovedi fa i sono stata dallo psichiatra con il quale faccio psicoterapia da 3 anni,e del quale mi fido perche mi ha sempre aiutato. Pero secondo lui io non ho una depressione, ma un disturbo bipolare collegato all ansia, quindi mi ha cambiato la terapia levando in tre giorni l' eutimil 10mg, aggiungendo mezza cp di depakin chrono da 500 per 3 giorni e poi una intera, mi ha variato le gocce di rivotril e trittico..Io sono disperata da come sto, lui dice che per avere qualche effetto benefico devo aspettare almeno 1 settimana..Sono molto sfiduciata, piu vado avanti con l èta piu mi ritrovo ad avere crisi piu forte..vi leggo spesso in questi giorni, so che molte persone provano quello che provo io, bisogna stringere i denti ma...è davvero dura..chi mi puo sollevare anche parlandomi del depakin?Nel frattempo giovedi sono riandata da lui, dopo aver pensato addirittura ad un ricovero, perche non dormivo piu. la terapia che ho cominciato da giovedi sera è di 1 cp depakin chrono 500, 3/4 di trittico 75mg, 8 gocce di rivotril. la mattina 1/2 compressa si depakin , 1/3 di trittco e 5 gocce di rivotril. alle 14 5 gocce di rivotril. A parte che ora riesco a dormire la notte, anche se la mattina mi risveglio con le ossessioni di una nuova giornata di depressione(non ho voglia neanche di lavarmi) il resto non è cambiato nulla..anzi mi sembra sempre di essere piu sfiduciata e demoralizzata. il mio psic. mi promette che staro meglio, che a breve i farmaci faranno effetto..ma questa volta è piu dura del solito, perche anche stare a casa mi fa star male. aiutatemi

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Questa modifica della cura sembrerebbe indicare una modifica della diagnosi, cioè anziché depressione una sindrome bipolare minore, in cui rientrano gli episodi depressivi come i sintomi ansiosi. E' così ? Ovvero, le è stato fatto un discorso del genere, o il depakin altrimenti che ruolo ha ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 439XXX

si...il primo neuropsichiatra da cui andai circa 3 anni e mezzo fa perche mi sentivo fortemente depressa e ansiosa, mi cambio l acura gradualmente con la paroxetina, ma mi vide una volta sola, e non mi ispiro molta fiducia..anche perche le prime settimane di cura mi aggravarono lo stato in cui ero, non mangiavo neanche piu. Disperata chiesi di incontrare lo psichiatra- psicanalista di un amico, che mi lascio l' eutimil vedendo se avrebbe fatto il suo effetto, e mettendomi rivotril e trittico..In effetti dopo un po il suo effetto ebbe un riscontro positivo. Era tornato il buonumore e la voglia e l' appetito, ed era passata la paura di stare in casa. Iniziai una psicoterapia, di lui mi fido..ma purtoppo nell arco di 1/2 volte all' anno ebbi delle ricadute depressive, anche magari per una banale influenza. Mi correggeva un po la terapia aumentandola un po e nell arco di 2 settimane mi sentico un po meglio. E a riprendere la mia vita..mi sono anche sposata. Ora da 2 settimane sono ricaduta nel vortice..E lui convinto mi ha detto dobbiamo prevenire queste ricadute quindi le prescrivo uno stabilizzatore dell umore (perche secondo lui il mio è un disturbo bipolare, non depressione ma disturbo dell' umore)..gradualmente levando i 10mg di eutimil..e impostando la terapia come scritto nel primo post..lui mi dice di aver fiducia che devo avere pazienza, ma io ho tanta fretta di tornare ad una vita decente e di non essere un peso per chi mi sta vicino..e soprattutto far tornare appetito e star bene
dentro casa facendo le mi e cose..ora è un peso anche lavarmi. Sono sfiduciata. questa volta mi sembra diverso. Mi scusi se mi sono dilungata

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Quindi siccome ha fretta il medico deve inventarsi una soluzione sbagliata ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 439XXX

secondo lei è sbagliata? io mi fido di lui..e lui i segue da tre anni quindi penso un minimo mi conosca..non pretende di essere il migliore assolutamente, mi chiede fiducia..si è vero lui i conosce ed evita cmq di imbottirmi di farmaci perchè sa che i cambiamenti e troppi farmaci mi spaventano..soprattuto se devo affrontare le prime settimane di un antidepressivo sapendo che peggioro.
si è vero ho fretta..lui mi ha impostato il depakin per cominciare a prevenire queste ricadute. e mi ha aumentato il trittico òpenso anche per scopo antidepressivo. Secondo lui una persona che riesce a parlare al telefono e riesce ad andare al lavoro(non stressante sicuramente, ma ovviamente con pochissima lucidità mentale) non è una persona cosi tanto depressa. Mi dia una sua opinione la prego..Lei non è d' accordo sulla cura o la diagnosi del mio psichiatra?

[#5] dopo  
Utente 439XXX

lei riceve a roma? potrei incontrarla per sentire un secondo parere?

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Vedo che non ha capito.

Ho detto: poiché ha fretta, il medico deve inventarsi una soluzione sbagliata ?
Ne ha indicata una giusta. Lei dice "ma io ho fretta". E quindi il medico cosa dovrebbe fare, inventarsi una soluzione diversa da quella che ritiene giusta perché ha fretta ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 439XXX

Si..non avevo capito cosa intendesse .forse perché sono molto sfiduciata, forse dal cambio della terapia, forse il fatto che non riesco a fare nulla..forse perché ho tanta paura..forse perché sono meno reattiva delle altre volte.e molto più paranoica..forse perché non so ancora quanto dovrò aspettare per stare bene..visto che la dose diciamo efficace per il mio peso e l altezza la sto assumendo solo da pochi giorni. .e mi sembra una vita che sto male

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Il medico non le può in questo momento dare un termine certo, sarebbe un "contentino" che però poi rischia di aumentare la sua impazienza. Un farmaco stabilizzatore impiega un tempo variabile per fare effetto. L'importante è che sia definita la strategia. In queste sindromi l'intolleranza al non-cambiamento delle cose è bassa, si vorrebbe una novità subito, e questo spesso si traduce in variazioni di terapie o introduzione di farmaci che "piacciono" come nome, ma che invece poi non sono adatti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 439XXX

grazie delle risposte dottore..vado spesso dal mio psichiatra, ho deciso di affidarmi a lui..egli mi ha diagnosticato un disturbo bipolare tipo II con ipomania. Sto continuando la terapia con il depakin, e mi ha aumentato il trittico da 17 gocce che prendevo pochi giorni fa a compressa da 75mg.. piu da oggi 1/r al mattino, associato ad un po di rivotril. Lui è convinto che con questa terapia nel giro di 2 -3 settimane inizierò a stare meglio..lei cosa ne pensa del trittico come antidpressivo( visto che il mio psich l ha considerato "blando")..Ovviamente ad oggi a parte i l sonno e la sera che sto leggermente meglio non è cambiato quasi nulla, anzi delle volte sento che l umore è sempre piu giu..ma credo che siano le prime settimane di periodo di "latenza "del farmco.
grazie. Un ultima domanda : il depakin è uno stabilizzatore, quindi non ha alcun effetto come "risollevatore dell' umore?
Grazie mille

[#10] dopo  
Utente 439XXX

secondo lei 75mg di trittico piu 1/3 è una dose terapeutica efficace per ragazza di 36 anni 50kg h ,1 65

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non è questione di peso entro certi limiti. E' una dose bassa, ma torna con la diagnosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 439XXX

ma lei crede che sia un buon farmaco antidepressivo?

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La terapia non si giudica a pezzetti, non ha bisogno di una terapia per la depressione, ma per il disturbo bipolare II.
Il ragionamento va fatto su questo. Al di là di questo, un "buon farmaco" non saprei di preciso cosa voglia dire, ma presumo che le sue aspettative siano quelle di un farmaco per l'umore, e allora deve far riferimento a ciò che sta curando, non all'umore del momento.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 439XXX

Eccomi di nuovo qui...ormai è passato del tempo..il mio psichiatra con cui faccio anche psicanalisi, dopo il depakin vedendo che le cose non cambiavano mi ha prescritto efexor prima settimana 75 poi 150..ora è passata la 4 settimana e da 1 settimana mi ha aggiunto wellbutrin 150...dice che è successo qualcosa nella mia mente potente che non si spiega..io sto sempre male..mangio a forza ma ho il rifiuto..non voglio vedere nessuno.l ansia è aumentata e mi aiuto con rivotril ma ho spesso questo groppo in gola...vorrei un vostro parere

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Psicanalisi ?
Intende psicoterapia ?

E' stata integrata la componente antidepressiva, ma il disturbo è un bipolare II. Il depakin è stato dosato nel sangue per verificare che sia sufficiente ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 439XXX

si intendo psicoterapia..il dosaggio è stato effettuato e rientra nel range...perchè su di me non si vede alcun miglioramento? anzi piu va avanti il tempo piu sono scoraggiata

[#17]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quindi il medico ha giustamente provato a fare questa mossa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it