Utente 466XXX
Cari medici,
Credo di aver fatto un casino.
Da piu di un anno ho problemi di insonnia e altri problemi di salute: vertigini, acufeni, sbandamenti. Ho fatto 3000 visite passando per neurologi/otorini e i risultati delle risonanze sono state, per il cervello, una degenerazione cistica della pineale, per il tratto cervicale una rettilinizzazione. Quattro anni fa ho invece sofferto di una depressione reattiva, passata allontanandomi dal nucleo famigliare e durata pochi mesi, con terapia antidepressiva di cipralex e un altro farmaco per l umore. Ultimamente ho fatto una visita da endocrinologo che mi ha prescritto MELATONINA GUNA, 20 gg pranzo, 20 sera ma riesco a prenderla solo alla sera. Nei mesi precedenti mi hanno diagnosticato sindrome di meniere e ho preso VERTISERC E LEVOBRAIN per 4 mesi, contemporaneamente e prima di fare visita endocrinologica prendevo HALCION da circa un mese, prescritto da medico.
La sindrome di Meniere è stata smentita, quindi per un periodo ho scalato i farmaci per le vertigini. Per due mesi sono stata bene in un paesino di campagna. Tornata in città, ricominciando università e lavoro, ho ricominciato ad avere i sintomi, in particolare l'insonnia. Così da una settimana ho ricominciato a prendere l'halcion. Siccome mi è venuto il dubbio che pero non possa prescrivermelo da sola, ho chiamato il mio psichiatra di 4 anni fa che mi ha prescritto ZOLOFT, e lui mi ha indicato di scalare Halcion, prendendone metà pasticca la sera e un quarto di ZOLOFT 50 al mattino.Questo perche sostiene che ZOLOFT, nonostante sia un antidepressivo, non dia dipendenza come Halcion.Oggi ho iniziato con un quarto di zoloft 50 e mi sono sentita completamente anestetizzata. Non avevo né grossi momenti di felicità, né grossi cali d'umore. Pero ho iniziato ad avere molta paura degli effetti collaterali: cioè le manie suicide ecc. So di essere molto suggestionabile, in più ieri una ragazza si è suicidata sotto il treno che ho preso io, e oggi sotto una metro.. Ora la mia paura è che io non abbia realmente bisogno di tutti i farmaci che sto prendendo, senza contare che sono sotto antibiotico da una settimana e tre giorni fa ho preso pure il cortisone x 3 giorni. Del resto se non prendo i farmaci pero rischio di non dormire e stare cmq male per la grave insonnia. Il mio problema è che HO paura di prendere ZOLOFT e rimpallarmi con questa storia degli antidepressivi visto che nessuno mi ha diagnosticato la depressione. In più ho paura degli effetti collaterali.Inoltre appunto oltre all'insonnia devo tenere a bada tutti i problemi fisici dettati dalla rettilinizzazione. Per non parlare che mi hanno prescritto anche SIRDALUD,che non sto prendendo. Ho paura che ZOLOFT E HALCION mi stiano annientando. Voi che fareste al posto mio? Come fare a disintossicarmi da tutti questi farmaci? Oppure è il caso che li prenda per dormire? (con zoloft scalo halcion)inoltre, non so se si può, avevo richiesto un consulto nella sezione psicologica per un confronto
grazie molte

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
L'utilizzo di un quarto di compressa non garantisce la effettiva dose di farmaco che assume.

Dal suo scritto sembra evincersi che ha ricevuto consigli telefonici, se così fosse deve far rivalutare la situazione direttamente.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 466XXX

Gentile Dott.,

La ringrazio molto per la risposta. Effettivamente ho ricevuto un consiglio telefonico. Ma cosa significa che un quarto di compressa non garantisce l'effettiva dose di farmaco? E perché non va bene il consulto telefonico? Devo spiegare meglio a voce tutta la mia situazione...?

Cordiali saluti,

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
La valutazione diretta consente di cogliere elementi che nel corso di una telefonata non si colgono, soprattutto se è passato tempo dall'ultima visita.

Un quarto di compressa non vuol dire che sta assumendo un quarto di dose.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente 466XXX

Caro dottore La ringrazio molto,

Non ho capito bene la questione del quarto di pasticca ma sto evitando ZOLOFT e mi sento molto meglio. Gestisco il sonno con mezzo Halcion e melatonina e poi proverò a scalare halcion. Purtroppo sto avendo pero gravi problemi all'orecchio sinistro e vertigini. Non capisco perché non riesco a trovare una cura definitiva ai miei problemi fisici,

Grazie infinite,

Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Attualmente non trova soluzione perché autogestisce la terapia.


Cosa non è chiaro sul fatto che “1/4 di compressa non corrisponde ad 1/4 di dose?”
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6] dopo  
Utente 466XXX

Non mi è chiaro nulla. Se uno psichiatra mi dice prendi 1/4 di zoloft cosa dovrei fare? Io ho diviso la pasticca in 4 e e ho preso una parte delle 4. Cosa dovrei fare invece?

Per quanto riguarda l'autogestione della terapia sto autogestendo perché è un anno intero che mi affido a medici prendendo di tutto e di più e chiunque ho intorno mi prescrive un farmaco diverso e tutti amici e parenti mi dicono che sto prendendo troppe medicine. Anche la mia psicoterapeuta mi ha detto che dove non arriva la medicina arriva il buon senso, quindi inutile prendere fermaci a caso.

Attualmente dopo la visita con un otorinolaringoiatra di un ospedale molto famoso di Milano da ieri ho iniziato a prendere agivert. Devo prendere ogni farmaco che mi consigliano? Anche un neurologo mi ha prescritto altri farmaci. Dovrei imbottirmi?
Sbaglio o anche lei ha detto che la situazione telefonica non andava bene e dovrei essere rivalutata di persona?

Non escludo Zoloft, dico solo che AL MOMENTO lo evito perché basandomi sui sintomi che ho e che sembrano derivare dall'orecchio agisco su quelli fidandomi delll'otorino.

Forse non mi spiego bene ma sono molto confusa. Non capisco se i sintomi sono psicosomatici o organici. So solo che ho le vertigini, le orecchie mi rimbombano, i suoni sono distorti e amplificati e faccio fatica a deambulare diritta. Sono piena di catarro e dopo aver visto 3 otorini nessuno mi sa dire se ho SINUSITE/OTITE CATARRALE/PROBLEMI ALL ORECCHIO INTERNO. È tutto un mistero, solo terapie farmacolegiche e mille esami da fare...

La ringrazio per accogliere il mio sfogo
e La ringrazio molto per la Sua gentile attenzione,

Cordiali salutii