Utente 460XXX
Buongiorno, avevo richiesto un consulto già prima sullo stesso argomento ma non ho ottenuto risposta.
Ho 19 anni e da luglio sto male, tachicardia mancanza di respiro, peso al petto, cefalea tensiva ecura fascicolazioni, nodo alla gola, bruciore a gambe e braccia, formicolii, senso di oppressione alla gola e mandibola, dolore sotto la pianta dei piedi...
Ho fatto un sacco di esami ma non esce nulla.
Sono sempre stata ansiosa ma stento a credere che l ansia possa farmi provare questo, non ho mai sentito nessuno che aveva dolori alle braccia e alle gambe per l ansia...
Ho paura di avere quelche strana malattia che i medici non capiscono.
È normale che i sintomi fisici durino 24/7? Si alternano fra loro, ma almeno uno è sempre presente nelle mie giornate. Avevo capito che i sintomi durassero 10/15 minuti per attacco, invece io li ho sempre..
Ovviamente sto malissimo e non riesco più a vivere la mia vita, sono disperata.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Probabilmente le informazioni che ha raccolto sull'ansia sono altamente incomplete, poiché non ci sarebbe cosa più comune in teoria.
Bisogna però distinguere tra sintomi fisici e preoccupazione per il corpo, dettata dalla paura di avere qualcosa di grave. Il meccanismo della seconda situazione, che la persona ritiene derivato dai sintomi stessi (ho i sintomi, quindi mi preoccupo) è spesso inverso (mi preoccupo, quindi tutto diviene oggetto di controllo).
Visto che però dice di soffrire genericamente di ansia, perché non fa una valutazione psichiatrica di questa sua situazione ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 460XXX

Grazie per la veloce risposta.
Non mi sono mai preoccupata eccessivamente per la salute, ma da quando ho questi sintomi strani ogni giorno ormai la paura si è impossessata di me: passo le giornate a cercare su internet le possibili malattie e a piangere. Mi rendo conto di essere entrata in una spirale ipocondriaca.. ho molta paura di dovere passare tutta la vita con questi dolori. Sono pure andata dal reumatologo per paura della fibromialgia, lui l ha esclusa ma io ho pensieri del tipo "ecco sicuramente ha sbagliato la diagnosi" ecc
Ansiosa lo sono sempre stata si, ma più che altro credo di avere sofferto per anni di ansia sociale senza rendermene conto. L ho capito solo ora facendo psicoterapia..
E devo dire che da questo punto di vista sono migliorata tantissimo.
A causa di questi sintomi fisici sono continuamente agitata, piango, sto male.
Secondo lei con uno psichiatra posso uscirne?

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
A me non pare che dica di stare neanche generalmente "bene", mi pare riferisca uno stato di malessere continuo, per cui se il progresso è stato semplicemente rendersi conto di avere l'ansia... non saprei a cosa possa servire. Inoltre la spirale ipocondriaca, appunto, spesso crea una visione distorta del problema, come quella che indicavo, cioè focalizzata su tutti i sintomi, tranne che sulla preoccupazione.

Faccia una visita psichiatrica, si faccia indicare una cura da seguire.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 460XXX

Sono migliorata nel senso che in situazione dove bisogna socializzare vado meno in ansia. Intendevi quello.
Secondo lei si può stabilire chiaramente se si tratta di un disturbo pschiatrico o fibromialgia? Perché i sintomi sono simili... ho paura di avere diagnosi sbagliate ecco

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La fibromialgia ha una collocazione ancora incerta, e di fatto risponde a medicinali tipicamente usati in psichiatria.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 460XXX

Il mio dottore mi ha detto che la fibromialgia è un contenitore dove si mettono sintomi che non hanno spiegazione.. sinceramente mi sono molto spaventata, sono andata a leggere testimonianze in rete e a quanto pare non c'è rimedio al dolore, ho letto di tantissime persone che addirittura pensano al suicidio per porre fine al dolore. Le lascio immaginare la mia angoscia...
Ho solo 19 anni e il pensiero di trascorrere una vita così mi uccide.
È vero che i farmaci non hanno effetti significativi?

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Più o meno, rischia di essere quello, una diagnosi di esclusione, ma non dovrebbe essere così. E' una sindrome che risponde a determinati farmaci, di cui non si conosce il meccanismo. Quindi dal punto di vista dell'interpretazione non è attribuita con sicurezza, ma la diagnosi si può fare, e non semplicemente per esclusione.

No, non è vero che non hanno effetti significativi, ce ne sono diversi utili.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 460XXX

Io sono stata dal reumatologo e notando l' assenza di tender points l' ha esclusa. Secondo lei dovrei recarmi da un altro reumatologo?
Non so più cosa fare, se concentrarmi sulla fibromialgia o se recarmi da uno psichiatra per curare ipotetici disturbi...

[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, allora non è stata diagnosticata per esclusione, ma perché l'ipotesi è stata verificata e non confermata per l'assenza dei suoi sintomi specifici.

Il consiglio di fare una visita psichiatrica glielo ho già dato.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 460XXX

Va bene, mi recherò da uno psichiatra
Anche perché mi è tornata la sensazione di dispnea e non se ne va più..

[#11] dopo  
Utente 460XXX

Ho tanta paura, nessun dottore capisce cosa ho... non voglio passare una vita a letto per i dolori... e non credo che l'ansia possa far arrivare a questo. Ho solo 19 anni e passo le giornate a piangere chiusa in casa. Non vedo una soluzione a tutto questo

[#12] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non mi pare che non capiscano che cosa ha, ma il punto è curarsi. E mi pare che lo psichiatria sia la cosa che manca qui.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 460XXX

Quindi è veramente possibile che l' ansia provochi gli stessi sintomi della fibromialgia?
Ho paura che mi diano psicofarmaci quando in rrealtà ho altre malattie strane
Mi scuso per il disturbo

[#14] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, il disturbo che produce ansia può produrre sintomi corporei. Non l'ansia, che è già una manifestazione e quindi non produce niente.
Le diagnosi mi pare le abbia avute, forse andando per esclusione si trascura di diagnosticare la parte psichiatrica per i sintomi che presenta,e non per esclusione di altre cose.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#15] dopo  
Utente 460XXX

Ho deciso di informi e rivolgermi al più presto a un bravo psichiatra..
Il mio medico mi ha però scoraggiata molto, mi ha detto che questi generi di disturbi "da somatizzazione" non si risolvono facilmente e che probabilmente dovrò abituarmi a questa condizione. Ha anche spiegato il perché ma sinceramente non ci ho capito nulla..
Già sono preoccupata, pensi l effetto che mi hanno fatto queste parole...
Volevo sapere, è vero quello che mi ha detto?

[#16] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Innanzitutto non è una diagnosi "disturbo da somatizzazione", stiamo parlando di sintomi corporei, la diagnosi è da far fare allo psichiatra, e quindi inutile ragionare su come debbano poi evolvere o se siano facili da gestire. Magari invece lo saranno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#17] dopo  
Utente 460XXX

Buongiorno, fra due giorni ho la prima visita psichiatrica. Sono però molto combattuta, la psicologa da cui vado mi ha detto che «tutti vorremmo la pillola che ci fa magicamente stare meglio, ma non c'è. Devi impegnarti tu!»
Così non le ho detto di avere prenotato la visita...
Da un lato voglio andarci, dall' altro mi sento una "debole" perché da solo non riesco a uscirne..

[#18] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"tutti vorremmo la pillola che ci fa magicamente stare meglio, ma non c'è."

Ah, sì ? E su che base la psicologa conosce cose di cui non si occupa ? Ma tu guarda, migliaia di studi su pillole che funzionano e poi si scopre che non dovrebbero esistere.

La pillola magica non esiste, così come neanche la psicoterapia magica. Invece le cure esistono eccome, e a volte somigliano proprio a una pillola magica, solo che non sono magiche, hanno un funzionamento prevedibile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#19] dopo  
Utente 460XXX

Buonasera dottore. Secondo lo psichiatra ho un esaurimento nervoso, principalmente ansia con anche una leggera depressione. Mi ha prescritto cymbalta (50mg) e amisulpride (25mg) fino al 24 gennaio, data della prossima visita. Che ne dice?

[#20] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Diagnosi e terapia sono coerenti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#21] dopo  
Utente 460XXX

Va bene, inizio fiduciosa.
Grazie ancora per la disponibilità e buona giornata

[#22] dopo  
Utente 460XXX

Buongiorno, sono passati 15 giorni e non ho notato ne miglioramenti ne peggioramenti... è normale?

[#23] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In 15 giorni si
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#24] dopo  
Utente 460XXX

buongiorno dottore.
il 13 dicembre è stato un anno esatto dall' inizio della mia cura. diciamo che i sintomi sono migliorati, ma non sono del tutto spariti: ho ancora quella sensazione di respiro corto costante, e a volte bruciori muscolari. ho visto lo psichiatra il 17 dicembre e dato la persistenza della sintomatologia ha deciso di variare la terapia, da 30mg di cymbalta e 50mg di amisulpride è passato a 60mg di cymbalta e 25 di amisulpride.
non ho nessuna domanda in particolare, volevo solo aggiornarLa sulla situazione.

[#25] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La dose di duloxetina adesso è quella normale.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it