Utente 478XXX
Buongiorno
Scrivo per avere un vostro parere in merito alla terapia con Seroquel che è stata prescritta a mia madre affetta da Alzheimer.
Mia madre assume da circa due mesi una compressa di Seroquel da 25 mg la sera prima di coricarsi, ma visto il forte stato di agitazione che ha ultimamente la mattina, ma soprattutto nel dopo pranzo la Neurologa, che la segue, ci ha consigliato di integrare la terapia con una mezza compressa al mattina e un'altra mezza poco prima di pranzo.
Il dubbio sta nel fatto che sul bugiardino viene riportato che la compressa non è divisibile, secondo voi questa indicazione può essere superata o si corre qualche rischio? Ulteriore dubbio sta nel fatto che per prendere le medicine abbiamo vari problemi visto che non beve acqua a sufficienza.

Vi ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Il Seroquel, soprattutto una decina di anni fa, ricevette alcuni "warning" riguardanti l'utilizzo in pazienti con disturbi cerebrali organici. Nel tempo si è però dimostrato efficace e ben tollerato e oggi è quasi il farmaco di prima scelta nelle condizioni quali quella di sua Madre.
Spezzare la compressa può influenzare i tempi di assorbimento (se è un Seroquel "retard") e quelli di durata in circolo ma di solito in maniera non rilevante.
Può quindi procedere come suggerito dal Medico.
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria
www.mariosavino.com

[#2] dopo  
Utente 478XXX

La ringrazio Dottore è stato gentilissimo.
E' un periodo un pò particolare per noi e avere un ulteriore parere è di grande aiuto.

Saluti

[#3] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Grazie a lei e auguroni per la mamma
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria
www.mariosavino.com