Utente 479XXX
salve,
volevo chiedere consiglio circa i farmaci prescritti dal mio psichiatra. Lo psichiatra mi ha diagnosticato la depressione ( i sintomi più gravi sono difficoltà a memorizzare ed a concentrarsi, stanchezza, isolamento, privazione di voglia di fare qualsiasi cosa) e dopo una cura con daparox 20mg per quattro mesi, senza risultati soddisfacenti, mi ha cambiato terapia.
Ora mi ha prescritto Maveral 50 mg:
- mezza compressa dopo cena per 3 giorni
- 1 compressa dopo cena per 3 giorni
- 2 compresse dopo cena per 3 giorni
- 1 compressa dopo pranzo e 2 compresse dopo cena.
- Minias 15 gocce per dormire.

Secondo voi i dosaggi sono giusti oppure eccessivi, in linea di massima? Come mai le compresse sono da assumere la sera, mentre il Daparox lo assumevo al mattino?

Grazie mille.
Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Che motivo ha di credere che il medico le prescriva dosi eccessive ? Cioè secondo Lei il medico non conosce le dosi di questo farmaco (che peraltro sono chiaramente riportate anche sul foglietto) ?
L'orario del farmaco non è rilevante ai finid ell'effetto terapeutico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 479XXX

Caro Dr. Pacini, se avesse letto bene la mia richiesta, avrebbe notato che io non ho affatto messo in dubbio i dosaggi del medico nè la conoscenza dei dosaggi. La mia richiesta verteva su un parere da parte vostra e non in una critica oppure poca fiducia nel mio psichiatra.
Volevo solo chiedere se il farmaco prescritto è adatto per la mia depressione, in cui i sintomi più evidenti sono stanchezza diurna e difficoltà a memorizzare e concentrami.
Saluti.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Secondo voi i dosaggi sono giusti oppure eccessivi"

Quindi secondo Lei il suo psichiatra non conoscerebbe i dosaggi giusti e addirittura ne prescriverebbe di eccessivi.

Ragion per cui, se non c'è un motivo specifico, è solo una richiesta inutile di conferma.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 479XXX

"Quindi secondo Lei il suo psichiatra non conoscerebbe i dosaggi giusti e addirittura ne prescriverebbe di eccessivi."

Io non ho mai detto che il mio psichiatra non conosce i dosaggi oppure che ne prescrive di eccessivi!! Lei continua ad insistere con la sua assurda convinzione, ma se a lei piace rimanere convinto di ciò, le dico: guardi, ha proprio ragione. Mi permetto inoltre di aggiungere che non vorrei mai essere in cura da lei, perchè se questo è il modo con cui tratta i suoi pazienti, ahime! Poveri loro...
Lei ha risposto alla mia domanda con un tono veramente aggressivo ed ostile, che mi porta a dirle che lei è uno psichiatra fallito! Si prescriva qualche calmante per sè, anzi mi permetto di suggerirle questa terapia:
Maveral 50 mg:
- mezza compressa dopo cena per 3 giorni
- 1 compressa dopo cena per 3 giorni
- 2 compresse dopo cena per 3 giorni
- 1 compressa dopo pranzo e 2 compresse dopo cena.
- Minias 15 gocce per dormire.

"Ragion per cui, se non c'è un motivo specifico, è solo una richiesta inutile di conferma." Mi pare che questo sia un sito proprio volto a chiedere dei consigli, delle conferme, nessuno l'ha obbligata a rispondere alla mia richiesta.
Le comunico inoltre che i suoi collegamenti logici tra mia richiesta e sua deduzione, sono a dir poco ridicoli. Spero che non sia altrettanto acuto nelle sue diagnosi...
Saluti!

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Guardi che non ho alcuna convinzione, è Lei che non pone alcuna domanda, solo

"i dosaggi sono giusti o eccessivi"

Se mai è questa domanda decisamente ridicola, se dovesse esser presa alla lettera.
Per questo cercavo di capire cosa vi fosse di più. di diverso, di scontato per Lei ma magari non per me.

Invece è solo capace di perdere tempo a risentirsi senza chiarire nulla. Non scriva più con toni di questo tipo, non serve a nessuno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it