Utente 460XXX
Gentili dottori, dopo essere finito al pronto soccorso due volte, con relativo elettrocardiogramma e anche un'analisi del sangue mirata (per visualizzare i valori degli enzimi come la troponina), sono stato indirizzato verso uno psichiatra, dopo alcune sedute, volte a risolvere il problema di quella che viene definita ansia, attacchi di panico e relativa somatizzazione, senza l'impiego di farmaci.
Si è convenuto poi, circa tre settimane fa, che la terapia farmacologia avrebbe dovuto essere affiancata alle sedute, vista l'impossibilità, per me, di avere una vita, una giornata, un'ora di serenità.
Lo psichiatra mi ha prescritto xanax in compresse da 0.50 , mezza alla mattina e una alla sera, eventualmente un'ulteriore mezza durante la giornata.
Inizialmente mi sembrava che il farmaco facesse effetto, per la prima settimana e mezza, poi però la situazione si è modificata:
Prendo sempre la mezza pasticca di riserva, tutti i giorni e comunque ho un forte nodo in gola che sembra non lasciarmi respirare bene, dolore alle braccia, spalle e collo, oppressione al petto....sento il battito del cuore nella gola e alcuni battiti mi provocano dolore al petto...inoltre ho la testa leggera, mi sento stordito, ho quasi le vertigini e sembra che il farmaco mi peggiori addirittura questo sintomo (che già avevo prima di prenderlo)....la notte riesco ad addormentarmi facilmente per via dell'effetto sedativo ma anche prendendo una pasticca intera la sera, comunque mi sveglio frequentemente e a volte con ansia alquanto forte....

Mi sembra che la terapia sia inutile...infatti sto riniziando a pensare che i sintomi siano dovuti a qualche problema di origine cardiaca ...

È possibile che la terapia sia sbagliata o non sufficiente? dovrei approfondire le ricerche di ambito organico?

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Il Disturbo da Attacchi di Panico e il Disturbo da Ansia Generalizzata non si curano con le sole benzodiazepine.
In più lo Xanax, preso come fa lei, non la copre dai sintomi per tutto l'arco della giornata, perchè ha una azione rapida ma di breve durata, e quando passa l'effetto potrebbe esserci un rimbalzo d'ansia (questo discorso non vale se il suo Xanax è del tipo a rilascio prolungato).
Probabilmente il suo psichiatra ha intenzione di aggiustare la terapia in un secondo momento.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 460XXX

Grazie mille per la tempestiva risposta, in effetti la terapia è in fase di assestamento, riguardo al tipo di medicinale, scuso l'ignoranza, ma dove ne è riportata l'indicazione? (Rilascio prolungato o non)