Utente 427XXX
Buon giorno, a seguito di una diagnosi di un episodio piscotico ed in seguito piscosi, inizialmente definita come sindorme maniacale atipica, ho proceduto ad una cura di haldol a scalare presso il csm per circa 4 anni.Lo psichiatra che mi seguito, ha ritenuto opportuno interrompere la cura di haldol. A seguito del suo pensionamento, e da circa 4 mesi di interruzione del farmco conintuo a stare bene, ma il nuovo medico che mi segue mi ha nuovamente imposto la cura farmacologica a seguito di un singolo incontro e senza nessuna conoscenza diretta. mi chiedo e le chiedo cosa possa fare ? quali consigli ? Vorrei sottolinerare che non ci son stati scompensi in questi 5 mesi e che l'interruzione farmacologica non ha provocato nessun tipo di scompenso. P.s. per quanto mi rigurada continuo a sentimi pressochè bene. La trova una metodologia corretta quella del nuovo medico che mi segeue..quando e se potro' definire conclusa la cura farmacologica ?

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Se, come sembra, la sua patologia rientra nel circolo maniaco-depressivo, una terapia profilattica con stabilizzatori dell'umore è opportuna anche in assenza di sintomi. Il medico si sta muovendo correttamente.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-