Utente 463XXX
Buongiorno dottori.Volevo dei chiarimenti per i farmaci che sto assumendo.Ho 21 anni e dall’età di 6 soffro di attacchi di panico seguiti da derealizzazione e senso di soffocamento. A circa 9 anni ho sofferto di anoressia nervosa, non una vera e propria anoressia ma avevo paura di deglutire il mangiare perché mi affogavo. 4 anni fa ho dato alla luce il mio bimbo che per me è la gioia più grande . Per via di una grande paura dell’isis Quando ci furono quattro anni fa quegli attentati continui mi venne una grandissima paura che ci fosse un attentato qui in Sicilia dove vivo io e la mi pura era quella di perdere mio figlio si non poterlo poi riabbracciare . Da lì cominciò un circolo vizioso che mi sta distruggendo la vita . Cominciai a non mangiare a sentirmi ansiosa a non uscire più di casa per me nulla ha più senso nemmeno farmi i capelli o andare dall’estetista , più guardo mio figlio e più penso a quanta pur ahi di perderlo . Quando sono felice e sto provando un’emozione bella allora li arriva la tachicardia e la derealizzazione sembra di morire , di impazzire. Vado sempre in ospedale ho fatto mille visite per tutti i sintomi fisici che ho perché sono convinta di essere cardiopatica o di avere un tumore . Due anni fa cominciai una terapia erano 4 gtt di frontal mattina, 4 di cipralex dopo pranzo , 4 di frontal alle 16:00 e 5 di frontal la sera. Stavo abbastanza bene quando Di botto staccai la cura e dopo un mese circa mi rivenne l’ansia . Attacchi di panico non potevo più guidare, tachicardia inprovvisa , senso di costrizione al petto e sudore , nausea inappetenza , penso sempre che sto per morire di infarto!! Adesso da quattro mesi seguo una cura da uno psichiatra che mi ha bimbardata di medicine : Xanax a rilascio prolungato 0,50 presa x i primi tre giorni perché mi dava troppa sonnolenza . L’abbiamo cambiata con Xanax a rilascio immediato 0,25 metà mattina metà pomeriggio e metà sera più entact la mattina 0,20 mg. La cura andava bene però aggiunge risperidone che io non ho mai preso perché ho avuto paura!!! Dopo due mesi fa questa cura lo Xanax lo abbiamo aumentato : una compressa intera mattino , pomeriggio e sera . All’inizio un po’ di sonnolenza dopo andava meglio. Adesso ho cambiato medico perché non mi trovavo molto bene ma io due settimane fa ho sospeso la cura per due settimane prendendo solo lo Xanax e togliendo l’antidepressivo . Ho passato le due settimane più brutte della mia vita ho persino avuto pensieri di suicidio!!! Ieri lo psichiatra mi ha detto di prendere Xanax 0,25 intero mattina e intero la sera . In più mi ha cambiato l’antidepressivo dandomi il sereupin da 0,20 mg ma io non lo voglio prender ehi molta apaura perche alcune persone che lo hanno preso mi hanno detto che porta molta sonnolenza . Adesso penso non è che prendendo lo Xanax potrei avere disturbi sul cuore ? Perché mi sento rincoglionita è rallentata aumentando lo Xanax anche se di mezza compressa ? Ho paura che possano portarmi un arresto cardiaco!

[#1] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
O si fida e si cura con le terapie che le ha dato lo psichiatra e sopporta qualche effetto collaterale non grave nelle prime settimane oppure continua a stare male e questo non serve né a lei né alla sua famiglia.
Già diverse volte ha assunto i farmaci, è stata meglio e poi li ha sospesi, perché? Queste sono cure da portare avanti per un anno almeno, anche quando si inizia a stare un po' meglio. Se il suo obiettivo è sentirsi meglio e far crescere suo figlio sereno, giocare con lui e dargli l'attenzione di cui ha bisogno, deve curarsi bene.
Franca Scapellato

[#2] dopo  
Utente 463XXX

Cara dottoressa la ringrazio molto per la sua risposta abbastanza motivante . La mia è una paura che queste medicine a lungo andare possano danneggiarmi il cervello o magari portarmi problemi al cuore ( non sono cardiopatica ma mi fisso di esserlo) . Per questso ho paura , molte persone mi giudicano perché prendo i farmaci e mi dicono che prendendoli posso restarci fregata .

[#3] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Questi farmaci al contrario aiutano il cervello a funzionare meglio, e non danneggiano il cuore come invece fa lo stress cronico. Non chieda aiuto e consiglio a persone ignoranti, che non sanno di che cosa si tratta, ma si permettono di sparare sentenze. Ci sono tanti esperti di calcio e di medicina in tutti i bar e nei forum, che vincono un sacco di coppe e scudetti virtuali e curano le persone con le tisane e il bicarbonato e col "devi farcela da sola con la volontà". Peccato che non funzioni.
Franca Scapellato

[#4] dopo  
Utente 463XXX

La ringrazio tantissimo Dottoressa grazie perché mi ha fatta riflettere . Volevo un ultimo chiarimento sul mio dubbio . Che differenza c’è tra escitalopram e Paroxetina ? Perché uno psichiatra mi ha dato entact da 20 mg e l’altro il sereupin sempre da 20? Su internet ho letto che il sereupin agisce più in fretta ma da più effetti collaterali e dipendenza . Invece, con entact e cipralex non mi era mai successo di avere sonnolenza nemmeno alla prima compressa,la colpa è stata mia perché ho interrotto molte volte la terapia p dimenticandomi la pillola o interrompendola per una settimana e poi riprenderla .

[#5] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Sono entrambi ottimi farmaci che agiscono sull'ansia; è vero che la paroxetina dà più sonnolenza, ma se c'è insonnia e ansia intensa la sedazione torna utile, se il farmaco viene dato la sera.
Di solito la sonnolenza passa dopo le prime settimane, e si può evitare di assumere troppo Xanax che dà dipendenza davvero.
La dipendenza da antidepressivo non esiste, semplicemente non bisogna interrompere di colpo, ma ridurre piano nel giro di settimane. Se anche così insorgono disturbi, di solito succede perché la situazione di base (ansia e/o depressione) non è superata, e allora si torna a curarsi.
Se nonostante l'assunzione serale la sonnolenza è un problema per es perché deve controllare il bambino o guidare ne parli con lo psichiatra.
Franca Scapellato

[#6] dopo  
Utente 463XXX

Dottoressa lo psichiatra mi ha detto che visto l’assunzione di Paroxetina tra un mese vuole togliermi lo Xanax e continuare solo con il sereupin , però mi ha anche detto che se dopo la prima settimana io ho troppa sonnolenza con il sereupin ritorniamo al cipralex e continuamo un po’ di più con lo Xanax. La ringrazio perché è stata molto chiara ! Grazie mille di nuovo e spero possa rassicurarmi che se io seguo la cura e ci metto la mia buona volontà a non interromperla di botto posso guarire e uscire da questo tunnel perché momentaneamente non vedo una via d’uscita ! Ma davvero l’interruzione di questi farmaci anche solo per uno due giorni possono dare effetti bruschi ?

[#7] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Sì, perché per funzionare si legano a determinati siti cerebrali, fanno da "tappo" trattenendo in circolo la serotonina (che è un prodotto del nostro cervello). Se si tolgono tutti i "tappi" in una volta la serotonina cala di colpo e i sintomi ritornano. Assumere integratori con precursori di serotonina non serve, perché il problema è quello di farla restare nel cervello più a lungo per il tempo che durano i sintomi e anche un po' di più, per evitare ricadute.
Franca Scapellato

[#8] dopo  
Utente 463XXX

Carissima dottoressa, le scrivo dopo un paio di settimane perché ho assunto il sereupin da 10 mg per 6 giorni ma ho dovuto sospenderlo sotto indicazione del mio psichiatra perché mi portava forti attacchi di panico e senso di stordimento e di pesantezza corporea. Adesso sto assumendo xanax 0,25 x tre volte al dì, e cipralex da 20 mg. Sto bene ma questa aggiunta di xanax da prendere ad ora di pranzo mi turba ho paura che una dose maggiore mi faccia male. Lo psichiatra mi ha anche dato una compressa di Tavor da 1mg da prendere solo se gli attacchi di panico sono talmente forti da essere ingestibili m io ho paura del Tavor perché una volta me lo diedero al pronto soccorso ma sono stata intontita e non mi piace il senso di stordimento. Pensa che la terapia datami sia corrrtta con l’inserimento di xanax ad ora di pranzo ? Grazie mille per la risposta

[#9] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Non ho capito in che senso 0,25 mg di xanax a pranzo debbano fare male. Al peggio possono dare un po' di sonnolenza, se si accorge che è così avverte lo psichiatra. Il Tavor al bisogno, al dosaggio più basso, è da usare, se crede, in caso di attacchi ingestibili: la scelta è tra un panico "da pronto soccorso" e un po' di stordimento per un paio d'ore (ma non credo succeda, con solo 1 mg di Tavor).
Franca Scapellato

[#10] dopo  
Utente 463XXX

Carissima dottoressa ho parlato con il medico che mi ha tolto lo xanax al pomeriggio perché mi porta sonnolenza . Ora volevo dirle una cosa , a novembre quando iniziai la cura iniziai con entact da 20 mg per due mesi poi staccai di testa mia perché non volevo più prendere i farmaci. Continuai a prendere xanax molto irregolarmente è di nuovo attacchi di panico chi più ne ha più ne metta , poi andai da un neurologo che mi diede il cipralex 10 mg e lo presi per un mese e poi stop! Di nuovo staccato di testa mia, poi andai da un altro psichiatra che mi ha dato il sereupin che ho preso appunti settimana scorsa 5 giorni. E adesso sono ritornata dal mio psichiatra che mi ha dato cipralex da 20 mg. Siccome leggendo il bugiardino leggo che per curare la depressione si usano 10 mg perché lui me ne ha dati 20? Ho paura della sindrome Serotoninergica, potrebbe capitarmi ? Ha da quando ho iniziato a prendere il cipralex cioè da ieri che sto malissimo con nausea debolezza mal di testa giramenti di testa come un influenza e non riesco a capire se sia intossicazione alimentare visto che ho pasticciato con il cibo in questi giorni oppure il cipralex, ma se l’ho già preso in passato può essere che adesso potrebbe darmi dei sintomi da intossico? Io comunque stavolta non lo stacco di testa mia lo sto prendendo comunque ! Grazie in anticipo per le risposte alle mie domande

[#11] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Non pensi alla sindrome serotoninergica. Se ha disturbi non sospenda, ma avverta già domani lo psichiatra che valuterà se ridurre la dose (poi c'è il weekend...). Da quanto riferisce lei non soffre di depressione ma di disturbi della sfera ansiosa, comunque il cipralex è indicato anche per quelli.
Franca Scapellato

[#12] dopo  
Utente 463XXX

Dottoressa io sono molto ipocondriaca e soffro di ossessioni perché mi fisso con ciò che mi circonda e soprattutto ascolto molto il mio corpo... ora mi sono fissata che è il farmaco a farmi sentire con lo stomaco in subbuglio ma invece vari medici che ho consultato(psichiatra, neurologo, farmacista e medico curante) mi hanno detto che se fosse stato il cipralex a darmi questi sintomi li avrei già avuti all’inizio della cura cioè a novembre invece non ho mai avuto problemi... domani comunque chiamerò lo psichiatra e magari chiedo se possiamo abbassare la dose a 10 mg.

[#13] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Avevo capito che l'assunzione di 20 mg fosse appena iniziata, in quella girandola di inizi e sospensioni è difficile capire bene. Se ci sono pensieri ossessivi e ideazioni ipocondriache il dosaggio efficace è più alto che per semplice ansia o depressione.
Franca Scapellato

[#14] dopo  
Utente 463XXX

Ok adesso ho capito dottoressa grazie mille per essere stata chiara ! Quindi non e rischioso prendere 20 mg di cipralex al giorno giusto ? Oggi ho chiamato lo psichiatra e mi ha detto che il farmaco non può darmi questi sintomi da “intossico” cioe debolezza, forte nausea, mal di pancia e forti bruciori di stomaco, sicuramente sarà stato qualche alimento visto che sono intollerante al lattosio e la mattina che ho ripreso il cipralex ho bevuto latte e caffè ... lei pensa che se avessi avuto una reazione avversa da farmaco l’avrei avuta anche quando ho iniziato con escitalopram a novembre ? La cura con entact che iniziai a novembre con 20 mg l’ho fatta continuamente per due mesi poi l’ho interrotta ! Ma non ho mai avuto questi sintomi !