Utente cancellato
Gentili medici,

Il mio psichiatra mi ha diagnosticato un disturbo di ansia generalizzato.
Dapprima curato con ssri, in seguito sospesi per effetti collaterali sulla sfera sessuale.
L'ansia persiste e così mi è stata prescritta una nuova terapia con il farmaco Trittico al dosaggio di 75 mg al giorno la sera ore 21.
Iniziare con 25 mg ed aumentare ogni 7 giorni fino ad arrivare al dosaggio stabilito.
Il mio curante mi ha spiegato che è meglio iniziare gradualmente, anche se il trittico è sedativo, nelle prime settimane come per gli ssri può dare aumento dell'ansia.
Mi ha anche prescritto una benzodiazepina il tavor oro da usare al bisogno qualora ne avessi bisogno 1 cp da 1 mg o mezza.

Io ho chiesto informazioni su questa molecola e lui molto volentieri mi ha spiegato il funzionamento.

Mi ha detto che non da disturbi sessuali che a 75 mg ha un marcato effetto ansiolitico e scarsamente antidepressivo.
Salendo col dosaggio ha effetti antidepressivi e potrebbe iniziare a dare disturbi sulla sfera sessuale.

Mi ha anche detto che a basso dosaggio ha una forte azione di antagonismo sui recettori 5ht2a che da effetti ansiolitici.

In questa sede chiedo un altro parere su questo farmaco.

1) È adatto per ansia generalizzata?
2) E vero che non da disturbi sulla sfera sessuale?
3) Può dare aumento dell'ansia all'inizio come con gli ssri ?
4) L'antagonismo sui recettori 5ht2a è immediato tipo alla prima somministrazione o richiede settimane ?

Grazie in anticipo a chi mi risponderà.

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Il trazodone (Trittico) è una molecola italiana che ha avuto molto successo negli USA, specie negli anni '70-'80.
Come le ha detto il suo medico, a dosi basse agisce da ansiolitico ed anche ipnoinduttore; a dosi medie e alte agisce da blando antidepressivo.
Di regola non dà disturbi sessuali, anzi, tra i possibili effetti collaterali può provocare priapismo. (cioè erezione persistente e sgradevole).
Proprio per le sue caratteristiche non induce ansia come a volta accade con gli ssri,
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
487960

dal 2018
Gentile Dottor Carbonetti grazie per avermi risposto.

Ma per quanto riguarda l'antagonismo del recettore 5ht2a di cui mi ha parlato il mio curante, questo antagonismo si verifica alla prima somministrazione o dopo settimane?

Secondo lei 75 mg è un dosaggio molto basso ?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Il dosaggio di 75 mg è buono per ricercare l'effetto anti-ansia e ipnoinduttore, piuttosto basso se si cerca un effetto antidepressivo.
Per il resto, tipo il discorso sui recettori, sono argomenti complessi, che non serve approfondire qui. Ad esempio, l'effetto recettoriale che tanto le interessa non corrisponde direttamente all'effetto terapeutico, come può succedere, p,e, con un antinfiammatorio, ma è solo un anello di una catena lunga e complessa, che arriva all'espressione genica.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-