Utente 491XXX
Buongiorno sono una ragazza di 22 anni, soffro di DOC da quando ho circa 9 anni, manifestatosi con sintomi di tricotrillomania. Sintomi iniziati a manifestarsi durante la separazione dei miei genitori. Fin dall'età infantile sono stata seguita da psicologi, specialmente nel periodo della separazione.Ho sempre fatto fatica a scuola e questo ha derivato due anni di bocciatura, ma sono riuscita sempre a tirarmi su ed andare avanti da sola.
Il problema non sono mai riuscita a risolverlo, intorno a circa i 19 anni ho iniziato a manifestarsi sintomi di ansia, con estremi attacchi di tachicardia, e pensieri ossesivi continui. Al età di 19/20 anni mi sono rivolta ad un psichiatra e psicoterapeuta, con un percorso di circa un anno di psicoterapia. Come terapia farmacologica mi sono stati prescritti inizialmente 100 mg di sertralina e 2 mg di delorazepam (EN), che nel corso di questi anni ho scalato gradualmente sempre con la supervisione del mio psichiatra. Circa un mese e mezzo fa ero arrivata al punto di sospendere la sertralina che era arrivata alla dose di 50mg.
Ma nelle ultime settimane ho iniziato a risentire i sintomi tremendi di pensieri ossessivi ricorrenti e forte ansia, il mio psichiatra mi ha fatto iniziare con 50 mg di alprazolam per tre volte al dì, ma sintomi di tachicardia e disturbi intestinali e forte inappetenza come se avessi un groppo in gola; non sono spariti. Adesso abbiamo concordato insieme di reintrodurre la sertralina, io continuo a non notare miglioramenti. Mi sento molto in ansia quando sono da sola e devo studiare in vista della sessione di esami (faccio giurisprudenza) provo una forte frustrazione anche ad andare in università. I battiti sono sempre alti, io continuo a svolgere la mia vita normalmente ma sono molto preoccupata, perché non vedo ancora miglioramenti dopo 11 giorni di alprazolam e sertralina è da poco che la sto rintroducendo. Vorrei solo stare bene, non chiedo molto. Ogni sento il mio psichiatra con un messaggio al di, ma è molto difficilmente per me. Grazie per chi risponderà

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La terapia inizierà a dare la sua efficacia a partire dalla quarta settimana a dose piena.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 491XXX

Concordando con il mio psichiatra ho iniziato a prendere 2 mg di EN al giorno e sembrano che la tachicardia e ansia sia notevolmente diminuita. Prendo 1/4 mattino 1/4 dopo pranzo 1/2 prima di dormire insieme ai 50 mg di sertralina. Ma mi sento molto fiacca e un po' rintontita anche nel pensare e fare le cose, mi sento rallentata e mi vengono crisi di estrema sonnolenza. È il caso di ridurre la dose di EN? Io sto cercando di non bere più di due caffè al giorno per la paura che mi torni la tachicardia da ansia. Non riesco a studiare bene e mi sembra di essere apatica

[#3] dopo  
Utente 491XXX

Spero che qualche specialista mi possa essere d'aiuto per contrastare la sonnolenza, perché ho 22 anni e vorrei poter vivere come i miei coetanei e non come una 80 enne che va a letto come le galline