Utente 489XXX
Salve,
vorrei sapere gentilmente se, durante il compimento di una determinata azione, il cervello, anzichè farci avere una visione "normale"/frontale (una visione data dai nostri occhi), possa creare un' "alterazione visiva" mostrandoci il compimento dell'azione come lo vedrebbe un terzo soggetto (direi quasi una visione autoscopica ma, anzichè essere un'illusione, reale).

In sostanza, chiedo se facendo qualcosa, invece di vedere il tutto come se la stessimo facendo/vivendo, si possa vedersi nel farla (come ci vede un'altra persona: magari vederci di spalle completamente, lateralmente ecc).

Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Ha una domanda da porre per se stesso?


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 489XXX

Mi scusi, in che senso?

[#3] dopo  
Utente 489XXX

Buonasera dottore,
solo ora, rileggendo la sua risposta, ho capito... mi scuso ma ieri sono andato in tilt...

Ebbene si, deve sapere che sono preda di pensieri, immagini e impulsi intrusivi assolutamente spaventosi e contrari al mio essere. Proprio nelle immagini, spesso, ho come dei flash in cui mi vedo: compio azioni che non farei mai.
So che si tratta di rappresentazioni mentali e allo stesso tempo sono conscio di non dover assolutamente alimentare il doc, tuttavia, proprio per capire il fenomeno e non temerlo, vorrei sapere, se possibile, se quanto scritto sopra possa accadere.

Grazie.