Utente 430XXX
Buongiorno, da ottobre 2016 soffro di attacchi di panico ipocondria e somatizzazioni fortissime. Dopo aver iniziato terapia con zoloft e lorazepan ho sospeso dopo circa tre mesi x effetti collaterali, ho contattato altra psichiatra che mi ha supportato nella mia scelta di dismettere forse sbagliando. I problemi sono rimasti e a distanza di un anno mi ritrovo peggiorato e recatomi al p.s la psichiatra mi ha prescritto lyrica 25 mattina sera r e zoloft a salire fino a 100 mg. Ho insonnia con risvegli notturni. Secondo voi il sonno può migliorare aumentando il lyrica o servirebbero benzodiazepine. Sono a terra, ho 2 figli e non riesco da più di un anno e mezzo ad essere un buon padre e d'esempio. Spero che questa nuova terapia mi aiuti con quella psicologica ma ho timore non sia sufficiente di aver bisogno di qualcosa in più.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Portuesi

28% attività
20% attualità
16% socialità
PINEROLO (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Il lyrica a 25 mg in effetti può essere un po' basso per contrastare l' insonnia, aumentarlo potrebbe migliorare il sonno. Le benzodiazepine in se sono molto efficaci, ma non è il caso di farne un uso per periodi prolungati di tempo, ma solo quando veramente necessario. In ogni caso è fondamentale dare una risposta con un antidepressivo che sia abbastanza soddisfacente, poichè è una terapia non a breve termine come le benzodiazepine.
Dr Giovanni Portuesi

[#2] dopo  
Utente 430XXX

Grazie per la celere risposta, non so se sono poco tollerante io ma l'antidepressivo mi da subito effetti gastrointestinali molto forti nausea inappetenza, ed è solo 4 giorni che lo prendo. Devo sopportare o non è normale che abbiano questi effetti? Prima di aumentare la dose zoloft parlandone prima con lo psichiatra, esiste antidepressivo efficace con meno effetti collaterali gastrointestinali? Grazie