Utente 478XXX
gentili dottori, vi spiego brevemente una situazione che per me è diventata invibile. Fino a due mesi fa ero una persona energica, solare e piena di energie. Poi ho avuto un tracollo improvviso, causato da quello che credevo esser stato un banale calo di zuccheri. Da allora però, forse complice la mia ipocondria, ho iniziato a sviluppare dei veri e propri attacchi di panico nonché un'insonnia molto grave. Temendo le cause fisiche di questi inspiegabili malesseri, ho iniziato a fare accertamenti su accertamenti (analisi del sangue addirittura 4 o 5 volte), stata al pronto soccorso 4 volte, fatta visita endocrinologica ecc. Non risulta nulla di nulla, sulla carta io dovrei scoppiare di salute. La pressione è ok, i minerali anche, il ferro non manca. E invece accuso
costantemente: mal di testa, stanchezza, vertigini, astenia, dolori muscolari... è come se stessi sempre sul punto di morire o di svenire. Il neurologo mi ha prescritto lo xanax, che mi ha fatto più male che bene e che ho deciso di sospendere presto.
Per dormire uso la melatonina esi.
È che io sento di essere crollata fisicamente e moralmente e sono caduta in una depressione profonda, perché temo di morire e non voglio, ho solo 25 anni. Mi sono isolata da tutti, ho paura di uscire di casa.
Premetto che ho vissuto un periodo molto stressante, con la morte improvvisa del mio giovane padre, problemi col mio fidanzato ecc.
Ma io mi chiedo... ma la depressione che sta alla base dei miei continui attacchi di panico ( mi sento vulnerabile, malata, sola, insicura) può causare tutti questi sintomi fisici? Parlo di debolezza, cefalee, capogiri... è come se avessi " la morte addosso "?Oppure devo continuare a cercare la causa organica? Ma io non la trovo, dottore. Cosa dovrei fare, una tac pezzetto per pezzetto per trovarmi un tumore? Ultimamente io non vivo, mi trascino...
I medici non sanno darmi risposte, per loro è tutto ok, tutto bene. Vado al pronto soccorso sperando in un ricovero ma vengo sempre rimandata a casa. Ma io mi sento malissimo... ora farò anche eco addome... ho fatto il test hiv negativo. E poi? colonscopia , gastroscopia? Cosa? Non so spiegarmi questo malessere. Come ne esco? SE ne esco... può essere " tutto " dovuto dalla mia psiche, dall'insonnia, dalla depressione, dagli attacchi di panico?
Io non miglioro. Aiutatemi vi prego sono allo stremo.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
In assenza di cause specifiche dovrebbe effettuare una visita psichiatrica per una valutazione.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 478XXX

Dottore, lo so da me che devo andare dallo psichiatra a farmi dare gli antidepressivi. E già sto inutilmente in cura da una psicologa/ psicoterapeuta.
Non ci vuole un genio a capire che sono depressa: non voglio più uscire di casa, penso solo alle mie visite, voglio perfino smettere di lavorare, mi sveglio e già piango perché ho visto la luce dalle tapparelle e devo trascinarmi in ufficio. Sto in ufficio e piango. Torno a casa e piango. Arriva sera e piango.
Il punto era un altro, il punto è capire se una semplice depressione condita da attacchi di panico possa dare stanchezza, una stanchezza che definirei " tumorale " nel senso che faccio fatica a fare le più banali cose e a volte mi sembra perfino di svenire. È per questo che sto facendo visite su visite.
La causa psicologica va presa in considerazione una volta escluso tutto il resto. Non è che posso farmi imbottire di cipralex e poi muoio di tutt'altro.
Al che, ripeto: secondo lei una depressione può dare astenia o devo continuare a spendere un patrimonio in visite a caso consultando uno specialista dopo l'altro?
grazie.