Utente 497XXX
Salve,scrivo per mio fratello. Da 4 mesi e' in cura per un non ben diagnosticato disturbo dell'umore con psicosi.Scrivo cosi perché ora il suo terzo psichiatra e' indirizzato piu' su un disturbo schizzofrenico,anche se la diagnosi non e' certa. Mio fratello soffriva gia' da 15 anni circa di depressione, fece delle cure con fevaril e poi dopi qualche mese,visti i miglioramenti li sospese. All'epoca aveva circa 20 anni,ora ne ha 34.In questi anni non ha piu' voluto curarsi,ma era sempre piu' chiuso in se stesso,diceva che tutti ce l'avevano con lui e negli ultimi 2 anni ha cominciato a dire di sentire "voci" che lo insultano e che lui attribuisce a tutte le persone che abitano in condominio o piu' in generale se si trova fuori casa. A marzo ha iniziato una cura con olanzapina,litio e prozac, ma ha dovuto interromperla subito perche' gli effetti collaterali erano devastanti. Poi siamo stati a Firenze all'istituto neuroscienze dove gli hanno diagnosticato un disturbo dell'umore con psicosi e prescritto Depakin(flebo piu' terapia casalinga) Haldol e gocce di Rivotril al bisogno. In piu' gli sono state praticaye trattamenti di elettromagnetismo per 20 giorni insieme alla terapia farmacologica. Il risultato e' stato soddisfacente,ma non abbiamo potuto continuare visto gli oneri costosi. L'unica "pecca"è stata che,anche se le voci erano diminuite tantissimo, aveva crisi di panico fortissime con conseguente paura a uscire di casa,portare la macchina ecc..Tornati nel nostro paese abbiamo consultato un'altro psichiatra che gli ha prescritto Abilify al posto dell'Haldol per le psicosi e il fevaril come antidepressivo e ha tolto il Depakin(visto anche le analisi del fegato:ammonio a 240)ma va sempre peggio perche' gli effetti collaterali non passano nonostante le dosi non siano alte.cammina come un robot e non riesce a stare seduto.Si calma solo un po con lexothan. Dimenticavo di dire che nell'adolescenza fino a qualche anno fa ha abusato di cannabis e ha assunto anche altre droghe sporadicamente e quando usciva(perche non lo faceva spesso) abusava di alcol. Ora la mia domanda e' questa:avere crisi psicotiche severe e allucinazioni e' per forza sintomo di schizzofrenia?oppure e' stata la despressione curata male che insieme all'uso di droghe ha rafforzato pensieri psicotici fino ad arrivare all'allucinazioni uditive?come si puo' correggere al meglio la terapia ridando un po di vita a questo ragazzo che sta soffrendo davvero per curarsi?

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Ovviamente in questa sede non possiamo dare consigli terapeutici. Posso solo confermarle che la presenza di allucinazioni o altri disturbi psicotici non è, di per sè, indice di schizofrenia. Del resto a Firenze non hanno emesso una diagnosi di Schizofrenia, ma di Disturbo dell'Umore con Psicosi.
L'aver abusato di cannabis e di alcolici e l'aver usato altre droghe sicuramente ha peggiorato il quadro, forse spingendo quello che era un semplice disturbo dell'umore in una forma a caratteristiche psicotiche. Purtroppo in questi casi la prognosi (cioè l'aspettativa di salute) non è favorevole.
Se ora in più "cammina come un robot e non riesce a stare seduto" vi è una impregnazione neurologica da farmaci antipsicotici che deve essere corretta.
Io credo che suo fratello potrà stare sicuramente meglio, ma deve essere affidato ad uno psichiatra esperto che possa seguirlo da vicino.
Auguri
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 497XXX

La ringrazio davvero per la sua risposta veloce ed esaustiva. Quindi secondo Lei sarebbe bene effettuare un ricovero in una casa di cura?perche' credo che per seguirlo da vicino e' l'unico sistema. Ora e' in cura presso il Cim del luogo in cui viviamo,ma purtroppi il dottore non e' sempre disponibile,mentre mio fratello subisce tutti i giorni gli effetti collaterali. Da oggi sta prendendo un farmaco per il parkinson(non ricordo il nome)per cercsre di calmargli il continuo movimento alle gambe. Vedremo come va...la ringrazio.

[#3] dopo  
Utente 497XXX

Buongiorno le scrivo sempre per mio fratello.Da una settimana ha sospeso Abilify e va un pochino meglio. Ora non cammina piu' per casa in continuazione e riesce a stare seduto,ma ha ancora dei tremori involontari alla gamba sinistra anche quando guida e preme la frizione e da 3 giorni soffre di nausea.In piu' non riesce ad uscire se con con me perche' ha avuto degli attacchi di panico.Prende ancora il fevarin e il tavor.Volevo chiederle Quanto durano gli effetti collaterali dell'abilify dopo la sospensione e se in questi e' incluso il vomito e la nausea.La ringrazio

[#4] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gli effetti collaterali neurologici possono richiede anche qualche settimana. Nausea e vomito sono invece effetti da deprivazione (perchè la maggior parte degli antipsicotici sono anche antiemetici) e scompariranno in pochi giorni.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#5] dopo  
Utente 497XXX

La ringrazio per la risposta,ma cosa s'intende per sintomi da deprivazione?e quindi togliendo l'antipsicotico compaiono i sintomi del vomito che prima non erano presenti per via del medicinale stesso?

[#6] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Il meccanismo si produce anche in assenza di precedenti sintomi (p.e. il vomito).
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-