Utente 497XXX
Buongiorno soffro di disturbo bipolare tipo 2 da anni,sono in cura con olanzapina come stabilizzante,vorrei avere un parere sul nuovo litio RP in termini di differenze con il vecchio e di effetti collaterali in special modo quelli sulla sessualità e sul peso, ringrazio in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

I vantaggi sugli effetti collaterali sono da definire, anche perché non sono noti in tutti i casi. Nel caso della tiroide ad esempio, sembra vi sia un vantaggio. Idem per quanto concerne eventuali effetti endocrini che risentono del picco di litiemia, qui assente.
Però sostanzialmente questo tipo di paragoni si fanno in ultima analisi sul campo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 497XXX

Grazie dottore,un ultima domanda,vi sono alcuni dott (tra cui la mia)che ha sempre esitato nel prescrivere il litio in quanto ritenuto piuttosto dannoso ,quale è la sua opinione a riguardo? stavo valutando la possibilità di sostituirlo all' olanzapina per questo chiedevo di effetti di natura sessuale che sono quelli che mi interessano di più,anche se trovavo fastidiosa nel periodo in cui l ho preso anche quella sorta di appiattimento che procura, grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Piuttosto dannoso" è un termine che non condivido. Trattandosi di un farmaco vecchio, e per molto tempo uno dei pochi disponibili, è stato studiato con una precisione che di solito non si usa per gli altri, per cui anche gli aspetti tossici eventuali si conoscono nel dettaglio, e sia quelli a breve che a lungo termine.
E' uno dei farmaci di prima scelta tuttora, e spesso alcune procedure che servono per monitorare l'efficacia della cura, tipo fare la litiemia, sono equivocate come dovessero essere un monitoraggio serrato per evitare delle imprevedibili tossicità.

Nel confronto, altri farmaci tipo l'olanzapina hanno anch'essi i loro potenziali aspetti negativi, e quindi non mi pare che possa uscirne vittorioso uno o l'altro dal confronto.

L'appiattimento, trattandosi di disturbi bipolari, va sempre rapportato alla fase in corso, e alla fase trascorsa che eventualmente non si è fatto in tempo a prevenire. Per esempio, dopo una fase maniacale o ipomaniacale è previsto che ci sia una fase di flessione, con annessa ridotta vivacità sessuale, idem durante una depressione, in cui tra l'altro le preoccupazioni superano talvolta le reali disfunzioni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 497XXX

Grazie dottore Delle informazioni, buona giornata