Utente 398XXX
Salve dottori sono Nicola e ho 26 anni. Soffro di ansia e attacchi di panico da circa 2 anni, in questo periodo soffro di alcuni sintomi, mi sento come un po’ confuso, come se barcollassi o camminassi sulle uova, come se stessi svenendo da un momento all altro. Tutto questo accompagnato da un senso di debolezza alle gambe, collo rigido, dolori alla cervicale. Io di cervicale ne soffro, e mi chiedevo se questi sintomi sono attribuibili a questo oppure sia l ansia associata a stress? Ho fatto 2 mesi fa un ecg, e una prima visita dall otorino laringoiatra con esiti nella norma. Volevo anche dirle che tra poco parto per le vacanze e questo mi genera un po’ d ansia...
Gentilissimi

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Il disturbo di panico è curato con qualcosa ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 398XXX

No dottore, ho sempre cercato di controllarle con tecniche di respirazione o di distrazione, ho voluto evitare di prendere farmaci.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Una posizione poco costruttiva. Ha evitato le cure per il momento. Cambierei strategia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 398XXX

Che tipo di strategia? Io comunque soffro di attacchi di panico solo se mi trovi in luoghi troppo affollati, o che mi generano ansia, non mi sono mai venuti di punto in bianco o spesso.

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Strategia semplicissima: curare il panico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 398XXX

Sicuramente lo farò ma per ora non me la sento di assumere farmaci per questo. Grazie mille comunque dottore

Cordialmente

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Rientra nella sua libertà, ma questo non porterà a niente di diverso, il disturbo è lì e nessuno lo contrasta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 398XXX

Di sicuro il panico non mi ucciderà quindi fino a quando mi sento di poter non prendere farmaci lo combatterò io stesso, quando arriverò a non poterne più allora mi affiderò ad uno specialista e prenderò in considerazione dei farmaci.

Cordialmente

[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, per niente. Non sta combattendo niente. Il disturbo si sta esprimendo per quel che è, non si combattono i sintomi, si subiscono.
In realtà sta evitando la cura per una sua ritrosia. Così facendo la ritarda, la malattia si afferma ancora di più nel tempo.
Il fatto che una malattia uccida non è una buona ragione per non curarla.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 398XXX

Allora a settembre andrò da uno specialista e inizierò un percorso di cura.

Cordialmente