Utente 303XXX
Buongiorno,
rieccomi ad importunarvi ancora per un consulto!
Dovete perdonarmi ma faccio proprio un pò di fatica a capire come, un banale disturbo d'ansia, possa scatenare nel mio corpo una serie incredibile dei disturbi...sempre diversi, sempre nuovi, che si modificano di settimana in settimana, di giorno in giorno e...di ora in ora!
E' possibile che l'ansia faccia tutto questo? L'ultimo medico che ho consultato mi ha detto che sono in un loop tale da far si che il disturbo possa somatizzare ovunque ed in qualsiasi momento. Ecco quindi l'indolenzimento cervicale e nucale, i dolori che si irradiano alla mandibola (troppo tesa?), il tinnito che va e viene (visita otorinolaringoiatrica negativa), i disturbi alla vista con appannamenti e difficoltà di messa a fuoco, stamattina visione doppia per alcuni secondi al risveglio (due visite oculistiche approfondite negative) le contratture intercostali ed alla schiena (troppo tese anche loro?), le gambe indolenzite quasi tremolanti e rigide nello stesso tempo, i disturbi colitici, la cattiva digestione, il gonfiore addominale, la tristezza, la rabbia, la paura... La maledetta paura di una malattia invalidante. Attualmente sono in terapia con benzodiazepine (Alprazolam + EN) perchè, purtroppo, non tollero gli effetti collaterali degli SSRI (mi accentuano fortemente l'ansia).
Devo anche ammettere che, molto spesso, se mi distraggo in attività piacevoli, molti sintomi si attenuano fino a sparire del tutto per poi ripresentarsi appena torno al tran tran quotidiano.
Venerdì inizierò una psicoterapia che, però, pare che si presenterà lunga!
Gentili dottori vi chiedo:
Può l'ansia fare tutto questo? Cos'altro potrebbe essere?
Potrò mai uscirne?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Tenga presente che parte di questi aspetti sono oggettivi, altri sono semplicemente "riferiti", per cui certo che una persona in uno stato di allarme può percepire in maniera allarmata le proprie sensazioni corporee, o percepirle in maniera più intensa, ma questo a volte non si può neanche stabilire, si sa solamente che le riferisce in maniera più allarmata e ne è condizionata.

I farmaci come gli ssri possono inizialmente accentuare l'ansia, ciò non significa che non siano indicati. Non ci sono solo ssri comunque.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it