Utente 255XXX
Buon giorno
Vorrei un vostro parere
Ho partorito a giugno 2018.
Da inizio agosto ho riscontrato problemi di insonnia ( mi addormentavo per qualche sera all’alba ) oltre ad agitazione e sensazione di sbandamento.
La sensazione di sbandamento molto marcata mi era già successa due anni fa dopo diversi controlli nn era risultato nulla e la neurologa mi aveva prescritto escitalopram 10 gocce per disturbo di psico somatizzazione che ha effettivamente risolto la situazione.
Ora a inizio settembre son ritornata dalla stessa neurologa
Che mi ha prescritto escitalopram che stiamo lentamente aumentando e Xanax 0.50 da assumere di sera per rilassarmi e che sto assumendo regolarmente dal 7 settembre.
Escitalopram invece sono al momento a 6 gocce.
Permane in me un senso di ansia generalizzata a momenti diversi nella giornata
Durante la notte riesco a dormire abbastanza bene a volte anche diverse ore (8 )
La mia ansia si concentra sulla possibile dipendenza che si potrebbe verificare con L assunzione di Xanax in modo continuativo e sull eventuale insonnia
La mia neurologa continua a rassicurarmi dicendomi che una volta raggiunto L equilibrio con escitalopram sospenderemo gradualmente Xanax e che la dose è molto bassa
Voi mi potete confermare ciò?
Quanto tempo serve per una dipendenza?
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La neurologa le ha correttamente spiegato una procedura standard di terapia.
Per dipendenza penso che intenda "assuefazione" con necessità di ridurre poi gradualmente (1 mese circa come tempo perché si sviluppi).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 255XXX

Assuefazione in cosa consisterebbe ?
Io praticamente ho l’ansia che quando dovrò diminuire lo Xanax tornerà L insonnia.
La neurologa mi ha spiegato che attraverso una riduzione graduale non dovrei avere di questi problemi e che lo escitalopram a dose completa eliminerebbe l’ansia all’origine di questi disturbi.
Secondo lei avrò problemi nel momento in cui inizierò a diminuire?
Un’ultima Cisa...curiosità qual è la differenza tra Xanax e tavor ?
Grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Assuefazione significa che la sospensione brusca dà luogo ad astinenza, motivo per cui si ricorre alla sospensione graduale.

La differenza tra xanax e tavor è di potenza, cioè a parità di milligrammi l'intensità dell'effetto è diverso, ciò in una persona che non è abituata a prendere prodotti di quel tipo. Se si è abituati, l'effetto è smorzato o nullo. Poi cambia anche se il prodotto come nel caso dello xanax è rapido o lento, sono due formulazioni che variano per la rapidità dell'effetto e la sua durata nelle 24 ore.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 255XXX

Scusi non ho capito bene la differenza...
In che senso se si è abituati l’effetto è smorzato?
Cioè che non fa differenza?
Io sapevo che 0.50 di Xanax corrispondeva ad 1 mg di tavor è corretto?
Avendo molta paura dell’utilizzo dello Xanax mi chiedo se non era meglio l’uso di tavor che mi da l’idea che sia meno problematica come assuefazione e efficacia.
Ovviamente però non son un medico quindi mi rifaccio alle indicazioni alla mia neurologa.
Volevo solo capire giusto bene la differenza
Grazie

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Che se uno è assuefatto, ciò significa che l'effetto non c'è più. Quindi anche per altri composti similari l'effetto non c'è o è smorzato, dipende da dose e potenza.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 255XXX

Ma dalla sua conoscenza quale dei due farmaci porta ad una maggiore assuefazione?
Io sto assumendo Xanax non a rilascio prolungato... e il mio timore è sempre lo stesso di cui le parlavo.
Secondo lei Sarebbe impensabile al momento passare ad un altro farmaco che mi aiuti durante la notte senza avere effetti di sospensione dello Xanax?

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
L'assuefazione è definita rispetto ad una dose di un farmaco. Avendo potenza diversa, non esiste quello che ne dà di più, la danno entrambi, di livelli diversi a seconda della dose a cui si è assuefatti.

Non capisco però per quale motivo si stia ponendo questi problemi, non sussistono, le è già stato detto che a tempo debito sarà ridotto, Lei si sta ponendo problemi su una cosa già risolta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 255XXX

La mia preoccupazione è data dal fatto che con L antidepressivo stiamo andando piuttosto piano, sono a 20 giorni a 7 gocce ...domani inizierò con 8 e infine lunedì prossimo a 10.
La neurologa mi ha spiegato che l’insonnia che ha causa ansiosa viene al momento tamponata con lo Xanax per poi gradualmente sospenderlo una volta arrivati a regime con l’escitalopram.
La mia preoccupazione è che arrivando a regime tardi con L antidepressivo e dovendolo assumere per quindi ancora qualche settimana io diventi dipendente dallo Xanax... e che al momento di diminuirlo mi faccia tornare l’insonnia.
Si leggono cose terribili su questo farmaco...

[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ancora utilizza questo termine, "dipendente", che non si sa bene cosa voglia dire.
Le ho spiegato che si sviluppa assuefazione, ciò implica che dopo la sospensione sia graduale, tutto qui. Volendo, si può anche evitare di assuefarsi, anche perché non ha molto senso terapeuticamente.
Ma secondo me ci sta pensando "a vuoto", nel senso che ha già ricevuto indicazioni, e quindi direi che non c'è niente di strano.

L'antidepressivo non è lento, ha quel tempo di azione.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 255XXX

Sicuramente la mia ansia verso l’assunzione di Xanax è una forma dell’ansia stessa per la quale mi sto curando e concordo con lei che ci sto pensando a vuoto.

La mia preoccupazione sorge dal fatto che al momento senza L assunzione di Xanax non riesco a dormire ... ho provato a mettermi a letto prima di assumerlo ma mi sento ancora irrquieta
Così lo assumo e mi sento rilassata e così prendo sonno. E anche se mi sveglio per la bambina durante la notte riesco comunque a riprendere sonno.

[#11] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sicuramente, se non è assuefatta lo xanax è fatto apposta per fare questo tipo di effetto, e si dà in attesa che funzioni l'altro, tanto per dare almeno un po' di sollievo immediato.
Se invece lo assume da oltre un mese, in realtà non fa niente, semplicemente se non lo assume si sviluppa una piccola astinenza, cioè insonnia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 255XXX

Esattamente questo è il mio problema.
Assumendo ormai Xanax da 19 giorni e non essendo ancora a regime con escitalopram non vorrei trovarmi insonne perché lo Xanax smette di fare effetto e non è ancora andato a regime L antidepressivo....essendo che a tutt oggi capisco che mi serve ancora un aiuto per il sonno

[#13] dopo  
Utente 255XXX

Dovrei andare a regime con escitalopram da lunedì.... e dovrebbero poi passare due settimane per avere i primi benefici.
Secondo lei potrei essere ancora coperta dall’effetto dello Xanax?
Grazie mille e mi scusi il disturbo ma questo è motivo per me di ansja

[#14] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Lo xanax è l'ultimo dei problemi, anche se a centro dei suoi pensieri c'è quelllo perché è preoccupata di avere qualcosa che "la copra", ma non funziona così.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#15] dopo  
Utente 255XXX

In che senso secondo lei non funziona così?

[#16] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Che la terapia del panico non prevede poi che uno abbia qualcosa che lo "copra" nelle 24 h
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#17] dopo  
Utente 255XXX

Buon giorno Dottore
Le scrivo per aggiornarla sulla mia situazione.
Dal 28 settembre ho iniziato ad assumere la dose piena di 10’gocce d escitalopram continuando l’assunzione di Xanax d sera.
Devo ammettere che mi sento più lucida e meno angosciata.
Tuttavia permane la sensazione di instabilità fisica ( dipende dai giorni) e l’ansia per il dormire... anche se dipende dalle notti c sono notti in cui riesco ad addormentarmi subito e dormire 10 ore altre in cui impiego molto tempo ad addormentarmi sempre comunque usando Xanax.
Sono andata al controllo con la mia neurologa lei dice di pazientare che i risultati dell antidepressivo si iniziano a vedere dopo due settimane a dosaggio completo non prima
E su Xanax m ha rassicurato come già fatto dicendo che quando farà effetto escitalopram lo sospenderemo gradualmente.
Io ho la sensazione che se non prendo Xanax al momento nn riuscirei ancora ad addormentarmi e questo mi causa ansia da quello che già le avevo scritto e dubbi sull’efficacia dell’escitalopram.
Lei cosa ne pensa? È davvero troppo presto per vedere dei risultati sul
Sonno ?
Ho avuto una gravidanza è un parto molto belli non mi aspettavo un post parto così difficile... mi sembra che passino i giorni ma io sia ancora alla mia situazione senza miglioramenti e questo mi demoralizza
Grazie dell’attenzione

[#18] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Lei ha già fatto questa cura, quindi sicuramente sa quello che la neurologa le ha spiegato anche stavolta.
A 2 settimane non si prevede stia meglio, ma non occorre fare molti ragionamenti oltre questo semplice punto, il resto lo ha già riferito, la neurologa le ha già prospettato come va gestita la cosa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it