Utente 429XXX
Buonasera
Non so se sia più adeguata questa categoria o quella di ginecologia. Non ho mai riscontrato particolari sintomi di sindrome premestruale fino ad alcuni mesi fa. Negli ultimi mesi, ho notato che il ciclo si è regolarizzato un po’ di più rispetto a prima, che avvertivo dolori o comunque fastidi al basso addome e insomma che riuscivo a capire circa che in quei giorni mi sarebbe venuto il ciclo. Il mese scorso, circa 4/5 giorni prima del ciclo ho iniziato a provare dal nulla una strana sensazione, come di frenesia e nervosismo, di non sopportazione e insofferenza, mi sentivo come se ciò che facevo sempre mi annoiasse o come se non avessi più voglia di fare le solite cose, insomma una sorta di apatia. Aggiungo che sono una persona ansiosa e soffro di disturbo ossessivo compulsivo, per cui ho iniziato immediatamente a temere di essere depressa e ad andare nel panico immaginandomi cose terribili, che la mia vita fosse cambiata per sempre e che non mi piacesse più. Con l’arrivo del ciclo, nonostante l’ansia e la paura per le mie ossessioni mi sembra però di aver notato che questa sensazione di insofferenza e apatia fosse scomparsa, desideravo soltanto tornare alla mia vita di sempre senza avere ansia o altro. Da circa due giorni e soprattutto da oggi mi sembra di nuovo di percepire, oltre ai dolori premonitori del ciclo e a un mal di testa leggero ma diffuso, questa sensazione lieve di apatia e di noia nei confronti di ciò che ho sempre fatto, come un mese fa (infatti teoricamente dovrei avere il ciclo nei prossimi giorni). La mia domanda è, è possibile che si tratti di una sindrome premestruale e questa sensazione sia solo una depressione dovuta a uno sbalzo ormonale da pre ciclo? Oppure non sono sintomi da sindrome premestruale? Aggiungo anche che in generale sono sempre stata una ragazza felice e con molta voglia di vivere, una vita soddisfacente e nessun motivo che mi portasse ad avere una depressione, di cui infatti non ho mai sofferto

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Portuesi

28% attività
20% attualità
16% socialità
PINEROLO (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
La sindrome disforica premestruale esiste e mi sembra che la sua ipotesi è ragionevole. Francamente penso che gli psichiatri non ne trattino molte ( ma ci sono studi con i farmaci antidepressivi seri ). Forse una visita ginecologica può essere un buon modo per iniziare ad affrontare il problema.
Dr Giovanni Portuesi

[#2] dopo  
Utente 429XXX

La ringrazio dottore. Volevo inoltre aggiungere che questo è stato anche un periodo di grande cambiamento poiché ho iniziato l’università da tre mesi e ho inoltre abbandonato alcune amicizie che frequentavo fino all’anno scorso. È possibile che questo abbia influito sulla comparsa di una sindrome premestruale più marcata?