Utente 406XXX
cari dottori, mi trovo a scrivere qui perché non so più come uscire da questa situazione. ho 20 anni, e ho una madre che soffre di depressione da quasi 10 anni, ma è peggiorata circa 3 anni fa quando mio padre si è suicidato. io e mia sorella eravamo piccole e nonostante tutto abbiamo provato ad aiutarla in tutti i modi ma lei non ha mai voluto. è sempre stata una persona molto strana, ma diciamo che mio padre era riuscito quasi sempre a gestirla . é una persona buona ma allo stesso tempo egoista, rancorosa, ha un astio smisurato pronto a riversarsi sugli altri in qualsiasi momento. e' cattiva. le è stato diagnosticato un disturbo ansioso-depressivo con disturbi di personalità ma nonostante questo continua a prendere gli psicofarmaci che gli sono stati prescritti 3 anni fa in ospedale, non si fa vedere da alcun medico, e io e mia sorella non riusciamo più a viviere in questa casa. ad esempio, l ultima volta che abbiamo discusso nonostante fosse astemia appena ci ha visto rientrare in casa si è bevuta due bottiglie di vino intere pur di attirare la nostra attenzione. un giorno sta bene un giorno è tristissima e non si alza dal letto, un giorno sembra pazza, dice frasi sconnesse. esiste un modo per riuscire a farla seguire da uno psichiatra, un medico, o farla ricoverare? mi sono resa conto che questa situazione mi provoca ansia, stress, e non mi fa vivere serenamente la mia vita. abbiamo gravi problemi economici e purtropponon posso andare via di casa. inoltre nell ultimo anno mi sono resa conto che sto affogando letteralmente tutti i miei problemi nell alcool..muoio terribilmente dalla paura di diventare come lei.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Per lei sarebbe utile una valutazione specialistica appropriata in modo da poter curare il disturbo da dipendenza da cui è affetta.

Per sua madre può inizialmente rivolgersi al medico di famiglia per far gestire la situazione nel modo più corretto.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it